Condividi

“Che ci fa il Frecciarossa ad Arezzo, nella città del ministro Boschi? I Frecciarossa non dovrebbero essere destinati solo alle città principali? C’è stato uno studio a monte delle necessità aretine? Non sarebbe stato meglio servire la città con altre tipologie di treni? Non sarà per accontentare il bacino elettorale del ministro? Lo chiede il M5S in un’interrogazione a prima firma di Michele Dell’Orco. I pendolari di Reggio Emilia lamentano che, con l’introduzione della nuova fermata, avvenuta con l’orario invernale, il Freccia arriva a e da Firenze sempre in ritardo. Un ritardo che si accumula su Reggio Emilia. Inoltre a sentire i pendolari, ad avvalorare questa tesi ci sarebbe il numero di viaggiatori in quanto il treno delle 6.15 in partenza da Arezzo salirebbero appena 30 persone. Venti delle quali scenderebbero poi a Firenze. Insomma usano un Frecciarossa come un regionale. Chiediamo al governo se sia informato sulle motivazioni che hanno spinto Trenitalia, nella revisione dell’orario invernale,. A creare un collegamento diretto tra la stazione di Arezzo e la linea Alta velocità. Inoltre vorremmo sapere se il governo insieme alla regione non intenda ridefinire gli ambiti di servizi o pubblico sui treni di media e lunga percorrenza, ponendo particolarmente attenzione alle tratte principalmente utilizzate dai pendolari. Il governo alla luce delle polemiche dovrebbe poi verificare con Trenitalia i dati di effettiva utenza del treno Fr 9500 da Arezzo a Milano Centrale.” M5S Camera

VIDEO Finalmente satira! La Guzzanti ridicolizza la Boschi!