Condividi

di Beppe Grillo – Un’altra settimana alle nostre spalle, 7 giorni di avvenimenti e notizie che fanno ben sperare nel futuro buono che verrà. Rivediamo insieme gli articoli che hanno suscitato più dibattito.

La settimana si è aperta con la lettera appello che più di 500 accademici di tutto il mondo hanno indirizzato ai governi per richiedere a gran voce un reddito universale. Ecco la lettera che ho firmato anche io.

Dopo soli 4 giorni la campagna internazionale di Animal Equality per la chiusura dei Wet Market ha superato le 200.000 firme, di cui più di 100.000 solo in Italia. Continuate a firmare la petizione. Questo è il link.

Ho voluto poi condividere un estratto della lettera che Giovanni Paolo II scrisse nel 1999 e che dedicò agli artisti. Se non l’avete letta, eccola.

A dispetto dei continui annunci di efficacia di vecchi farmaci approvati per la terapia e cura dell’infezione da corona virus COVID-19, purtroppo ad oggi non c’è un farmaco approvato per questa patologia. Facciamo il punto della situazione.

Secondo un nuovo rapporto di BloombergNEF il calo dei costi di produzione dell’idrogeno da energia rinnovabile potrebbe offrire una grande opportunità per la riduzione delle emissioni, compensando fino a un terzo delle emissioni globali di gas serra prodotte dai combustibili fossili e dall’industria entro il 2050. Ecco i dati del report.

E’ tornato a scrivere per le pagine del Blog il nostro Claudio Cominardi, e lo ha fatto trattando il tema del Reddito Universale, per il quale in ogni sede istituzionale si è da sempre battuto. Ecco il suo messaggio.

E ancora Reddito Universale, con l’intervista pubblicata sul The Brussels Times al filosofo ed economista belga Philippe Van Parijs, principale sostenitore della proposta di introduzione di un reddito di base incondizionato. Un reddito universale è ciò di cui abbiamo bisogno

Ed infine due notizie in ambito tecnologico. La prima arriva da Budapest, una startup ha realizzato un pavimento solare che può dare energia alle abitazioni. Ecco il video.

La seconda invece arriva dal Mit di Boston: alcuni ricercatori hanno creato un sistema chiamato SprayableTech che consente di creare superfici interattive realizzate con vernici spray. Ecco come funziona.

Buona domenica e che sia una Pasqua serena e buona per tutti voi!

L’Elevato

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina