Condividi
Photo Di Shutterstock

L’Europa può produrre oltre 100 volte la quantità di energia che attualmente produce attraverso i parchi eolici su terra.

In un’analisi di tutti i siti adatti per i parchi eolici, il nuovo studio dell’Università del Sussex e dell’Università di Aarhus rivela che l’Europa ha il potenziale per fornire energia sufficiente per tutto il mondo fino al 2050.

Lo studio rivela la capacità sarebbe 52,5 TW, equivalente a 1 MW per ogni 16 cittadini europei.

“Lo studio non è un progetto per lo sviluppo, ma una guida per i politici che indica il potenziale di quanto si può fare e dove esistono le opportunità principali”, ha affermato il co-autore Benjamin Sovacool, professore di politica energetica all’Università del Sussex. “Il nostro studio suggerisce che le aspirazioni europee per una rete di energia rinnovabile al 100% sono tecnologicamente alla nostra portata. Ovviamente, non stiamo dicendo che dovremmo installare turbine in tutti i siti identificati, ma lo studio mostra l’enorme potenziale di energia eolica in tutta Europa che deve essere sfruttato se vogliamo evitare una catastrofe climatica”.

L’analisi spaziale degli atlanti eolici basati sul Geis Information System (GIS) ha permesso al team di ricerca di identificare circa il 46% del territorio europeo che sarebbe adatto per l’ubicazione di parchi eolici onshore.

Lo studio stima che oltre 11 milioni di turbine eoliche aggiuntive potrebbero teoricamente essere installate su quasi 5 milioni di chilometri quadrati (1,9 milioni di miglia quadrate) di terreno adatto generando 497 EJ di potenza che soddisferebbe adeguatamente la domanda di energia globale prevista nel 2050 di 430 EJ.

Gli autori hanno identificato la Turchia, la Russia e la Norvegia come il maggiore potenziale per la futura densità dell’energia eolica, sebbene gran parte dell’Europa occidentale sia stata considerata adatta.