Condividi


La Guardia di Finanza si è presentata al Senato per ottenere i conti della Margherita su mandato della Procura di Roma. I finanzieri non sono potuti entrare perché non era stata prevista la presenza di Schifani. Il Senato infatti è off limits, protetto dalle “guarentigie parlamentari“. Il tutto ora è nelle mani della Giunta per le Immunità presieduta da “Lampadina” Follini che si è attivato prontamentei sul caso. “La Giunta non può pronunciarsi su un caso astratto, ma sul merito della documentazione presentata“, ha spiegato. Il capogruppo nella Giunta è un pidimenoellino, tal Francesco Sanna, che ha rincarato la dose “Se Schifani ci ha chiesto un parere teorico (belin, ndr) sull’eventualità che una richiesta del genere possa incidere su prerogative dei senatori tutelate dalla Costituzione, noi dovremmo rispondere che dipende dal documento concreto (doppio belin, ndr) che ci dovrebbe essere presentato e che non abbiamo“. Ma da quando i conti correnti dei partiti sono protetti dalla Costituzione?

Condividi
Articolo precedenteIl salto culturale
Prossimo articoloIl Merdellum