Condividi

“Il M5S nei giorni scorsi ha deciso di sottoscrivere una dichiarazione congiunta con il deputato greco Marias Notis che fa parte del Movimento Independent Greeks in merito alla grave situazione economica causata dall’embargo russo sui prodotti agricoli dell’unione europea. Queste misure restrittive stanno generando delle pesanti conseguenze economiche nei paesi dell’Unione europea e in modo particolare in quei paesi del sud dell’Europa che sono maggiormente colpiti, tra i quali la Grecia e l’Italia. Il Movimento 5 stelle Europa ha quindi deciso di supportare l’iniziativa del deputato greco e di richiedere agli organi competenti dell’Unione europea e alla Commissione europea di procedere con una compensazione finanziaria immediata agli agricoltori e agli imprenditori del settore italiani e greci. Ad oggi, la Commissione europea ha mosso i primi passi. In una nota del 18 agosto si comunica l’attivazione di misure eccezionali nel settore con lo stanziamento di un fondo di 125 milioni di euro. Ed è dell’altro ieri invece notizia di un ulteriore stanziamento di 33 milioni di euro per il settore delle pesche nettarine. Attendiamo invece settimana prossima un documento ufficiale per la ripartizione di un ulteriore fondo per gli altri settori agricoli. Si tratta quindi di una prima iniziativa congiunta del Movimento 5 stelle Europa che guarda alle possibili sinergie con gli altri movimenti politici europei e in particolar modo con quelli della fascia mediterranea con i quali chiaramente l’Italia condivide molto, per poter dare un peso maggiore alla voce dei paesi del sud dell’Europa e dei loro cittadini.” Eleonora Evi, portavoce M5S al Parlamento Europeo