Condividi

“Ben 100 parlamentari italiani, di Governo e opposizione (opposizione, ma va…) hanno scritto una letterina allo psico-nano per chiedere di accelerare il processo di realizzazione della Tav. Spinti, dicono, dalla voglia di non perdere i finanziamenti europei. Finanziamenti ridicoli rispetto al totale da spendere per realizzare l’opera. Un’opera che non faranno mai. Tra i firmatari dell’appello rivolto al premier c’è di tutto: il vice segretario del pd Enrico Letta, i sottosegretari Guido Crosetto e Laura Ravetto, il capogruppo della lega nord Marco Reguzzoni, il vice presidente del gruppo Pdl Osvaldo Napoli, la presidente della provincia di Asti Maria Teresa Armosino, Teresio Delfino e Marco Calgaro dell’Udc, Renato Cambursano dell’Idv. I miliardi della Tav rompono le barriere, distruggono in un attimo ogni querelle politica. Così quello del Pdl firma la lettera insieme a quello del Pdmenoelle, quello dell’Udc insieme a quello dell’Idv. In politica soldi e voti sono la stessa cosa: non puzzano mai. Cosa c’è dietro la Tav. Chi c’è dietro la Tav?”
Zuan