LA RETE DEL GRILLO
    Blog Blog Iscriviti La Settimana Help Promozione su www.beppegrillo.it Contattaci 04/03/2015
.
Il post di Beppe Grillo
Grillo Flash

Caro amico, cara amica,

da domani sarà attivo un nuovo servizio di informazione che tratta i contenuti del blog e le notizie di attualità politica. Lo abbiamo chiamato Grillo Flash e prenderà il posto de La Rete del Grillo.

Beppe Grillo

... [continua]


Beppe Grillo spiega il reddito di cittadinanza al Corriere della Sera

Ha appena incontrato il presidente Mattarella. E i suoi primi commenti sono stati molto positivi.
«È difficile valutare un incontro come una seduta psicoanalitica. In questa occasione Mattarella mi è sembrato una persona gentile, sensibile ai temi del Movimento, dalla lotta alla corruzione alla mafia - che ormai è cambiata, è diventata quasi a norma di legge, 2.0 -, al reddito di cittadinanza, su cui sembrava molto d’accordo. Abbiamo speso tempo per far capire al presidente che non sono come mi descrivono, quello che urla, e credo sia rimasto piacevolmente sorpreso».

... [continua]


Laura Alunni per l'Umbria 5 Stelle

"Sono Laura Alunni e sono la candidata portavoce M5S alla presidenza della regione Umbria. Per la prima volta, il MoVimento 5 Stelle entra in regione e lo farà insieme ai cittadini. Per un Umbria dove tutti i territori hanno pari dignità e non ci sarà nessuna disparità di trattamento dove nessuno rimane indietro! Per andare oltre sanitopoli, le liste d'attesa, la demolizione dello stato sociale. Per il made in Umbria riconosciuto come eccellenza mondiale. Per un Umbria libera dalla mafia dei partiti.

... [continua]



banner_amazon_tech.jpg
Il miglior commento
Ha vinto la mafia
leggi il post

di Johnny Gaspari, Cepagatti (voti: 4)

Non è che la mafia ha vinto, la mafia siamo noi. Quando vedi un vicino di casa che soffre e tu ci ridi da dietro alla finestra e provi a vedere se puoi ricomprarti qualcosa da lui sta facendo il mafioso.
Quando pensi solo alla tua famiglia, ti barrichi in casa e fai di tutto perché tuo figlio prenda quel posto che non merita a discapito di un'altro, stai facendo il mafioso. E potrei farvi decine di altri esempi chiarificatori. Il problema sta proprio la, prediamo atto che la maggioranza degli italiani sguazza, vive e gode nel sistema mafioso. Adora il sistema mafioso e i borghesi di sinistra, con i loro metodi da squadrismo tipico dell'intellettuale de noaltri, sono la fotografia moderata della mafia. Quella più pericolosa, quella che viene scambiata per famiglia distinta borghese...quelli sono i mafiosi veri. Io sono fuori dai giochi. Io non pago più nulla. Io non lavoro più e mi adeguo. La maggioranza degli italiani vuole questo sistema. Punto.

Lettere dalla Rete

I danni hanno ancora da venire

di A.L.

La società politica Italiana sta subendo una profonda involuzione e le azioni "rinnovative" del PD di Renzi in realtà stanno distruggendo lo stato sociale del paese. E' ormai assodato che la macchina del partito democratico vive di luce riflessa di un consenso sociale che risulta confuso e frammentato. E' proprio questa condizione che favorisce gli autoritarismi e premia i decreti di urgenza esautorando qualsiasi discussione Parlamentare opportunamente incolpata di essere unica causa dei ritardi legislativi. L'Italia si sta suddividendo in caste più facilmente controllabili con finanziamenti ad hoc magari in qualche milleproroghe per sedare eventuali dissensi. Ne deriva una occupazione anch'essa a macchia di leopardo,disgiunta e discontinua ma siamo davvero senza speranza. La crisi e sopratutto la gestione della crisi hanno talmente fiaccato il mondo lavorativo che è impensabile qualche articoletto sulla fiducia di consumatori ed imprese a veicolare una reale ripresa. Ne frettolose ed improbabili leggi possono farci uscire da questo tunnel infinito dove ogni anno la luce viene solo annunciata. Lo stato è in mano alle persone sbagliate, non rappresentative, non all'altezza ma sopratutto distanti anni luce da quello stato sociale che è la spina dorsale del paese e che mai come in questo momento ha bisogno di coordinamento e collaborazione perché ogni compartimento stagno di una casta impedisce l'armonizzazione sociale ed occupazionale unico stimolo per la crescita. La politica invece fa l'esatto contrario, divide e impera, compra e vende nella speranza che la ferita possa sanarsi da sola e continuare a vivere a debito. La spia d'allarme non si è mai spenta, l'Italia continua ad affogare nella disoccupazione e prima o poi il bluff finirà.



Nulla si crea e nulla si distrugge

di B.P.

Quelli del PD hanno sempre le facce sorridenti,una sorta di ghigno di ostentazione come per dire ora comandiamo noi. Peccato che ci siamo già passati e quei ghigni assomigliano tanto a quelli dei forzisti di Berlusconi ora decaduti dal trono. Una volta era la sinistra all'opposizione che criticava l'autoritarismo del governo di destra oggi si è completamente sostituita ad esso. C'è una cosa che li accomuna nel tempo ed è la bramosia del potere,l'ansia della sconfitta, la lotta delle poltrone,la paura di misurarsi con l'elettorato ma sopratutto l'ipocrisia di auto eleggersi a salvatore della patria. Ci siamo già passati, è già accaduto che l'elettorato votava prima l'uno poi l'altro in un disperato tentativo di scegliere l'uomo giusto al potere ma la realtà conferma la noia e la scarsa volontà del cittadino di impegnarsi anche minimamente ad essere protagonista della vita politica del paese preferendo subire passivamente le nomine dettate dai partiti. Berlusconi e il suo partito hanno logorato tutti i consensi e la loro memoria col tempo diventa sempre più sbiadita. Renzi e il suo PD faranno la stessa fine e non lasceranno niente alla nazione se non qualche riforma all'acqua di rosa e le ennesime cialtronerie che complicheranno il futuro economico e sociale dell'Italia. D'altronde nulla si crea e nulla si distrugge tutto viene trasformato: l'elettorato, i consensi, gli uomini che ci rappresentano ma non si modifica di una virgola quel pensiero collettivo che serve a un popolo per essere davvero tale e reclamare la sua sovranità. C'è una sola cosa che non può essere trasformata ed è l'idea,l'utopia,il desiderio di vivere in un paese dove poter applicare una reale democrazia dove ognuno risponde per se stesso e il suo prossimo e dove chi ci rappresenta è uno di noi. E' la strada dell'umiltà e dell'onestà troppo dura per gli uomini che non rinunciano al facile consenso ma è la strada dell'eternità.


.

I libri e i video di beppegrillo.it

santilaici2015_S.jpg

Il video
di M5sParlamento
MicroCredito a cinque stelle - INFOGRAFICA
Il Video
Foto
di natangeloemme
Ragioni di sicurezza
La foto
Grillorama
Grillorama
.
Per non ricevere questa notifica: Disiscriviti>> | Per scrivere al Blog clicca qui
%%detect_both%%