Condividi

“Le primarie del PD sono davvero meravigliose, per questo, spinti anche dalla curiosità, siamo andati a documentare questo fantastico mondo con la nostra talecamera e i nostri microfoni per carpire opinioni e riflessioni sui tre candidati. Giunti ai seggi, una piccola processione di anziani infreddoliti, demoralizzati e un po’ confusi si sono ritrovati per votare il loro candidato Segretario, una devozione profonda maturata negli anni e quasi del tutto intatta nonostante tutto e tutti. L’impressione è stata quella di essere davanti all’ultimo baluardo di principi perduti nel tempo, vittime di autorottamatori da strapazzo, promesse mai mantenute e campagne elettorali improntate sull’inganno e la buona fede. Smettete di prenderli in giro, non se lo meritano.” Nikilnero e Dario Pattacini