Condividi

Fino al 17 dicembre, data in cui si terrà la manifestazione a Torino contro il TAV, alla quale parteciperò, ho deciso di pubblicare un post ogni giorno dedicato alla Val di Susa, oltre al post quotidiano.

Oggi pubblico il documento di un oncologo dell’Ospedale San Luigi di Orbassano sui rischi dell‘amianto in Val di Susa.

“Per la realizzazione delle gallerie previste per oltre 23 km, il volume dei materiali contenenti amianto da scavare prima, movimentare poi, e ifine stoccare è stato stimato in oltre un milione di metri cubi (1.151.000), volumi peraltro passibili di aumenti anche significativi. La possibilità che si verifichino condizioni di rischio sanitario è assolutamente rilevante per quanto riguarda le attività di scavo e di movimento terra…”