Condividi
Beppe Grillo verso la Val di Susa
(01:10)

Per chi suonano oggi le campane in Val di Susa? Suonano anche per voi. Voi che per indifferenza, per partito preso o che, a causa delle televisioni e dei giornali, siete disinformati. Prima vennero a prendere i ragazzi del G8, li pestarono e li infamarono, poi ogni manifestazione contraria al Potere fu trattata allo stesso modo, botte agli operai (ricordate Pomigliano?), ai pastori sardi, agli studenti (ricordate le proteste per la Legge Gelmini?). Mancavano ancora gli anziani, i vecchi. A questo si è provveduto domenica scorsa con signore che potrebbero essere le nonne dei baldi poliziotti, attaccate con gas lacrimogeni alla Maddalena. Boccheggiavano per terra. Vomitavano. La polizia passava oltre, senza aiutarle, e avanzava indomita per manganellare chi scappava nei boschi. Chi ha ordinato ai nostri dipendenti in divisa (li paghiamo noi, devono difendere noi) di tagliare le tende lasciate al presidio, di pisciarci e cagarci dentro, come l’ultimo dei teppisti? I fumogeni contenevano lacrimogeni al CS” (orto-clorobenziliden-malononitrile) che rientrano tra le cosiddette “armi chimiche”. Chi li ha autorizzati? Il secessionista e condannato in via definitiva Maroni, che sembra la caricatura di Bagonghi? Maroni ha l’autorità di fare questo agli italiani che difendono il loro territorio? Maroni di “padroni a casa nostra“?
Le campane in Val di Susa suonano a distesa, è giorno di messa. Oggi ci possono essere le prove generali della dittatura, ultima ancora di salvezza dei politici per salvare le penne di fronte al cataclisma economico prossimo venturo, o la nascita della democrazia in Italia. I referendum e le elezioni amministrative hanno dimostrato due cose. La prima è che tra società e partiti non esiste più alcun collegamento, i partiti del nucleare e della gestione privata dell’acqua sono stati spazzati via. La seconda è che i media non rappresentano più lo scudo degli inciuci e delle decisioni prese dall’alto. L’informazione in Rete è libera. I partiti, a iniziare dall’osceno duopolio Pdl-Pdmenoelle sono stati superati (fanculati?) dai cittadini, ma fanno finta di nulla. Continuano imperterriti nello scontro frontale. I media sono un ferrovecchio assistito dai finanziamenti pubblici. Non servono più a nulla, ormai sono allineati tra loro e senza alcuna credibilità. Le posizioni del Gruppo l’Espresso e di Mediaset sulla Tav in Val di Susa sono identiche. De Beneduttoni. Al Potere rimane l’ultima difesa: lo Stato di Polizia. La strategia infame di mettere gli italiani gli uni contro gli altri. Carne da macello. Le campane in Val di Susa, delle sue chiese, questa domenica suonano per tutti gli italiani. Ascoltatele, sono anche la vostra voce. E’ la voce della democrazia.

******************** DIRETTE:

Guardate i miei filmati dalla Val di Susa su Facebook

Seguite la giornata No Tav su twitter con #notav

Ascoltate la diretta di Radio Blackout

********************

Condividi
Articolo precedentePensateci!
Prossimo articoloInglesi (?) in Val di Susa