Condividi

L’Istat stronca Renzi e la sua manovra economica: il premier l’ha venduta come una manovra che avrebbe permesso al Paese di ripartire, ma l’Istat oggi lo sbugiarda e ci dice che l’impatto nei prossimi due anni sarà praticamente nullo. Quindi cosa ci resterà di questa memorabile Finanziaria? Solo i tagli alle Regioni, agli enti locali, alla Sanità, i tagli ai malati di Sla, alla scuola, alla ricerca. Un vero capolavoro, che serve solo ad affondare ulteriormente l’Italia, svendendo le sue risorse e i nostri diritti, e con questi anche la nostra dignità.” Alberto Airola, capogruppo M5S Senato