Condividi


La giustizia non solo è cieca, ma è anche sorda.
“Io ho perso l’udito dopo aver lavorato da bambino in tessitura, avevo solo 14 anni. Il danno è stato grave ed irreversibile. Mi sono adattato, purtroppo i “normali” non perdonano, e qualche tempo fa, non avendo compreso bene cosa mi dicesse una antipaticissima impiegata sanitaria, ho firmato un documento che alla fine risultava che avevo “imbrogliato” per l’enorme importo di ben 17,5 euro, ho tutto documentato. Mi hanno processato per direttissima e condannato a 15 giorni di prigione o la multa di 650 euro. Non mi dilungo, quando uno Stato è inflessibile con i cittadini deboli e debole, permissivo o complice con i potenti e per potenti sai chi alludo, noi non abbiamo speranza.” attilio rossi