Condividi


“Il ritorno di Silvio Berlusconi alla politica italiana potrebbe essere una benedizione per l’ex comico Beppe Grillo che, nel 2009, ha fondato il MoVimento 5 Stelle, un movimento “populista” unito sotto il disprezzo crescente per i partiti politici tradizionali, screditati dalla corruzione e dagli scandali. La trasparenza è la parola d’ordine di questo movimento insolito che conta ampiamente su Internet per comunicare. Il MoVimento ha tenuto una votazione on-line per scegliere i suoi candidati per il Parlamento alle prossime elezioni in Italia nel 2013: una rosa di 1.400 attivisti. Beppe Grillo ha annunciato i risultati sul suo blog. Il comico, che non si è candidato a queste primarie, ha comunicato che sono stati registrati circa 95.000 voti elettronici e che le donne hanno avuto un ruolo di rilievo tra i 945 candidati. Il voto on-line è stato criticato da alcuni attivisti, che hanno sostenuto che non c’erano osservatori indipendenti per monitorare il voto, ex membri del MoVimento hanno accusato Beppe Grillo di tendenze autoritarie. Ma il M5S, che si batte per un referendum sull’adesione in Italia della moneta unica europea, detiene il 19% delle intenzioni di voto negli ultimi sondaggi, il ché lo rende la seconda forza politica più potente del Paese.” France 24