Condividi


I pensionandi, quelli che aspettavano la pensione da una vita, hanno di che essere soddisfatti. Parteciperanno al risanamento dei conti pubblici. Brunetta, il ministro che da vicino sembra lontano, ha inventato un neologismo da perfetto “mona de to mare“. La parolina magica è: “finestra dimezzata“. Le pensioni di anzianità e di vecchiaia del 2011 slitteranno di alcuni mesi. Le pensioni di anzianità avranno una sola data per la richiesta, quelle di vecchiaia due date dalle quattro attuali. Le finestre dimezzate consentiranno al Governo di incamerare UNMILIARDOSEICENTO MILIONI DI EURO nel 2011. La manovra potrebbe essere anticipata al 2010 (il cosiddetto piano B) con un un risparmio immediato di 800 milioni. Brunetta ha minimizzato: “Il ritardo di qualche mese per chi aveva deciso di andare in pensione, è un sacrificio? Chiamiamola piccola iattura, ma non mi sembra una cosa insopportabile di fronte a tutto quello che sta succedendo in Europa e in giro per il mondo“.