Condividi

“La finanziaria sbandierata dal Governo come panacea di ogni male presenterà in realtà un conto salatissimo agli italiani. Non bastassero i tagli lineari agli Enti locali e la tragica assenza di investimenti produttivi, a colpire è l’attacco frontale alle pensioni. Come nota la capogruppo 5 stelle della commissione Bilancio del Senato, Elisa Bulgarelli, il tasso di capitalizzazione dei versamenti contributivi per il 2014 sarà negativo per la prima volta dall’introduzione del sistema contributivo nel 1995: – 0.1927. In parole semplici, gli euro versati dagli italiani per garantirsi una serena vecchiaia, invece che rivalutati, saranno quest’anno decurtati. La riforma Dini del 1995, infatti, aveva stabilito che il tasso di capitalizzazione dei contributi fosse calibrato sulla dinamica del Pil degli ultimi 5 anni. Inutile osservare come dal 2008 il Pil sia crollato e lo stesso Renzi, lungi dal mettere in campo misure espansive, stia eseguendo fedelmente l’austerità europea. La lunga recessione italiana minaccia presente e futuro e il premier cosa fa? Non solo non prende alcun provvedimento nella manovra 2015 per garantire una seppur minima rivalutazione dei contributi previdenziali, ma sferra altri due cazzotti in pieno volto ai lavoratori e alle pensioni che verranno. Da una parte la farsa del Tfr anticipato in busta paga, che sarà tassato al 17% invece che all’11%, intaccando l’importo futuro della liquidazione, dall’altra l’aumento della tassazione sulla previdenza integrativa (i fondi pensione) dall’11% al 20%. Nei vincoli suicidi dell’euro e dell’Unione Europea tutto quello che può fare Renzi è fingere di litigare con la Troika, mentre al primo rimprovero corregge la finanziaria e programma di spremere gli italiani oggi con i soldi di domani. Pensavamo che almeno sulle pensioni il brutto ricordo del Governo Monti rimanesse insuperato. Sbagliavamo. Renzi, tra un annuncio e l’altro dai salotti televisivi, ci fa rimpiangere perfino le lacrime di coccodrillo della Fornero. Attenti alle pensioni, con Renzi scappano!”
M5S Senato