Condividi

di Beppe Grillo – Eccoci al nostro appuntamento settimanale con gli articoli che hanno più lasciato il segno.

Questa settimana ho aperto le danze constatando che ad oggi i media mainstream hanno ancora la sindrome della voce unica. Non c’è contraddittorio, non viene lasciato spazio a dubbi o domande. Esiste una verità e quella ci propinano tutti i giorni, sempre di più e con più forza. Forse perché la gente comincia a non credere più a quello che dice la TV.

Ignazio Corrao riflette sul modo in cui la commissione europea valuterà la manovra di bilancio del governo italiano. Tutti i media per giorni si divertiranno a tenere in ansia un popolo e una democrazia in attesa della loro valutazione. Beviamoci sù del caffè! Quale? Quello certificato rigorosamente come “etico” nelle stanze dei burocrati di Bruxelles! Leggete Qui!

Qualche giorno fa la Boston Dynamics ha reso pubblico un nuovo video in cui mostra gli ultimi progressi del suo robot Atlas. È pazzesco incredibile i passi da gigante che stanno facendo nella robotica.

Immaginate un centro commerciale in cui ogni negozio accetta criptovalute e opera tramite tecnologia blockchain. Succede in Slovenia, si chiama Bitcoin City. Leggete qui!

Poi abbiamo riflettuto su che impatto abbiamo sulla Terra. Distruggiamo ciò che la vita ha generato, quello che è il prodotto di migliaia di anni di evoluzione. Moltissime razze di animali non ci sono più e la colpa è soltanto nostra. Leggete questi dati, sono allucinanti.

Ci sono oggetti che possono funzionare senza batterie? Si, esistono e possono essere stampati in 3D a casa e svolgere utili funzioni. Sembra incredibile, ma ecco come si è arrivati a questa scoperta.

Junker è il commissario europeo al centro del dibattito politico di questi giorni a causa delle sue dichiarazioni. Così il mio neurologo ha voluto analizzare proprio un video di Junker. Leggete la sua diagnosi!

É stata sviluppata una tecnologia incredibile. Come il microscopio ci ha aperto le porte del mondo dell’immensamente piccolo, queste nuove fotocamere ci mostreranno uno spazio diverso, dove luce e materia si incontrano. Ecco il regno dell’immensamente veloce.

C’è un allarma inquietante. ll 90% dei campioni di sale da cucina conterrebbe microplastiche. Questo il risultato di uno studio di Greenpeace e l’Università Incheon in Corea del Sud. Con l’assunzione media giornaliera di 10 grammi un adulto potrebbe ingerire, solo attraverso il consumo di sale da cucina, circa 2 mila pezzi di microplastiche all’anno.

Abbiamo poi continuato a parlare dei lavori del futuro parlando di machine learning. Esiste una figura che insegna alle macchine: un mix di statistica e informatica, ma non ci sono corsi o università che possano preparare a questo lavoro. Ecco come poterlo fare.

Infine abbiamo visto come il cibo è causa, vittima e possibile soluzione del cambiamento climatico. Le nostre scelte alimentari quotidiane hanno un impatto sulla nostra salute, ma anche sul clima: scegliere più vegetali, legumi, e ridurre la carne e i cibi industriali comporta infatti un risparmio notevole di emissioni di CO2. Leggete qui!

Buona domenica a tutti,

L’Elevato