Condividi

Voglio rovinarmi il fegato e parlare della Borsa. Un luogo malsano da cui stanno fuggendo tutti. E’ un’orgia. Chiunque scopa come un riccio tranne i piccoli azionisti. Quelli possono solo stare a guardare, ripiegare su una sveltina con i pronti contro termine o nella pace dei sensi con i Bot.
La Borsa è una grande famiglia. I consiglieri di amministrazione si conoscono tra loro come vecchi amici. E hanno il dono dell’ubiquità. Sono presenti sia nelle aziende clienti che in quelle fornitrici. Vendono e comprano da sé stessi. Uno spettacolo di conflitto di interessi. E possono essere nell’azienda azionista e in quella controllata. Azionisti la mattina, manager la sera. Di notte sognatori, che sognano e incassano stock option e dividendi.
Se chiudesse la Borsa se ne accorgerebbe solo il salotto buono. Quello che attraverso pochi decimali di proprietà e le scatole cinesi decide tutto. E’ la Mappa del Potere. Quello vero che si fa portare la colazione a letto da Palazzo Chigi.
Volete sapere i dettagli di ogni rapporto incestuoso di Borsa? Da oggi potete. Cliccate sulla destra il riquadro della Mappa del Potere. Contiene tutte le aziende, tutti i consiglieri. E’ il miglior consulente finanziario per decidere un investimento.