Condividi

Le olimpiadi a Roma del 2024, la cui candidatura sarà discussa questo giovedì in Consiglio comunale, sarebbero la manna per #MafiaCapitale che ancora non è stata debellata e legata a doppio filo con l’amministrazione comunale. Delle Olimpiadi romane resterebbero solo gli scandali, già immaginabili, legati all’asssegnamento degli appalti e allo stato pietoso delle infrastrutture cittadine, oltre ad alcune nuove specialità olimpiche ad hoc per l’occasione:
– tiro al ratto
– salto della buca nell’asfalto
– salto del tornello della metro
– lancio della monnezza
– tiro al bersaglio al Campidoglio
Pensare di poter candidare la città alle Olimpiadi del 2024 è come se in Afghanistan, dopo l’attentato al Parlamento di ieri, ragionassero sui mondiali del 2030. Follia. Roma è allo sbando a causa di mafiosi e di una classe politica corrotta che o non si è accorta o è stata complice come dimostra il numero degli arrestati tra le file del Pd.
Michele Prestipino, procuratore aggiunto di Roma che sta indagando su Mafia Capitale, ha dichiarato che “Roma è come Palermo negli anni ’80: non vuole vedere la mafia!“. Prendere atto della situazione è il primo passo per affrontare il problema. Dopo di che dimissioni di Marino e nuove elezioni subito. Roma merita un’amministrazione onesta.

VIDEO “Romanzo Capitale” – Alemanno, Libano e Freddo #MafiaCapitale