Condividi

H6S big.JPG
Vignetta di: Massimo Ciotoli

Gli sponsor e i fornitori della Nazionale Italiana avranno presto un ritorno di immagine degno dei loro investimenti.
La loro pubblicità-i loro interessi-i loro prodotti si sono, dapprima con garbo e discrezione, e poi senza ritegno, inseriti tra gli spettatori e i giocatori.
Il giocatore pensa allo sponsor, al procuratore, al grano fine a sé stesso, alle scommesse, ai pagamenti in nero. Il calcio è secondario. E lo è anche per lo sponsor, per lui è uno strumento, un mezzo per piazzare acqua in bottiglia e ricariche telefoniche. E le società con le loro lobby, il catering, il business e i biglietti omaggio in tribuna d’onore in cui non mancano mai i banchieri tifosi? Quelle pensano ai diritti televisivi, ai ganci politici, a leggi spalmadebiti, a leggi fatte su misura per i falsi in bilancio. Sbavano per la Borsa, con le azioni regalate per due lire ai manager, con i dividendi agli azionisti basati su ricavi inesistenti creati da plusvalenze di giocatori senza valore.
Rimangono gli spettatori, i tifosi, quelli che oggi sono intermediati da sponsorprocuratorifinanzieridirittitelevisivi. Quelli che portano il figliosubitoatreanni a vedere la loro squadra per dargli l’imprinting, gli comprano la maglietta del club e un pallone e giocano con lui dando mostra di dribbling ormai appensantiti.
Ma gli spettatori sono un soggetto economicamente inutile.
Le società vivono di diritti televisivi, di sponsor, di leggi ad hoc. Gli stadi vuoti, semivuoti, semipieni non sono più un business. Gli spettatori sono stati espropriati dai soldi degli sponsor.

I consumatori però non sono stati ancora espropriati. Lippi allenatore danneggia l’immagine degli italiani.
Ne consegue che danneggia anche l’immagine degli sponsor della Nazionale. E un italiano non può comprare un prodotto di uno sponsor con l’immagine danneggiata. Non si fa. Lippi danneggia gli sponsor e i fornitori degli azzurri, per aiutarli ad uscire da questa penosa situazione non compriamo più i loro prodotti.
Vedrete che ce ne saranno grati.

Sponsor:

Mapei,
Puma,
Tim

Fornitori:

Antonio Amato,
Beretta,
Bilba,
Dolce e Gabbana,
EminFlex,
EuroFly,
Fuji Film,
Generali,
Green Vision,
Nutella,
Olidata,
Pata,
Peroni,
Radio Italia,
Sharp,
Silver Cross,
Spazio24,
Uliveto,
Wolkswagen

Ps. Per aiutare le aziende nella loro scelta vorrei comprare mezza pagina di un giornale sportivo con i soldi rimasti sul conto utilizzato per “Onorevoli Wanted”.