Condividi


Ennio Doris, presidente di Banca Mediolanum, arringa i suoi promotori finanziari

Lehman Brothers ha fatto crack. Si poteva prevedere? Chi ha venduto titoli Lehman poteva evitare di proporli agli investitori? Chi li ha comprati può rivalersi se le informazioni sono state elusive o false?
Ma chi ha venduto fondi con titoli Lehman in Italia? Ecco i nomi:
– Assimoco Vita
– Aurora Assicurazioni
– Axa Assicurazioni
– Axa Interlife
– BCC Vita
– CNP Capitalia Vita
– CNP Unicredit Vita
– Fondiaria Sai
– Mediolanum International Life
– Mediolanum Vita
– Novara Vita
– Unipol Assicurazioni
– Uniqua previdenza
– Zurich
(i dettagli su DiariodelWeb).

Recuperare i soldi si può, come spiegato nel sito della Codacons
“Spesso il consumatore al momento dell’acquisto non è stato messo in grado di comprendere la natura di queste polizze (sempre scritte in un linguaggio ipertecnico ed incomprensibile!) proposte ‘furbescamente’ come semplici piani di accumulo, ovvero pensionistici, senza menzionare i rischi connessi – come è avvenuto con le polizze indicizzate sul titolo Lehman.
Ma per fortuna, secondo la Legge Bersani (L. 2/04/07, n. 40, art. 5, n. 4) nei contratti assicurativi poliennali, stipulati antecedentemente all’entrata in vigore della legge, l’assicurato ha diritto di recedere dal contratto senza oneri (se il contratto e’ stato stipulato da almeno tre anni). Se sei pertanto titolare di una delle polizze assicurative collegate al titolo Lehman (vedi tabella in calce, comunque non esaustiva) agisci subito per ottenere il riscatto, anche nel caso di polizza ancora non scaduta! …”

Qualcuno i titoli li ha anche consigliati, per esempio sul sul sito di PattiChiari, fino a pochi giorni prima, come segnalato dal blog lo scorso 28 settembre. I voti, detti rating, alla Lehman sono stati dati dalla Trimurti: Standard & Poor’s, Fitch e Moody’s.
Per loro la Lehman era un titolo strasicuro, invece era peggio della Parmalat e dell’Alitalia messe insieme, belin.
Un gruppo di risparmiatori ha citato al Tribunale Civile di Milano Standard & Poor’s, per un risarcimento di 3,9 milioni di euro per il capitale investito nei titoli Lehman “per aver diffuso e pubblicizzato informazioni errate sulla solvibilità della banca americana e per aver violato i principi e le norme di condotta a cui era tenuta.”
Dalla Standard & Poor’s hanno fatto sapere: “I nostri rating sono opinioni sulla qualità del credito, non sono raccomandazioni a comprare o a vendere…”.
I “lehmanati” in linea si facciano vivi, scrivano un commento. Sono curioso di sapere come i promotori finanziari (“I veri highlander”) gli hanno piazzato i titoli e con quali promesse.
Il blog è a disposizione dei lehmanati, per metterli in contatto tra loro e formare gruppi di denuncia nei confronti delle società che li hanno truffati.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

– Per il risarcimento consulta il sito della Codacons.
– Per creare un gruppo di denuncia invia una mail al blog.

………………………………………………………………………………………………………..

FREE BLOGGER

Inviate le vostre foto con la scritta: “FREE BLOGGER”:
Invia una mail a [email protected] con:
Oggetto: il tuo nome
Testo: indirizzo del tuo blog
Allegato: la tua foto con un cartello “Free Blogger”
Le foto appariranno nella barra superiore del blog.

Diffondi l’iniziativa