Condividi

Credits vignetta: TheHand

Chiudiamo Equitalia! Con un un precedente post abbiamo chiesto le vostre testimonianze sul rapporto con Equitalia. Oggi pubblichiamo l’ottava. Nei commenti inserite la storia delle vostra esperienza con Equitalia, per chi ha avuto la sfortuna di averla. Ricordiamo che le testimonianze saranno raccolte in un libro scaricabile on line gratuitamente.

“REVOCA ADDEBITO RID E RIALLINEAMENTO D’UFFICIO DA PARTE DI EQUITALIA.
La storia che vi racconto ha dell’incredibile, ma fortunatamente ne sono venuto a capo dopo varie minacce di denuncia.
Nel 2012 a seguito di disdetta da parte del Comune di Bari del Servizio di Riscossione Tributi a Equitalia, faccio una verifica sul mio c/c circa la regolarità dei miei pagamenti negli anni precedenti. Vengo a scoprire due addebiti di E.440 e 148: importi per i quali non avevo riscontri, tranne il nome del beneficiario EQUITALIA appunto. Mi reco presso lo sportello di Bari e presento una regolare domanda, giusto per sapere a quale titolo e per quali bollette mi erano state prelevate tali somme.Contemporaneamente inoltro analoga domanda alla mia banca, visto che non mi risultavano “deleghe” attive verso Equitalia. La mia banca mi risponde così: “La informiamo che l’autorizzazione RID, da Lei revocata in data 07/07/2010, è stata nuovamente attivata dall’azienda creditrice con messaggio di “riallineamento” elettronico pervenutoci in data 07/09/2010“. Aggiungo: A MIA INSAPUTA!
Constatato che Equitalia non mi dava risposte esaustive, chiedo di poter parlare con un dirigente. Da questo colloquio, vengo a conoscenza che qualche anno prima, Equitalia si è frazionata in tre macroregioni e che la Puglia rientrava in Equitalia Sud, che avendo sede a Catanzaro non era possibile recuperare il “cartaceo” da cui risalire per ottenere le risposte dovute. Dopo rinnovate rimostranze per queste generiche e insulse informazioni, affermando e dimostrando che tutte le mie bollette erano state regolarmente pagate alle date stabilite e che tali importi non mi risultavano affatto, vengo a conoscenza che queste somme riguardavano un altro contribuente (una società) che tra l’altro aveva saldato tutto alla scadenza. Io vengo rimborsato quasi subito ma, ad oggi, nessumo mi ha saputo dire cosa sia successo. E chi paga per queste falle?” Francesco Ceglie

Leggi le altre testimonianze:
Dalla moglie si divorzia, da #Equitalia no!
#Equitalia è sempre l’ultima a sapere, e il cittadino il primo a pagare
#Equitalia bussa sempre due volte
Dio perdona, Equitalia no!
#Equitalia tassa anche i morti
Le locuste di #Equitalia non muoiono mai
Equitalia ti fa ammalare, dille di smettere