LA RETE DEL GRILLO
    Blog Blog Iscriviti La Settimana Help Promozione su www.beppegrillo.it Contattaci 07/05/2009
.
Il post di Beppe Grillo
LE PALE NON GIRANO, LE PALLE INVECE SI'"E' un raffinato sistema di connessioni tra il business e la politica. Un piccolo gruppo controlla il settore dell'eolico. Molte società sono presenti, ma dietro ci sono le stesse persone." Dichiarazione di Roberto Scarpinato al Financial Times. Il giornale riporta in prima pagina: "Indagini sulla mafia sui possibili collegamenti sulla costruzione di impianti eolici". All'interno è dedicata una PAGINA INTERA sull'argomento. Dopo il passato ci stanno fottendo anche il futuro. Le energie rinnovabili sono il nuovo terreno di scambio tra imprese, politica e criminalità organizzata. Alle spalle l'Italia ha una lunga storia di inceneritori, discariche di rifiuti tossici, depuratori mai avviati. Malattie, cibi inquinati, acque ridotte a fogne. Ora si riparte. Come prima più di prima. Ovunque arrivino i contributi pubblici, là volano i politici collusi, il voto di scambio, la distruzione del territorio. Abbiamo inventato le pale eoliche da paesaggio, che funzionano da ferme. Le pale non si muovono, girano solo le palle. ... [continua]


NON MOLLO, NON MOLLATELe liste civiche per i Comuni a Cinque Stelle sono formate da cittadini che si autofinanziano per qualunque cosa. Spot, volantini, cartelloni. Persone osteggiate da ogni partito, dalle lobby locali. Cittadini con l'elmetto. Se inseriremo anche un solo consigliere nei Comuni le cose cambieranno. Io non mollo e voi non mollate. Forza Bergamo a Cinque Stelle! ... [continua]


TERZA STELLA, RIFIUTI ZERO - MATTEO INCERTIPubblico l'intervento che Matteo Incerti ha tenuto al raduno delle Liste Civiche, il giorno 8 marzo 2009 a Firenze.
"Ciao a tutti, siamo qui per parlare di rifiuti zero, rifiuti zero è il futuro, sentiamo Pd e Pdl parlare di inceneritori e discariche. Ebbene sappiate che loro stanno parlando del passato, rifiuti zero è il futuro perché vuol dire più ambiente, più salute, più lavoro e più risparmio economico. Ci sono cinque regole che dovete tenere in mente bene come futuri amministratori per far entrare bene la mentalità di rifiuti zero. ... [continua]



Il miglior commento
NANO ICONOCLASTIA
leggi il post

commento di Maurizio Dati (Voti: 48)

E noi dovremmo distinguere privato e pubblico? Ma che diavolo dite! Infangano milioni di italiani ogni giorno sbattendoli su giornali e in televisione e poi, se capita che il capo di governo va con una minorenne e sbatte, lui non gli altri, la moglie nuda sul giornale, noi dovremmo distinguere privato e pubblico? Se fosse capitato a Prodi ciò che ha fatto lui, avrebbero parlato per 3 mesi. Oggi invocano la sfera privata. Vai a Napoli per mesi, prendendo per culo gli italiani, si scopre che ci vai per donne e gli italiani dovrebbero stare zitti? Sono faccende private! Ma quale privato? Ci entrano in casa, telefonano, manganellano ad ogni parola, privatizzano l'acqua, tolgono il lavoro, la possibilità di votare, chiudono nel cesso milioni di firme, schedano i blog, minacciano la rete, bloccano la sanità, umiliano le donne e poi, quando un aspirante presidente della repubblica va con minorenni, gli italiani dovrebbero abbassare la testa, zittire, tacere, perchè son fatti privati? La moglie l'ha definito malato, non noi. La moglie ha detto che frequenta minorenni, non noi.
Patetico ieri sera. Vomitevole. Un ragazzino di 72 anni che quasi piange per recuperare la fidanzata e la minaccia di dire che quasi quasi potrebbe parlare. Perchè così fanno con gli italiani. O li voti o ti minacciano di toglierti questo e quello. Peccato però che molti son rimasti in mutande e non hanno più niente da perdere e altri hanno il coraggio di De Magistris, di Forleo, di Santoro e di Grillo e se li sposti da un posto te li ritrovi ancora più sotto, col fiato addosso.
Sono partito da Milano per Napoli perchè il tempo si stava guastando e sono arrivato in anticipo e quindi ho partecipato alla festa di Noemi. E il collier coi diamanti dove l'hai comprato, a Milano, a Napoli o a Forcella? O l'hai scippato a qualche hostess dell'alitalia? O è di tua figlia?

Lettere dalla Rete

PEDEMONTANA-TANGENZIALE COMO

di M. Z.

