Condividi


“Questione Ballarò. CAP II. Venerdì, dopo la conferenza stampa sulle nostre mail violate, mi si avvicina, con gentilezza e cordialità, un giornalista di Ballarò (tra l’altro lui il giorno prima dell’intervista sugli stipendi che ci ha fatto la sua collega e mai andata in onda, era presente al Parco Ardeatino quando spiegavo ad un gruppo di attivisti la questione stipendi, questo per dire che sul tema Ballarò ha almeno 50 minuti di girato) per dirmi che la redazione aveva postato il video in questione sulla pagina Facebook ufficiale di Ballarò ma che in TV non era stato mandato in onda nulla perchè tagliare e montare quel pezzo ne avrebbe snaturato il senso… Mentre mi parlava il nostro videomaker Maurizio ha “cacciato” fuori la videocamera e ha ripreso. Noi siamo dell’idea che, dopo aver trattato a lungo il tema stipendi (malamente tra l’altro) Ballarò aveva il “dovere deontologico” di mostrare parte delle interviste che abbiamo rilasciato. Siamo convinti che gli stessi giornalisti che lavorano per Ballarò, professionisti bravi e preparati come il ragazzo nel video, “sotto sotto” siano stradaccordo con noi. A riveder le stelle, Non in TV!” Alessandro Di Battista, M5S Camera