Condividi

di Beppe Grillo – Ed eccoci arrivati alla quarantesima settimana del Blog. Vediamo insieme le notizie che ci hanno più entusiasmato.

Abbiamo iniziato con la mia ode alla Borghesia, al suo ritorno sulla scena sociopolitica del nostro paese. Una borghesia rediviva che ci aiuterà soprattutto in una cosa, determinante, trasformare aspri conflitti sociali in questioni da salotto e questioni da salotto in tragedie: bentornata ancora!

Il padre della Blue Economy, Gunter Pauli, torna puntuale a scrivere sul mio Blog, ecco il suo interessante pezzo sulle batterie ad acqua. Leggete qui! 

Due nuove rubriche sono nate in questa settimana: una, intitolata “Lavori del futuro”  in cui presenteremo tutti i lavori più strani e particolari che vedranno i nostri figli. Eccone uno.

La seconda rubrica invece è quella curata dal vignettista Davide Charlie Ceccon, intitolata “Se io fossi Re”, uno spaccato divertente di un mondo fantastico ma reale visto con gli occhi di un re che ogni settimana editta (in umbro pseudoantico) per il bene del suo popolo. Ecco il primo editto!

Nella sezione mobilità abbiamo presentato due nuovi servizi partiti in due città europee, eccoli qui.

La scorsa settimana ho fatto visita all’impianto della Mater-Biotech di Bottrighe Adria, azienda prima al mondo per la produzione industriale di bio-butandiolo da materie prime rinnovabili. Ecco il video della mia visita. Buona visione!

Paolo Cellini, professore alla Luiss di Roma, ci ha raccontato del suo incontro con Vint Cerf, il padre di Internet. Potete leggerlo qui. 

Fabio Massimo Parenti ha fatto un’interessante analisi  (in più parti) sulla politica cinese, molto spesso denigrata e vista da noi occidentali con superficialità. Leggetela con attenzione, eccola qui.

La terra è piena è invece un appassionante scritto di Paul Gilding. La terra è piena di noi, è piena della nostra roba, piena dei nostri rifiuti, piena delle nostre esigenze. Certo siamo una specie brillante e creativa, ma abbiamo creato un po’ troppa roba, così tanta che la nostra economia è ora più grande del pianeta che la ospita.

Maurizio Montalto è tornato a scrivere per il Blog. Nell’immaginario collettivo s’è fatta largo l’idea che ciò che è grande e maestoso, sia la soluzione migliore per tutti. Le scelte giuste sono condizionate sempre e solo dal capitale, che vuole riprodursi, più che affrontare i bisogni umani. Uno sviluppo dal volto umano è possibile?

Abbiamo concluso con un altro bel pezzo sulla corruzione. La corruzione è uno di quegli argomenti più stereotipati in circolazione. La gente pensa ancora che i mafiosi siano dei buzzurri, vestiti di stracci che se ne vanno in giro con un fucile. In realtà la corruzione è un business veramente globalizzato. Ecco chi sono i corruttori.

Vi auguro una felice domenica.

B.