Caro Beppe, mi chiamo Massimo Zanini e sono residente nel comune di Casnate con Bernate che verrà coinvolto nel progetto insieme al comune di Grandate, che riguarda la tangenziale di Como lotto 1.
È solamente da un paio di settimane che sono venuto a conoscenza del progetto della Tangenziale di Como, che è stato incluso nel famoso progetto della Pedemontana, in quanto è stato presentato ufficialmente sui giornali locali .
Ho cominciato da lì, ad informarmi meglio e da lì ho saputo che le Giunte dei Comuni interessate erano a conoscenza logicamente di ciò da parecchio tempo, ma che si sono guardati bene nell’informarci, anzi in certi casi hanno anche dato l’autorizzazione per la costruzione di nuove abitazioni che ora devono venire distrutte.
Sto parlando di un progetto che comprende costruzioni, di svincoli, strade a doppia corsia, gallerie che passerà in mezzo ad una zona altamente abitata e che di conseguenza dovrà dar corso ad una serie infinita di espropri (che sono già iniziati), abbattimento di case appena costruite, espropri temporanei per poi fermarsi in mezzo ai dei campi ,e proseguire successivamente con un altro progetto da definire, i lavori dovrebbero durare circa 5/6 anni.
Potete consultare il sito della pedemontana per capire meglio di cosa si tratta.
Questo è un ACCORATO APPELLO come semplice cittadino, perché dovremo convivere con un cantiere di enormi proporzioni per la realizzazione di una autostrada a due corsie di marcia e ad una galleria in una zona residenziale.
E’ inimmaginabile pensare il disagio e tutte le conseguenze che dovremo subire, le polveri ,gli automezzi che passeranno per portare via i detriti , le strade verranno chiuse per consentire la realizzazione del cantiere , e tutta una serie di piccoli problemi quotidiani.
Sabato 9 maggio ci sarà nel comune di Grandate alle ore 14 un consiglio comunale straordinario per parlare del problema, e io spero di aver la possibilità di intervenire per dire il mio punto di vista. Non chiederò NO alla Pedemontana .Chiederò un semplice SI. SI alla nostra vita a quella dei nostri figli. SI alla nostra dignità. SI alla nostra casa . SI al nostro giardino. SI all’aria pulita. SI al diritto di vivere nel paese che abbiamo scelto. SI a tutto quello che la Pedemontana ci sta togliendo.
Chiederò ai presenti di costituire un comitato , ai mezzi d’informazione e a tutte le persone di senso civico di darmi un aiuto in questa battaglia perché il bene comune è di tutti.
Spero di trovare nel blog l’aiuto che le istituzioni interpellate personalmente non ti danno.
Resto a disposizione di tutti voi.



ERIK 168

di E. P.

Caro Beppe,
abito a Rovigo, sono un bravo ragazzo, educato bene dalla mia famiglia, mi impegno a lavorare e a far bene il mio lavoro. Mi batto per le ingiustizie, molto spesso inutilmente, faccio parte del meetUp di Rovigo e vado in comune con la telecamera. Questo è uno sfogo.
Quello che mi inorridisce ogni giorno è la situazione in cui siamo. Ormai non ci sto più. Quando mi sveglio la mattina e mi guardo intorno vorrei svegliarmi una seconda volta perché è un incubo terribile. Le amministrazioni sono marce dentro a tutti i livelli e la cosa che mi fa più paura di quelle persone è che sono convinte di essere nel giusto! Non accettano nemmeno le critiche perché "loro fanno bene il loro compito" anche quando lo fanno male o con qualche illegalità qua e la.
Beppe mi devo prendere un 168 anche io perché questo mondo di ignoranti che comandano non lo sopporto più. Nelle aziende più sei stupido (e controllabile) più fai carriera, basta avere la cattiveria. Io sono uno dei tanti lavoratori precari, un apprendista ovviamente, dove lavoro io gli apprendisti li spremono come l'oliva per l'extravergine "perché l'azienda deve risparmiare" ha detto il capo area... e poi quando dice una frase si contraddice da solo.. almeno usassero quel risparmio per farsi un'istruzione! Io ho 26 anni, vorrei una famiglia e una casa, ma non vedo che nero davanti a me, non c'è più speranza per quanti come me vivono questo baratro. Magari ci ripenso a 70 anni...
Io non lo so se si rendano conto e a questo punto se siano anche così sadici da provare piacere nel vedere un ragazzo o una ragazza giovane che si umilia per ottenere qualcosa che dovrebbe essere invece garantito come lo è stato per loro 40 anni fa. Il lavoro è necessario come lo è l'aria.
Io sento nel profondo del mio cuore non soltanto la necessità di fare tutto il mio possibile per cambiare qualcosa, ma anche l'immenso bisogno di cambiare un mondo che si è fermato.
IO HO VOGLIA DI VIVERE E VOGLIO VIVERE. Adesso, non a 90 anni se avrà la sfortuna di arrivarci.
Grazie Beppe, molto probabilmente sei molto più amico tu degli italiani di quanto lo possa essere qualsiasi altro. Non mollare mai, noi giovani siamo tutti con te.


.

I libri e i video di beppegrillo.it
passaparola
Il video
NOTIZIE VS. INFORMAZIONE
Il Video
Foto
finalmente habemus nanum
La foto
Grillorama
Grillorama
.
Per non ricevere questa notifica: Disiscriviti>> | Per scrivere al Blog clicca qui
%%detect_both%%