Condividi


Il Sindaco di Pomezia, parte della Giunta e un consigliere comunale, tutti del M5S, sono stati aggrediti fisicamente in Piazza Indipendenza. Tra gli aggressori l’ex sindaco Udc di Pomezia Walter Fedele. Il sindaco Fucci racconta l’accaduto.

“Tutto è nato da una delibera della giunta che rispetta quanto promesso in campagna elettorale. Per l’estate vogliamo puntare su iniziative culturali: un segnale forte per far rinascere questa città partendo dalla cultura, che per troppo tempo è stata dimenticata. La delibera privilegia le iniziative culturali che investissero soprattutto il litorale. In questi anni le uniche iniziative sono state distese di bancarelle che vendevano prodotti di bassa qualità. Quindi i gestori di queste atività, tra cui Fedele, ex sindaco di Pomezia, hanno protestato. Li abbiamo ricevuti e abbiamo spiegato loro il senso del provvedimento. Dopo di che hanno aggredito me e il vicesindaco, Elisabetta Serra, prima verbalmente e poi fisicamente. Io ho preso uno schiaffo, la Serra un pugno. Le forze dell’ordine hanno evitato che succedesse qualcosa di peggio. Noi stiamo lavorando bene: i cittadini ci hanno mandato attestati di solidarietà e stima, così come il prefetto e il ministro dell’Interno. Adesso siamo impegnati a tempo pieno per l’approvazione del bilancio che andrà fatta entro il 30 settembre. Non ci arrenderemo mai.” Fabio Fucci, Sindaco di Pomezia, M5S