Condividi

Nel blog ho riportato, alcuni giorni fa, la testimonianza di Rosa, moglie di Oscar, un ragazzo boliviano morto lo scorso 10 dicembre a Firenze per una grave malattia. Rosa chiede che la salma sia rimpatriata nel paese natale di Cochabamba da più di un mese. Nessuno le risponde e Oscar è parcheggiato in una cella frigorifera. In Bolivia non capiscono i motivi e la stampa nazionale si sta occupando del caso. Uno dei più importanti giornali boliviani, Los Tiempos, ha intervistato la madre di Oscar. Chi deve muovere il culo dalla sedia lo faccia, e presto.