Condividi

di Beppe Grillo – Siamo arrivati al nostro appuntamento settimanale con gli approfondimenti che più si sono impressi negli ultimi 7 giorni.

Siamo partiti con lo spreco di cibo, che attualmente, conta circa 1,6 miliardi di tonnellate di cibo gettato ogni anno. Lo spreco alimentare globale aumenterà del 30% entro il 2030 e forse di più se non verrà intrapresa alcuna azione.

L’acqua continua ad essere vista come merce, l’acqua e la natura sono concepiti come qualcosa da usare e non come un bene comune della Terra, un bene tra l’altro di tutti. Dobbiamo capire che l’acqua è la nostra fonte di vita, è un capitale naturale sul quale dobbiamo investire se vogliamo avere un futuro.

Poi abbiamo conosciuto il professore Sugata Mitra che ha messo un computer a disposizione di alcuni bambini indiani di una baraccopoli. E li ha lasciati da soli. Si è accorto che i bambini imparavano a usare il computer in poco tempo e cominciavano a girare su internet e imparare l’inglese. La sua è una storia di apprendimento, anzi, auto-apprendimento!

Un nuovo articolo di Gunter Pauli ci fa capire come è possibile salvare le foreste con tecnologie e pratiche semplici e alla portata di ogni nazione. Basta solo volerlo e attuarle.

Siamo tornati a parlare dell’inquinamento atmosferico, che causa 7 milioni di morti premature all’anno. Ma il danno alle capacità mentali delle persone è meno noto. Questo è un nuovo studio in cui viene dimostrato che l’aria inquinata può ridurre enormemente l’intelligenza.

La tecnologia è stata a lungo un ingrediente nel modo in cui gli stati ottengono, usano o perdono potere. Ma oggi, tre elementi interconnessi determinano in modo crescente se gli Stati sono ben posizionati per far avanzare la propria sicurezza e il proprio benessere. Ecco quali sono, gli Stati che li possiedono tutti e 3 saranno leader mondiali.

Ben May ci fa capire che la più grande tragedia avrà inizio quando i giovani non vorranno più cambiare il mondo. I giovani hanno bisogno di iniziare attivamente a guidare il cambiamento, perché il mondo che verrà sarà modellato dalle azioni e dalle decisioni di oggi.

Il 23 agosto la NASA ha pubblicato una mappa che mostra gli aerosol, particelle che possono essere trovate nell’aria sopra gli oceani, i deserti, le montagne, le foreste, il ghiaccio e ogni ecosistema. Le particelle di carbone nero degli incendi sono rappresentate dal rosso, sebbene possano anche mostrare i gas di scarico delle auto. Ogni giorno inaliamo milioni di queste particelle. Guardate qui.

Il giurista australiano Philip Alston, nonchè Commissario Speciale dell’Onu contro la povertà estrema e dei diritti umani, ha parlato durante una conferenza in Finlandia, per il 18esimo Congresso Mondiale sul RedditoUniversale. Ecco il suo intervento.

La California si attesta come uno degli Stati più attenti alle innovazioni e all’ambiente. Sta per passare una legge che prevede il 100% di energie rinnovabili entro il 2045. Un grande passo per combattere i cambiamenti climatici.

La Sidewalk Labs, parte di Google, ha annunciato la messa in opera del progetto Quayside: un quartiere del futuro sul lungolago di Toronto in cui innovazione e soprattutto sostenibilità saranno protagonisti. Ecco come sarà.

Nathan Shepard Marzano ci spiega le incredibili scoperte di una nuova scienza: L’economia comportamentale o psicologia economica. Tutti siamo per una società più pulita e meno inquinata. Lo diciamo spesso. Ci adiriamo quando sentiamo che il tasso di polveri sottili è così alto da farci uscire con le targhe alterne. Ecco allora perché non passiamo tutti al solare.

Andrew Yang ci parla di un errore di fondo delle nostre società. Infatti si è sempre pensato che il segreto della felicità fosse in una semplice formula: più PIL uguale, più crescita uguale, più benessere per tutti. Il fallimento della società moderna sta proprio in questo enorme errore.

La settimana è terminata con l’incontro con Josè Pepe Mujica, ex Presidente dell’Uruguay dal 2010 al 2015. Guerrigliero “tupamaro” e prigioniero politico ai tempi della dittatura; durante il suo mandato ha guidato il proprio paese scegliendo di vivere in una casetta di campagna e donare il 90% del suo stipendio ai più poveri. Questo è il video del nostro incontro.