Condividi

“L’immunità concessa ai futuri senatori ormai scandalizza ben poco. Il ministro Boschi interviene in commissione sostenendo di aver condiviso l’emendamento Finocchiaro-Calderoli che appunto doterà in futuro i senatori-sindaci-consiglieri regionali di uno dei più odiosi privilegi della casta, la possibilità di sottrarsi alla legge. Così facendo contraddice se stessa, giacché quando pochi giorni fa è esplosa la polemica, lei si era detta all’oscuro di questa volontà da parte dei relatori, venendo poi puntualmente smentita. E ricompaiono le larghe intese volte a difendere la partitocrazia, con solo M5S e Sel che votano contro e Minzolini che si astiene. E “La Repubblica“, il quotidiano che avrebbe sparato a zero se piuttosto che Matteo ci fosse stato Silvio, riporta la notizia dopo aver dato il risultato in diretta di Argentina-Svizzera…” Nicola Morra