LA RETE DEL GRILLO
    Blog Blog Iscriviti La Settimana Help Promozione su www.beppegrillo.it Contattaci 23/04/2009
.
Il post di Beppe Grillo
SECONDA STELLA, L'ACQUA: PETRELLAL'acqua è vita. Privatizzare l'acqua significa mettere la nostra vita nelle mani delle multinazionali, della Borsa, delle stock option, dei dirigenti di partito. Un comune che privatizza l'acqua perde il diritto di rappresentanza dei cittadini. Perché i sindaci privatizzano l'acqua? Chi ci guadagna? Se i cittadini perdono, qualcuno ci deve guadagnare... I nostri dipendenti non possono alienare le risorse del nostro Comune. Nessuno li ha autorizzati. La vita è nostra e l'acqua pure. Il video di oggi è dedicato a Riccardo Petrella, esperto mondiale dell'acqua. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure. ... [continua]


LE INTERVISTE DEL BLOG: LUIGI DE MAGISTRISPubblico un appello alla rete di Luigi de Magistris.

Testo:

"Allora, prendo spunto da Beppe Grillo, questo è un comunicato politico breve che rivolgo alla rete.

Uomini e donne della rete uniamoci tutti! Credo che sia il momento di impegnarci, ognuno con la propria storia per cambiare questo Paese.

Quello che sto provando in questi giorni e in queste ore è molto importante. ... [continua]



Il miglior commento
ONNA NON C'E' PIU'. ONNA CI SARA'
leggi il post

commento di Mattia Fontana (Voti: 26)

Nel 1906 ci fu uno dei terremoti più gravi della storia, questo avvenne a San Francisco. 8.2 di magnitudo, quasi il doppio di quello dell'Abruzzo. I morti furono tra i 2/3 mila da San Francisco fino all'Oregon e la gran parte morirono non per il terremento in se ma per vari incendi scoppiati a seguito del sisma.
Quello che stupisce è che i governi dell'epoca, in appena 6 giorni (dopo il sisma) avevano già messo a disposizione (per oltre 600.000 persone) case prefabbricate in legno e altre abitazioni di proprietà degli stati, ovvero in 6 giorni le persone non erano più nelle tende. Attenzione! Era il 1906 e non il 2006.
In Abruzzo, questo governo non sarà in grado di mettere su una cazzo di casetta di legno prefabbricata per non so quanti mesi, forse anni, e di sicuro non le avranno per tutti perchè si sa che anche se costano 20.000 euro l'una dovranno specularci sopra e farcele pagare a noi almeno 130.000 eruo l'una.
Voglio dire anche questo; Il terremoto dell'Abruzzo darà da mangiare al sistema mafio/politico davvero tanti miliardi di euro ancora prima di cominciare a capire se, come e dove ricostruire, su questo si dovrebbe indagare. Ma cosa lo dico a fare!? Non frega un cazzo a nessuno, l'importante è credere alle stronzate del nano malefico, finchè non ci avrà ripulito a tutti ben benino non saremo contenti.

Lettere dalla Rete

ONNA NON SIA IL GROUND ZERO DI BERLUSCONI

di A. E. C.

Il 25 aprile preannuncia la seconda onda dell''invasione mediapolitica in Abruzzo da parte del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Secondo le sue ultime dichiarazioni, andrà a profanare ONNA, la "città che non c'è più", ed a calpestare le prove sulle quale la giustizia italiana prova ad indagare.
E poi vorebbe farci il G8, pure, nell'Abruzzo. Far vedere le sue nuove TWIN TOWERS..
Ecco Silvio "W" Berlusconi in arrivo. L'"abbronzato Obama" non lo vuole ricevere? Allora si riparte col buon vecchio metodo. Sta arrivando col suo popolo della Libertà per colonizzare la sofferenza, aiutato dal suo impero mediatico, e sognando il business delle NEW TOWN. Senza pudore, dall'Aquila ci parlerà delle sue idee di FREEDOM TOWN, di NUOVE CASE della Libertà.
Non lasciamo Onna e L'Aquila diventare il Ground Zero della politica berlusconiana.
Il Salvatore Silvio arriva, presto Santo. Prossimo miracolo? Forse resuscitare i morti dell'Abruzzo per farli votare alle prossime elezioni?
Qui non ci stiamo proprio: fa male la testa e ci piange il cuore. Basta!.
Basta con l'Italebania e le fatwah del Mollah Silvio contro giustizia e informazione.
Per favore, non lasciamo NESSUNO prendere in ostaggio i sfollati dell'Aquila, e questo ancora meno da parte dellla politica italiana, che avendo chiuso gli occhi per anni sullo sporco business che lì si faceva, è sicuramente responsabile di più morti nell'Abruzzo del terremoto stesso.
Vogliono costruire nuovi edifici sopra le macerie, evidenti prove di colpevolezza necessarie a l'inchiesta? Allora questo gruppo puo anche accogliere testimonianze al riguardo.



LA LEGGE REGIONALE SUL CIBO IN STRADA

di P. M.

Ciao Beppe ti scrivo per segnalarti che nel post "Cono Legato" c'è un errore di fondo dovuto probabilme ai soliti giornalisti ingnoranti che scrivonoo senza sapere di cosa stanno scrivendo e poi la gente viene presa per il culo.
La legge in questione (come chiarito dai promotori qui) non vieta di mangiare fuori dai locali ma bensì vieta ai gestori di allestire arredamenti (tavolini, panchine ecc.) per il consumo al di fuori dei locali stessi!! I giornalisti hanno letto il testo o non l'hanno capito.
Il cavillo ruota sul fatto che attività come pizzerie, kebabbari e gelaterie sono classificate come attività artigianali e non commerciali come bar e ristoranti.
Cercando, e non poco, sul sito della Regione Lombardia il testo non si trova visto che non è stato ancora pubblicato sul BURL (bollettino ufficiale regione lombardia) ma si trova la proposta di legge vagliata dalla commissione competente.
In conclusione mi permetto di dire che se volevano colpire i kebabbari hanno sbagliato mira e hanno perso i gelatai!!!
Ciao e grazie.


.

I libri e i video di beppegrillo.it
passaparolatris
Il video
SENZA PAROLE
Il Video
Foto
scambi di opinione
La foto
Grillorama
Grillorama
.
Per non ricevere questa notifica: Disiscriviti>> | Per scrivere al Blog clicca qui
%%detect_both%%