LA RETE DEL GRILLO
    Blog Blog Iscriviti La Settimana Help Promozione su www.beppegrillo.it Contattaci 19/04/2009
.
Il post di Beppe Grillo
LETTERA A UN VECCHIO RAGAZZOCaro vecchio del 2009, vecchio forse non si può più dire, è considerato un insulto. Ti chiamerò allora vecchio ragazzo. Un ragazzo invecchiato che ha il Viagra in tasca e la pensione e per informarsi guarda la tv. Un signore che legge i giornali di Regime. La Repubblica se andava alle feste dell'Unità, il Corriere se crede nelle istituzioni, il Giornale se non ha mai creduto in nulla. Sei sopravvissuto a tutto. Ad Andreotti, al muro di Berlino, alle Brigate Rosse e alle stragi di Stato. Qualche volta anche alla tua coscienza. La tua generazione è alla guida del Paese. Con quelle dentiere possono dire quello che vogliono. Ai vecchi si perdona, sono come i bambini, se devono dire una scempiaggine la dicono, se lo possono permettere. Infatti, le dicono ogni giorno. ... [continua]


FEDERALISMO BASTARDO"Con il federalismo e il federalismo fiscale avremo tutte regioni a statuto speciale. Si giocherà non più sui trasferimenti maggiori, ma sull'efficienza, la qualità, la trasparenza, la produttività... La Valle d'Aosta è una regione piccola, che riceve dallo Stato cinque volte le risorse delle altre. Questo è ciò che io chiamo federalismo bastardo: è troppo facile nascondersi dietro all'autonomia per sprecare le risorse". Renato Brunetta. Federalismo padano contro federalismo bastardo, è una bella lotta. Chissà se Brunetta ha avvisato la Regione Sicilia... ... [continua]


PASSAPAROLA, LUNEDI' 20 APRILE, ORE 14.00

Vi ricordo l'appuntamento di domani con Passaparola, la rubrica settimanale di Marco Travaglio. ... [continua]



Il miglior commento
TELEGRAMMA URGENTE DALL'ABRUZZO
leggi il post

commento di The Guardian (Voti: 78)

business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Governo di Merda e Lega LADRONA e COCAINOMANE

Dopo le lacrime del Vecchio duce Berlusconi e la passerella degna del miglior sciacallaggio elettorale ad opera dei quaquaraquà e delle “zoccole” di governo, venerdì 17 aprile il TG 1 di RaiMerdaset mostrava le immagini dei terremotati abruzzesi che si spartivano le cuccette di un angusto scompartimento di un vagone ferroviario di Treno Notte.

Nello stesso momento, presso il “Covo” delle infrastrutture, auspice il lacchè Matteoli, si stava firmando l'accordo-contratto per avviare la fase finale(?!?!?) (progettazione esecutiva e realizzazione mafiosa) del Ponte sullo Stretto SISMICO di Messina.

Perché questo accostamento? Perché il Ponte sullo Stretto ad alto rischio sismico costa già adesso, senza calcolare gli imprevisti e le tangenti, 7 miliardi di euro, più o meno quanto costa la ricostruzione dell'intera area colpita dal sisma.

Il lacchè Ghedini, ad Anno Zero, con il suo sguardo inquietante da quaquaraquà extraterrestre, ci ha mostrato giovedì sera un disegnino a colori nel quale, come in una torta nuziale a più piani, si descriveva la futura “niù taun” della ditta stragista Impregilo.

:-(((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((

Noi diciamo BASTA…dovete andarvene a Fanculo tutti. (zoccole comprese)


p.s.

Antonio Di Pietro ci invita per il 5 giugno a Piazza Navona,

N O N M A N C A T E

Lettere dalla Rete

DIFFAMAZIONE A MEZZO BLOG

di A.C.

Caro Beppe,
Sono uno studente di 21 anni che recentemente ha avuto una denuncia per diffamazione a mezzo blog. Non voglio entrare nello specifico, dirò soltanto che nel mio blog denunciavo il comportamento scorretto (o truffe) di alcuni promoter di una società che in seguito ad una semplice firma obbligano il malcapitato ad acquistare tot prodotti per uno o più anni.
Come ti ho detto io sono uno studente e un blogger per passione. Sicuramente dopo questa denuncia mi è passata la voglia e la passione di scrivere sul blog. Ed è triste constatare sulla rete che tantissimi blog vengono denunciati, sequestrati o censurati solo per il semplice fatto di raccontare al mondo la verità.
Volevo fare un appello a tutti i blogger o anche solo a te Beppe che sei il re dei blogger, affinché si costituisca una sorta di associazione a tutela dei blogger. Magari con un legale in comune che sappia muoversi agevolmente tra le (poche) norme che disciplinano il mondo di internet.
Piano piano stanno distruggendo tutti i blogger in particolare quelli come me che a stento riescono a permettersi un legale.
Quello che è certo è che non smetterò di informarmi tramite internet.
Sinceri Saluti



GOMORRA E TERREMOTO

di E.B.

In Gomorra, Saviano ci aveva avvertito che le case degli Abruzzesi erano piene di sabbia
Davvero toccante rileggere ora, dopo la tragedia in Abruzzo, le parole di Saviano nel libro “Gomorra“. Aprite a pagina 236 e leggete:
"Io so e ho le prove. So come è stata costruita mezz’Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita, i progetti. E la sabbia. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi, ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia. Camion in fila, che attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma. Erano riusciti a rimanere, a resistere senza emigrare e sotto i loro occhi gli portavano via tutto. Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi, nei palazzi di Varese, Asiago, Genova."


.

I libri e i video di beppegrillo.it
delirio
Il video
L'Aquila, dove il tempo si è fermato
Il Video
Foto
Emergenza primaria
La foto
Grillorama
Grillorama
.
Per non ricevere questa notifica: Disiscriviti>> | Per scrivere al Blog clicca qui
%%detect_both%%