Condividi

La società californiana Matternet ha presentato l’hub di consegna e ritiro droni per le strutture ospedaliere, per trasportare medicinali o campioni biologici tra le strutture sanitarie.

La stazione funge da punto di partenza e di arrivo per le consegne utilizzando il drone quadricottero M2 di Matternet; si trova ad un’altezza di circa tre metri e può essere installata sia a terra che su un tetto.

Un medico che ha bisogno di consegnare un campione al laboratorio, ad esempio, lo impacchetta in una scatola, configura la consegna e quindi fa cadere il pacco nel vano di carico sul lato della struttura della stazione. Il pacchetto si sposta all’interno della stazione, viene raccolto dal drone in attesa all’interno,  il tetto si apre come un fiore e il drone vola via trasportando il suo carico.

Quando raggiunge la sua destinazione, il drone viene automaticamente guidato alla piattaforma di atterraggio della stazione del laboratorio e viene bloccato all’interno della cupola, dove la sua batteria viene sostituita con una appena caricata e il laboratorio riceve un avviso di consegna pacco.

Ogni stazione può ospitare fino a quattro pacchi contemporaneamente, mantenuti a temperatura controllata, e un drone. La struttura è in grado di gestire il sovraffollamento del traffico di droni grazie a un sistema automatizzato di prevenzione dei conflitti aerei ed è inoltre collegata alla piattaforma cloud di Matternet in modo che gli operatori di missione possano tenere traccia a distanza delle operazioni e della salute dei droni.

Matternet attualmente sta cercando la certificazione FAA per il suo drone M2 e la piattaforma cloud ed ha annunciato che i suoi servizi sono disponibili agli ospedali attraverso un abbonamento annuale.

Il video pubblicato ieri sul canale dell’azienda mostra il sistema in azione. Potete visionarlo a questo link

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina