MoVimento 5 Stelle
Connettività
Proponi le tue idee: diventeranno parte del programma delle liste civiche
Scrivi una proposta
user-pic

Diretta video via web dei consigli comunali

Bisognerebbe regolamentare e obbligare i comuni a instaurare una diretta video via web dei propri consigli comunali. Regolamentare quindi l'operazione "fiato sul collo": l'instaurazione di un semplice impianto di webcam, che sono sicuramente molto economiche per un comune, sarebbe di grande semplicità. Ne basterebbe una, due o tre, in base alla grandezza della sala, e un semplice software di montaggio video live preimpostato che unisce in qualche modo le immagini, nel caso siano più di una. Nel caso più "raffinato", al massimo si potrebbe mettere un operatore che fa il montaggio video dal vivo come nelle dirette tv. La manutenzione di questo "impianto" sarebbe bassissima e scarsissima. Il software per lo streaming via web potrebbe essere solo da decidere fra quelli già esistenti (e che tutti noi Vlogger abbiamo imparato a usare): da Mogulus, a Qik, a ooVoo, a Skype. I primi due comprendono anche un sistema di chat da parte degli spettatori, che possono così lasciare i loro commenti su ciò che vedono e sentono.

70 commenti

| Commenta
  • user-pic

    Come immagino saprai a Firenze esiste già da anni.
    ***
    Però mi piacerebbe aggiungere la diretta delle riunioni dei gruppi consiliari, o meglio ancora nelle pizzerie fuori città, che è poi dove si prendono le decisioni vere, il resto è solo farsa.
    ***
    Ah, già. Scordavo. La proposta c'è già, lìho vista prima: "intercettazioni obbligatori di tutti i politici".
    Non scherzo, giuro.
    E non l'ho messa io.

  • user-pic

    d'accordo. più che la diretta è opportuno che il tutto sia archiviato al fine di essere reso disponibile anche offline, non costringendo quindi i cittadini a poter assistere solo in diretta, inoltre il contenuto deve essere navigabile e 'frammentato', per consentire una facile ricerca dei contenuti e un'agevole estrapolazione (ad es per la ripubblicazione su altre piattaforme).

  • user-pic

    Il partito del non voto ha la maggioranza assoluta del Paese!
    Coalizioni, alleanze, inciuci, maggioranze incestuose per racimolare quei numeri necessari a governare comuni, province, regioni, nazione. Ma in Italia c'è un partito di maggioranza assoluta pronto a governare: il partito del non voto! Di fatto l'Astensionismo è il primo partito italiano. La gente per bene diserta le urne per stigmatizzare tutto il suo disprezzo per una casta che non è più sostenibile! Occorre tenerlo presente anche quando legittimamente si festeggia la vittoria del proprio schieramento e dei propri eletti. Quando più della metà degli aventi diritto, diserta le urne, senza considerare le schede nulle e quelle bianche, è sintomo di un malessere generale, di un disagio diffuso e di una protesta che le forze politiche farebbero bene ad affrontare con serietà. E’ pesante rinunciare ad un proprio sacrosanto diritto, quale il voto, specie in una società che sta smarrendo il senso del diritto, nel nome del profitto e del libero mercato. Ma a volte, come atto estremo, è oltremodo “doveroso” rinunciare ad un diritto sacrosanto come “il voto”, soprattutto quando votare ha lo stesso sapore di quell’ora d’aria che si concede ai carcerati prima di tornare dietro le sbarre. Voti tizio. Voti caio. Voti sempronio. Ma, poi, tutto torna come prima, peggio di prima! Non cambia mai niente! Non accade mai nulla di nuovo in questo Paese! E’ molto più probabile che vi accada qualche disgrazia mentre andate al seggio, piuttosto che il vostro singolo voto conti qualcosa e determini dei cambiamenti. Oggi come oggi il vero voto inutile è il voto stesso! Allora astenersi val più che votare “il meno peggio” turandosi il naso! Il non voto è il figlio legittimo dell’ideologia che non c’è più, dell’ideologia tradita dai partiti politici e asservita ai mercati, dell’ideologia che ha abdicato al potere economico della finanza globale. Non è assolutamente qualunquismo, perché non è vero che “loro” tutti sono uguali. Ci sono politici per bene, la cui colpa, grave, gravissima, imperdonabile, è stata quella di aver soccombuto ai corrotti e ai disonesti! Il non voto è pertanto scontro, rivoluzione, lotta di classe, che contrappone “chi lavora” a “loro”, i lampioni senza olio, i mangia pane a tradimento di una politica che nulla fa per il bene comune, ma che sta lì solo per sistemare i propri affari. Il non voto contrappone chi è costretto a pagare le tasse e chi le tasse le evade o le elude. Il non voto è la linea di confine tra chi porta avanti coscienziosamente la propria attività e chi no. Il non voto è una forma di delegittimazione della casta, è il segnale forte e democratico dell’acuirsi dello scontro fra la classe politica e la maggioranza della popolazione, fra coloro che occupano le stanze dei bottoni e la gente per bene che ormai sa che da “loro” non può aspettarsi niente di buono e che per risolvere i suoi problemi deve arrangiarsi da sola! E’ soprattutto per una questione di dignità e di rispetto, per se stessi e per gli altri, che si disertano le urne. La gente per bene non cessa di essere spremuta solo perché gli si permette di votare chi la spremerà ogni “tot” anni. Astenersi significa dare un segnale forte in tal senso. Astenersi è la moderna, pacifica, democratica rivoluzione!

  • user-pic

    Credo che la cosa debba essere estesa a qualsiasi riunione pubblica dal comune al parlamento per rendere trasparente ogni riunione ed ogni votazione. Sarebbe anche utile per rendersi effettivamente conto di chi partecipa attivamente, di chi vota cosa e di chi si astiene o non partecipa proprio!

  • user-pic

    Diretta via web anche dei consigli regionali,ma anche di tutte quelle commissioni che vengono fatte spesso a porte chiuse.Fiato sul collo serve proprio per portare avanti il principio della trasparenza che invece le porte chiuse ovviamente sbarrano ;)

  • user-pic

    ciao, come tavolo connettivita' di Roma5Stelle stiamo gia' analizzando la proposta del consigli comunali via webcam. La cosa e' fattibilissima e la inseriremo nei vari programmi elettorali della citta' e dei municipi di Roma.
    Stamattina e' stata votata per la prima volta nel municipio XIII...e anche se hanno cercato di fermare questa grandissima iniziativa, ci siamo riusciti !
    Non ci fermeranno.

  • user-pic

    Il legame più stretto il cittadino di una nazione lo deve stabilire con il territorio dove risiede. Quindi è assolutamente necessario che le amministrazioni comunali diano la possibilità di tenere costantemente informati i cittadini delle loro attività. Oltre l'Albo Pretorio nei siti web dei comuni dove vengono pubblicati le delibere, ordinanze ed atti occorre trasmettere in streaming le attività collegiali sul sito del comune. Questo per una essenziale attività di controllo e non solo di informazione da parte della cittadinanza. Inoltre le riprese vanno fatte utilizzando sistemi di ripresa del comune (webcam e pc in rete) senza appaltare ciò a reti televisive locali con spreco di soldi pubblici.

  • user-pic

    Google Hangouts+ è perfetto per le dirette streaming, anche conference

  • user-pic

    volendo passare dalle parole vaghe e aleatorie ad una proposta piu'
    specifica, ecco la mia idea della struttura di un'interfaccia che consentirebbe ai sostenitori e membri del M5S la possibilita' di una VERA interazione e partecipazione alle attivita':

    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/07/proposta-di-struttura-di-interfaccia-web-si-prega-di-votare.html

    siete tutti invitati a leggerla e pregati di votarla

    • user-pic

      davvero un'ottima idea completa che risolverebbe tutti i problemi di comunicazione su internet del M5S. Spero che la votino in molti e che si faccia davvero

  • user-pic

    Sono aperte al Pubblico le riunioni chi volesse andare...certo le registrazioni sono una cosa in più, anche nella mia città viene trasmesso dal canale civico ciò che avviene a palazzo, magari il giorno seguente, ma è visibile.

  • user-pic

    nel mio comune una proposta simile è stata gia fatta e naturalmente respinta dai cattocomunisti al governo!

  • user-pic

    Completamente favorevole.
    Le sedute devono diventare di visibilità pubblica.

  • user-pic

    Pienamente d'accordo, ma non solo nei comuni e nelle circoscrizioni..le web cam in diretta su internet io le metterei in tutti i posti pubblici,esempio in scuole , ospedali , asili,anagrafe,tribunali ecc... Se si chiamano luoghi pubblici non vedo perchè non possono essere visti dai cittadini online.
    Oggi giorno avere un posto pubblico come lavoro è molto buono non vedo perchè si debbano lamentare.
    Partecipare alla cosa pubblica potrebbe essere anche venire a conoscenza di come si svolgono questi lavori..persino conoscere i nomi di chi sta spesso in malattia potrebbe dare un senso di giustizia..sapete quante volte parlando con le persone..notavo l'odio di altre categorie verso i dipendenti pubblici del tipo:
    a loro si possono permettere anche la malattia..io lavoro in proprio ed in 20 anni di lavoro sarò mancato in tutto una decina di giorni..loro invece....ferie pagate , tredicesima, ecc...e poi mi ritrovo con gente all anagrafe che ti tratta da merda e svolge il proprio lavoro con sufficienza e presunzione.. invece io in proprio se non mi faccio un culo tanto fallisco e vaffanculo..
    mi ha sempre dato molto fastidio andare in luoghi pubblici e veder trattata la gente con menefreghismo dai dipendenti.. sicuri cmq del loro stipendio.
    Io incluso nel lavoro pubblico ci metterei la disponibilità ad essere ripresi da una telecamera..e che ca..o non mi sembra la fine del mondo.

  • user-pic

    questo progetto della web-cam bisogna spingerlo al massimo....l'operazione fiato sul collo va portata avanti il piu possibile...certo che i politici hanno paura,anche le web cam sul parlamento sono una fesseria...basta solo pensare che l'altro gg quando votatvanola proposta di taglio ai finanziamenti ai partiti, la il 90%non era presente e le telecamere non facevano altro che primi piani in modo da non rendere l'idea...!!!i politici, ma anche nel piccolo comune, spesso dicono una cosa e poi dopo un po il contrario...ma la gente soprattutto se su cose che la riguardano direttamente non dimentica!!!! avanti FIATO SUL COLLO!!!

  • Ho Letto qualcosa riguardo noinet, bisognerebbe proprio approfondire...come "spingerlo" capillarmente!

  • Buona proposta, direi di estenderla anche a consigli provinciali (speriamo vengano presto abolite le provincie!!!) e Consigli regionali nonche' i lavori pubblici delle commissioni. Cosi' chi vorra' potra' seguire il tutto online!

  • user-pic

    Sono d'accordo con quanto dice Michele, bisognerebbe inoltre creare un archivio on-line dove inserire tutti i video e le registrazioni eseguite all'interno del consiglio comunale affinché ogni cittadino sia libro di andarlo a rivedere come e quando vuole, un archivio storico di ogni decisione comunale. Una sorta di memoria storia di quanto accade in consiglio, in questo modo sarà anche possibile capire quali sono le persone che cercano di rubare e fregare i cittadini.

    ciao!!!

  • Ovviamente d'accordo. (Basta anche una sola webcam che inquadra tutti i membri del consiglio).

  • user-pic

    Esiste già un'azienda che offre possibilità di connettività innovativa, per ESCLUDERE FINALMENTE i grandi approfottatori, tali i gestori 3ITALIA, VODAFONE, WIND-INFOSTRADA, TELECOM, sia con offerta per mobile che fisso.
    Inviterei tutti ad esprimere il proprio interesse per la rete NOINET, sottoscrivibile al sito www.noinet.eu, che ha già attivato una prima rete a Roma e dintorni, sia con enti pubblici che privati cittadini.
    Approfittiamo di appropriarci della nostra vita!!!

  • user-pic

    Sono d'accordo,in piu' proporrei di boicottare le elezioni comunali fino a quando l'obbligatorietà della diretta internet in streaming nei consigli comunali, sia legge dello stato!

  • possiamo creare uno spazio in cui si mettono le LETTERE TIPO STANDARD da usare per chiedere ai comuni l'autorizzazione a filmare? soprattutto le lettere che HANNO FUNZIONATO !!! grazie
    Marcella

  • user-pic

    Questa proposta si aggancia alla diffusione gratuita comunale della linea adsl tramite tecnologia wimax.

  • operazione fiato sul collo Calatabiano
    http://www.youtube.com/user/m5scalatabiano?feature=mhee

  • il consiglio comunale di Calatabiano ha approvato la ripresa video e la trasmissione sul sito web ufficiale del comune.

  • il consiglio comunale di Calatabiano ha approvato la ripresa video e la trasmissione sul sito web ufficiale del comune.

  • user-pic

    Il problema è far entrare le webcam dentro ai comuni.......hanno paura perchè con la web che fa vedere tutto quello che succede non possono fare più i loro porci comodi.........quindi questo terrorizza la classe politica.....I maggiori politici non sono altro che ladri, si fanno le leggi per loro sono tutelati su tutto.......qualsiasi cosa gli è permesso tanto sanno che nessuno potrà fargli pagare per le malefatte. Sono favorevolissimo alla web che controlla e con la possibilità di contraddire il consiglio comunale e proporre idee valede per la propria città....è una dura battaglia non facile.....ma con il tempo sono sicuro che combattendo si riuscirà ad ottenere questa cosa.

  • user-pic

    Il problema è che la gente neanche pagato sta di fronte al monitor a sorbirsi quelle palle di consigli comunali. I radicali mandano in onda già da anni le sedute del Parlamento e nessuno se le fila.

    • user-pic

      Pace, il concetto non è che tutti DEBBANO seguire il consiglio comunale ma che ognuno POSSA FARLO LIBERAMENTE.
      È un po' come il diritto al voto. Nessuno è legalmente obbligato a votare ma è UN SUO DIRITTO FARLO.
      Inoltre, ritengo che la seduta vada REGISTRATA e MESSA A DISPOSIZIONE sul sito del Comune per una comoda visione in differita. Le magagne DEVONO rimanere a disposizione in modo tale da tracciare ogni singola iniziativa e decisione del consiglio (pure quelle lodevoli, per l'amor di Dio :-)).
      Per i computer meno performanti andrebbe prodotto anche un formato solo audio (*wav, *MP3 o anche Ogg Vorbis che è pure LIBERO etc...) e una trascrittura (in FORMATO LIBERO ex: *.PDF) per i non udenti.
      L'importante comunque ora è che VENGA MESSA IN ESSERE una legge che OBBLIGHI (SENZA CLAUSOLE) ogni Comune, Provincia, Regione (ovunque comunque si svolgano riunioni di enti pubblici) a CONSENTIRE la VISIONE e l'eventuale CONSERVAZIONE delle tracce di queste riprese (audio, video, testi). Sembra una cosa impossibile ma... siamo nel 2011... la tecnologia ci viene amichevolmente in aiuto).
      Nel caso qualche politico obiettasse "ma è impossibile fare tutto questo" il M5S invece che mandarlo FACILMENTE a fare in culo (cosa che leggo un po' troppo frequentemente sul blog), potrebbe prima PROPORGLI LA SITUAZIONE "CONFEZIONATA AD HOC". Si ridurrebbero in questa maniera le "scuse" a non poter procedere "causa difficoltà tecniche".
      Il MEZZO NON È IMPORTANTE... WebCam, Cineprese, il telescopio spaziale... ognuno si attrezzi come meglio crede. Mi documenterò in merito e posterò le mie proposte soprattutto in merito ai software da impiegare...
      L'importante è che ogni cittadino sia MESSO IN GRADO di conoscere esattamente l'operato dei suoi DIPENDENTI.
      Capisco che esistono realtà in cui la tecnologia fatica ad entrare nella vita quotidiana ed è giusto accettarle. L'importante è che la legge CONSENTA quanto scritto sopra e che ne PREVEDA l'attuazione in ogni possibile circostanza, dalla grande provincia al piccolo comune di 10 anime ultraottantenni sperduto fra i dirupi delle Alpi.

      Mi piace l'idea della possibilità di commento attraverso una chat "live" del Consiglio Comunale. Un sistema simile viene impiegato nelle "lezioni on-line" del sito oilproject.org (che invito tutti a visitare e frequentare :-)).

      Grazie e saluti a tutti.

      Davide Maggi

    • user-pic

      Pace, il concetto non è che tutti DEBBANO seguire il consiglio comunale ma che ognuno POSSA FARLO LIBERAMENTE.
      È un po' come il diritto al voto. Nessuno è legalmente obbligato a votare ma è UN SUO DIRITTO FARLO.
      Inoltre, ritengo che la seduta vada REGISTRATA e MESSA A DISPOSIZIONE sul sito del Comune per una comoda visione in differita. Le magagne DEVONO rimanere a disposizione in modo tale da tracciare ogni singola iniziativa e decisione del consiglio (pure quelle lodevoli, per l'amor di Dio :-)).
      Per i computer meno performanti andrebbe prodotto anche un formato solo audio (*wav, *MP3 o anche Ogg Vorbis che è pure LIBERO etc...) e una trascrittura (in FORMATO LIBERO ex: *.PDF) per i non udenti.
      L'importante comunque ora è che VENGA MESSA IN ESSERE una legge che OBBLIGHI (SENZA CLAUSOLE) ogni Comune, Provincia, Regione (ovunque comunque si svolgano riunioni di enti pubblici) a CONSENTIRE la VISIONE e l'eventuale CONSERVAZIONE delle tracce di queste riprese (audio, video, testi). Sembra una cosa impossibile ma... siamo nel 2011... la tecnologia ci viene amichevolmente in aiuto).
      Nel caso qualche politico obiettasse "ma è impossibile fare tutto questo" il M5S invece che mandarlo FACILMENTE a fare in culo (cosa che leggo un po' troppo frequentemente sul blog), potrebbe prima PROPORGLI LA SITUAZIONE "CONFEZIONATA AD HOC". Si ridurrebbero in questa maniera le "scuse" a non poter procedere "causa difficoltà tecniche".
      Il MEZZO NON È IMPORTANTE... WebCam, Cineprese, il telescopio spaziale... ognuno si attrezzi come meglio crede. Mi documenterò in merito e posterò le mie proposte soprattutto in merito ai software da impiegare...
      L'importante è che ogni cittadino sia MESSO IN GRADO di conoscere esattamente l'operato dei suoi DIPENDENTI.
      Capisco che esistono realtà in cui la tecnologia fatica ad entrare nella vita quotidiana ed è giusto accettarle. L'importante è che la legge CONSENTA quanto scritto sopra e che ne PREVEDA l'attuazione in ogni possibile circostanza, dalla grande provincia al piccolo comune di 10 anime ultraottantenni sperduto fra i dirupi delle Alpi.

      Mi piace l'idea della possibilità di commento attraverso una chat "live" del Consiglio Comunale. Un sistema simile viene impiegato nelle "lezioni on-line" del sito oilproject.org (che invito tutti a visitare e frequentare :-)).

      Grazie e saluti a tutti.

      Davide Maggi

  • user-pic

    a Pesaro tutti i consigli sono dati in via webcam cmq sono troppo lunghi e noiosi per stare ad ascoltare tutta la marea di stronzate che dicono

    • user-pic

      ci fosse almeno una sorta di telecronaca che descrive un po' quello che sta succedendo, un po' come al giro d'italia..ma la visualizzazione muta e cruda è improponibile, pesantissima

  • user-pic

    Volendo assistere ad un consiglio comunale (Comune di Rosignano Marittimo) decisi di riprendere (mi sembrava normale e consueto visto che si parla tanto di partecipazione popolare, di tornare a motivare le persone a riavvicinarsi al mondo politico e di trasparenza dei programmi e della loro attuazione) quella parte che mi è stato concesso di riprendere: finchè una poliziotta, tra l'altro in modo poco garbato, non mi invitato più volte ad uscire, dopo varie insistenze anche da parte di altri membri, della segreteria credo fossero,(che tuttavia con molta disponibilità, devo riconoscere, e cortesia mi hanno spiegato più volte che occorreva chiedere il permesso ai presenti, se polessi riprendere o meno, ed alla loro benevolenza restare od andarmene..)
    Risultato: sono stata buttata fuori, pensare che sembrava fosse un atto di sfida di questa poliziotta che, pur essendo pubblico ufficiale, non voleva farsi riprendere, e soprattutto che mi ha impedito di documentare i provvedimenti presi quel giorni e quindi di metterli a conoscenza della comunità ( si parlava tra l'altro di riconversione dei patrimoni immobiliari al corrente valore di mercato, quindi una cosa interessante, per me nuova, mi sarebbe piaciuto assistere al confronto tra le diverse opinioni senz'altro per capire punti di vista per me inusuali, quindi più interessanti); sono dovuta uscire, apostrofandomi infine come "Meetup di Grillo" quando le porte del Consiglio erano già state chiuse, assistendo all'espressione "strana" (che tutt'oggi non so interpretare)della??, una Ex compagna di partito, tra l'altro, che non aveva neanche lei "momentanea espressione"!! Un'espressione che tutt'oggi non so!!
    La cosa più paradossale è che si meravigliano di essere mandati a fare in culo!!!
    Propongo di fare una legge elettorale che porti i consigli comunali in diretta web nelle case di tutti gli italiani: se la politica ritiene che questa partecipazione non sia abbastanza attiva, allora è già fallita in partenza, o meglio, a quel punto diventa solo la scelta di una legge elettorale alternativa, che congeli il pagamento di tutte le imposte comunali, regionali, statali, eccetera, per farci risparmiare i soldi di tutti quegli stipendi.. in questi tempi di crisi, poi, con la fame che c'è in giro!!!!!!! A noi contribuenti NON CI PARREBBE VERO..

  • user-pic

    Non ne sono sicuro.
    Abbiamo a che fare con furbi disonesti e scaltri? Allora invece di "esternare" nei consigli comunali se sentissero il "controllo" si metterebbero d'accordo di nascosto dietro gli angoli per poi fare consigli comunali all'acqua di rose. Meglio gli infiltrati, meglio capiscano di essere sotto i riflettori solo quando è troppo tardi. Approfittiamo che il 90 % di loro non sappia nemmeno cos'è internet.

  • Ciao a tutti, sono l'Amministratore di una società che fa dirette televisive in dirette P2p, do questo servizio anche ai comuni, stiamo gia mandando i consigli comunali di Boves, Bra , Savigliano..

  • user-pic

    a

  • user-pic

    Nel Comune di Fermo abbiamo protocollato (Maggio 2009) una richiesta di modifica del regolamento comunale per permettere la registrazione delle sedute da parte dei cittadini.
    http://www.meetup.com/grillifermani/messages/boards/thread/7017133
    Dopo averci ignorato per 12 mesi,ed aver chiesto e solo per il 4 Giugno 2010 ottenuto (salvo nuovi e imprevisti impegni del primo cittadino) un incontro con il sindaco, il presidente del consiglio ci ha spedito, il 24 maggio 2010, una lettera nella quale afferma:
    "Il consiglio comunale di Fermo ha approvato il regolamento per il prorpio funzionamento disciplinando in modo, a perere dello scrivente, adeguato la questione di cui tratta all'art.39 di cui, pertanto, non si ravvisa la necessità di modifiche."
    Il fatto è che lo statuto del comune di fermo dispone che
    "punto n. 2 dell'art. 36 .I cittadini singoli o associati possono rivolgere al Comune istanze, petizioni e proposte dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi, alle quali viene data risposta scritta nel termine di trenta giorni dal loro ricevimento. Il Sindaco, in considerazione della loro rilevanza, può inserire le questioni sollevate all'ordine del giorno della prima seduta utile del competente organo comunale convocato dopo la scadenza di detto termine. E' altresì tenuto ad inserire nell'ordine del giorno le questioni alle quali non sia stata data risposta scritta nel termine di trenta giorni.”

    La risposta è arrivata dopo 12 mesi dalla presentazione della proposta!!!!

    Come possiamo fare ora per cercare di diffondere l'esito dell'incontro quando nessun giornalista che conosciamo è disponibile ad assistere a questo confronto con il sindaco?

  • Voto! :)

  • user-pic

    Ciao Elio, l'Mplri ha letto la tua proposta e l'ha accettata! Verrà inserita nel nostro programma pubblicizzata per spronare i nostri politici a lavorare sempre meglio! Segui, se hai tempo il nostro progetto su facebook! MOVIMENTO PER LA RICOSTRUZIONE D'ITALIA! FERNANDO ZORZELLA! Grazie a tutti per la caparbietà con cui lavorate per il bene dell'Italia!

  • user-pic

    Ritengo che sia una ottima idea che renderebbe partecipe tutta la comunità direttamente da casa, dando la possibilità a chiunque di seguire un dibattito importante come un consiglio comunale dove si decide del bene di tutti.L' informazione ricordiamolo dovrebbe essere garantita e sostenuta in questo caso dallo stesso comune o giunta comunale per favorire l' informazione e il dafarsi in modo trasparente.

  • user-pic

    Ottima idea. Il mio comune, Porto Torres, già lo fa. Ed io aggiungerei la possibilità per i cittadini di parteciarvi (magari a numero chiuso su prenotazione per non creare caos)e fare richieste dirette agli amministratori per occuparsi di quei problemi che loro "non vedono" ma che affliggono i cittadini.

  • user-pic

    vorrei in merito segnalare questo servizio (gratuito)
    http://bambuser.com/
    che permette tramite l'installazione gratuita di apposito software su telefonini di ultima ( ma anche pen'ultima) generazione di fare dirette web senza computer portatile utilizzando UMTS o Wi-Fi

  • user-pic

    BENE, LE IDEE SONO STATE DATE TUTTE !!! ORA E' IL MOMENTO DI AGIRE !!!
    Sono un consigliere comunale eletto nella nella lista civica Castenaso a 5 stelle / BeppeGrillo.it e già nella prima seduta ho presentato una mozione per modificare l'articolo del regolamento del consiglio comunale che VIETA le riprese. Il Sindaco e la giunta di maggioranza (PD) mi hanno dato la loro disponibilità e hanno inserito all'ODG della commissione tale modifica.
    In commissione ho sviscerato tutte le tematiche che ho letto nei blog di Grillo e sono stati tutti daccordo nel confermare che c'è necessità di cambiare il regolamento MA MI HANNO DOMANDATO:
    - UN REGOLAMENTO COMUNALE GIA' APPROVATO CHE LO PERMETTE
    - UN PREVENTIVO DI COSTI PER INSERIRE TALE NUOVA FUNZIONE ANCHE NEL SITO UFFICIALE DEL COMUNE
    - UNA BOZZA DI REGOLAMENTO DA PRESENTARE AI SINDACATI PER LA LORO APPROVAZIONE in quanto il Sindaco, assessori, consiglieri, vigili e impiegati presenti all'assemblea sono comunque dipendenti del Comune da tutelare per la privacy secondo lo statuto dei lavoratori.

    PS il sindaco di Castenaso è anche avvocato .....

    CHIUNQUE POSSA COMBATTERE QUESTA BATTAGLIA INSIEME A ME E' IL BENVENUTO VISTO CHE ORA CI BATTIAMO DALL'INTERNO !!!!!

    • il problema viene se si vogliono accreditare troppi gironalisti ( o pseudo )........ perciò sarebbe meglio che l'istallazione della telecamera/e + microfono/i fosse a carico del municipio e poi chiunque che si possa collegare al singolo aduiovideo ;)

  • user-pic

    A Cesena, la Lista civica 5 stelle, su mozione presentata dal Verde Davide Fabbri, poi purtroppo non rieletto, ha ottenuto già di poter registrare e mettere in rete integralmente. Il primo consiglio COmunale è già in rete.

    Bisognerebbe che si potesse filmare anche la conferenza dei gruppi consiliari che precede le sedute e bisognerebbe che l'ordine del giorno delle sedute fosse pubblicato, visibile e anche partecipato dai cittadini con largo anticipo.

  • user-pic

    Ciao vorrei segnalarvi il sistema LiveVideo per lo streaming in tempo reale dei video dai comuni, offre possibilità di chat e mantiene una storia di tutte i video mandati in onda.

  • user-pic

    Buona idea, interessante sapere come qualcuno abbia ritenuto giusto, pagare delle rotonde alla francese 30000 euro cada una. Poterlo vedere in faccia e una soddisfazione troppo grande.

  • noi stiamo facendo la diretta del Consiglio Comunale di Pomigliano su www.direttamente.org

    Lo facciamo da cittadini

  • Noi l'abbiamo inziato a fare in proprio su un portale dedicato per quanto riguarda il Consiglio Comunale di Pomigliano d'Arco. facciamo la diretta attraverso ustream usando una internet-key della tre.

    il portale è www.direttamente.org

  • user-pic

    Personalmente seguo da una dozzina di sedute il consiglio comunale della mia città , il più presente e vi garantisco che lo sterile spettacolo che si può osservare dal vivo è molto meglio della webcam ; come il calcio, allo stadio è tutta un'altra cosa : via web perdete l'opportunità di vedere ammiccamenti,interventi scritti al volo di chi non è informato sul fatto, sms e telefonini attivi sotto le sedie, sonni profondi , letture di riviste durante i vari interventi , uscite diconsiglieri e assessori che si alzano , che mangiano , il comune in strada non ha vigili ma in consiglio comunale sono sempre presenti almeno sette dipendenti della polizia locale che accumulano ore di straordinario , .....I nostri occhi sono la vera webcam , rendere la platea pubblica dei consigli comunali insufficiente per numero di posti a sedere , questa è la vera sfida per " non perdersi nulla " .

  • user-pic

    Ragazzi, vi segnalo che alcune regioni possiedono gia una TV regionale.. la quale trasmette in diretta ed in streming i consigli regionali... anche alcuni comuni fanno questo... esistone delle tv le quali trasmettono in diretta i consigli comunali in ambito locale, in altri comunli i consigli regionali vengono trasmessi in diretta in una radio locale... lo Switch-off analogico, e alle porte un canale tv analogico puo' veicolare normalmente 5 canali tv digitale... pertanto RIBADISCO la mia proposta... riservare per legge una canale televisivo digitale del Comune... per trasmettere in diretta tutti i consigli comunali ... negli spazi liberi la tv dovra' trasmettere documenti video di varie associazioni presenti nel terittorio del comune ..

    Vi segnalo la tv della Regione Emilia-Romagna http://www.lepida.tv attualmente trasmette documenti video prodotti da vari entin e associazioni.

  • user-pic

    Ciao
    Nel nostro comune (sanremo) una tv locale riprende i consigli, la prima volta che siamo andati a sentire i consigli comunali giravano brioches quando non erano inquadrati parlavano scherzavano andavano al bar, poi quando hanno capito che li seguivamo e facevamo i resoconti si sono un po' calmati, per le riprese abbiamo mandato una lettera informando che saremo andati a riprendere con telecamera etc., l'hanno letta e hanno promesso una risposta, poi ovviamente la risposta non è arrivata! Ora la città è commissariata, però per i prossimi andrò con il mio eeepc, connessione con pennina umts, canale su mogulus e via! Fiato sul collo!

  • user-pic

    sarebbe molto interessante poter sentire e vedere ciò che loro decidono sul nostro futuro.... con una webcam poter fare una diretta in modo che qualsiasi cittadino possa vedere l'operato di questi consiglieri... ma dare anche l'ultima parola a noi tutti... non bisogna lasciarli decidere da soli il futuro dei ns figli.... uniamoci tutti e facciamo vedere a BEPPE GRILLO che non è più da solo a combattere tutte queste "schifezze"....

  • user-pic

    Ciao ragazzi qualcuno di voi ha x caso la copia della lettera che alcuni ragazzi (purtroppo non mi ricordo di quale comune) inviarono al Sindaco x informarlo che avrebbero ripreso le sedute? Ho intenzione di fare lo stesso ma vorrei partire preparata e con le spalle ben coperte. Grazie Rita

    • E' lalista civica di Cesena FC. Rintraccia Natascia, la consigliera a 5 stelle o Adamo.

    • user-pic

      Riguardo la domanda all'amministrazione comunale per le riprese, noi a velletri, abbiamo richiesto il consenso citando alcune norme:

      "Visto che la normativa vigente (L.241/90, L.142/90, D.L. 29/93) impone alla Pubblica Amministrazione di modificare il rapporto con i cittadini in una direzione di trasparenza dell'azione amministrativa e di una maggiore efficienza nell'erogazione dei servizi.

      Viste le coincidenze tematiche tra i programmi elettorali, e visto l'interesse comune dell'Amministrazione Comunale e dell'Associazione per la trasparenza operativa e la comunicazione dell'operato ai cittadini. Riteniamo che sia importante una “partecipazione” dei cittadini alla vita politica della città, in modo che tutti si sentano elementi di una democrazia, invece che succubi di una Amministrazione distante e distratta.

      Vista l'apprezzata nostra iniziativa nella quale abbiamo già pubblicato e diffuso “assemblea pubblica” di luglio 2008..." ecc..

      Insomma tante belle parole ma la parola che ci a aperto le porte è stata GRATIS, ed invece di invadere con le telecamere abbiamo fatto vedere la cosa come un prestigio per il comune stesso.

      Dopo i primi battibecchi iniziali oggi se non siamo presenti ai consigli ci chiamano.. ma tanto se debbono fare qualcosa di nascosto lo fanno lo stesso..
      Il problema non è tanto riprendere..quanto diffondere e far partecipare i cittadini.. oggi a quasi un anno dalle riprese gli ascolti in diretta sono ancora bassi, qualcuno in più per le differite, ma stiamo facendo solo un favore ai giornalisti che si guardano i consigli comunali da casa.
      Ma comunque resisteremo !!!

  • user-pic

    Cari
    vi segnalo questa mia proposta..

    Tenendo presenene che alcuni comuni si avvalgono operatori esterni e la trasmissione in diretta via radio dei consigli comunali, attualmente questo appalto in alcuni comuni e assegnato ad emittenti locali private etc...tenendo presente che in alcune realta', in italia, regioni, comuni etc etc.. trasmettono in diretta via etere e su internet in streming i propri consigli regionali o comunali... tenendo presente che in alcune regioni esiste un progetto di tv con lo scopo di trsmettere in diretta i consigli regionali via etere e in stremming su internet e le produzioni di documentari prodotti da varie istituzioni associazione, biblioteche etc etc...
    Evidenziando che nel 2012 vi sara' lo Switch-off analogico, lo spegnimento del sistema di trasmissione televisivo analogico a favore del nuovo sistema di trasmissione televisivo digitale, comunemente noto come digitale terrestre, un canale analogico puo' veicolare 5 e piu' canali televisivi digitali. (in tutto il territtorio nazionale)


    Guardate questa tabella dei canali digitali attualmente ricevibili a Bologna:

    http://www.associazionemarconi.com/rds/prov.htm


    Pertanto si apriranno nel 2012 nuovi spazi nell'etere televisivo... quindi propongo un canale tv Digitale terrestre con il solo scopo di trasmettere in diretta tutti i consigli comunali, negli spazi liberi di trasmettere documenti video di varie associazioni presenti nel terittorio del comune ... il canale avra' anche un televideo.. per informare in tempo reale i cittadini... tale canale si potra' vedere via etere solo nel comune interessato e in streming via internet i costi... saranno molto limitati... utilizzo di una redazione gia' presente... e utilizzo del denaro che attualmente viene dato attualmente ai vari operatori... i documenti video prodotti dalle varie associazioni saranno trasmessi in modo gratuito...


  • user-pic

    Cari
    vi segnalo questa mia proposta..

    Tenendo presenene che alcuni comuni si avvalgono operatori esterni e la trasmissione in diretta via radio dei consigli comunali, attualmente questo appalto in alcuni comuni e assegnato ad emittenti locali private etc...tenendo presente che in alcune realta', in italia, regioni, comuni etc etc.. trasmettono in diretta via etere e su internet in streming i propri consigli regionali o comunali... tenendo presente che in alcune regioni esiste un progetto di tv con lo scopo di trsmettere in diretta i consigli regionali via etere e in stremming su internet e le produzioni di documentari prodotti da varie istituzioni associazione, biblioteche etc etc...
    Evidenziando che nel 2012 vi sara' lo Switch-off analogico, lo spegnimento del sistema di trasmissione televisivo analogico a favore del nuovo sistema di trasmissione televisivo digitale, comunemente noto come digitale terrestre, un canale analogico puo' veicolare 5 e piu' canali televisivi digitali. (in tutto il territtorio nazionale)


    Guardate questa tabella dei canali digitali attualmente ricevibili a Bologna:

    http://www.associazionemarconi.com/rds/prov.htm


    Pertanto si apriranno nel 2012 nuovi spazi nell'etere televisivo... quindi propongo un canale tv Digitale terrestre con il solo scopo di trasmettere in diretta tutti i consigli comunali, negli spazi liberi di trasmettere documenti video di varie associazioni presenti nel terittorio del comune ... il canale avra' anche un televideo.. per informare in tempo reale i cittadini... tale canale si potra' vedere via etere solo nel comune interessato e in streming via internet i costi... saranno molto limitati... utilizzo di una redazione gia' presente... e utilizzo del denaro che attualmente viene dato attualmente ai vari operatori... i documenti video prodotti dalle varie associoazioni saranno trasmessi in modo gratuito...


  • user-pic

    Ottima proposta. Imporre per legge la pubblicazione video delle sedute del consiglio comunale (meglio se in diretta) sarebbe una scelta di vera democrazia. Una lista 5 stelle dovrebbe porre questa semplice ma efficacissima misura tra le prime attività da portare a casa.

  • user-pic

    A mio avviso è una buona proposta, tuttavia non credo possa far altro che intimidire gli amministratori che vogliono fare illeciti.Abbiamo provato noi stessi in Abruzzo a riprendere un consiglio Regionale, inizio del consiglio con tre ore di ritardo, tutti i presenti che volevano assistere stremati e per i loro impegni sono andati via, dopo 15 minuti è stato sospeso tutto ed il presidente alla domanda di un consigliere rispondeva, ma ne abbiamo già discusso prima sopra, dopo vediamo il da farsi.Insomma io penso che ci voglia un po di organizzazione tra i vari meetup e con lo stesso Grillo, anche prevedendo un rimborso minimo a chi va ai consigli, ed inoltre fare uno studio dove poi montare i video, e perchè no farli mandare ai canali TV 906 ecotv e 924 Libera.

  • user-pic

    non è che è troppo costosa(con tutti gli sprechi che ci sono) è che non vogliono far vedere ciò che succede in quelle riunioni

  • user-pic

    In molti comuni la possibilità di riprendere le sedute dei consigli è stata bocciata (e di conseguenza vietata o non prevista) con il pretesto che la soluzione proposta era troppo costosa.

    Per facilitarne l'approvazione sarebbe utile fornire già un progetto di massima, economico e realizzabile anche da volontari.

    Chi ha già esperienza in tal senso potrebbe redarre tale documento?

    • user-pic

      Hai pienamente ragione. È quello che ci hanno sempre detto.
      Io ti posso dire che, qui a Empoli, le dirette avvengono in media sempre con una semplice webcam (o ultimamente anche direttamente con un telefonino). Volendo ottenere una qualità leggermente superiore, basterebbe comprare una webcam di livello medio-alto, che non supera mai i 100€ a voler star larghi. Per lo streaming veniva fatto semplicemente uso di un Eeepc, PC piccolo e ultraportatile, del costo di circa 250€. Non ho in mano un preventivo preciso, risultato della consulenza di un'azienda... ma se lasciato in mano a volontari, come dici tu, questo è il necessario! Lo stanno facendo tutti i fiatisti sul collo questo volontariato, e penso possano confermare.. Ah dimenticavo: altro requisito, la connettività! Pensa che da noi a Empoli nel comune c'è, ed è anche wireless.. ma si son sempre ben visti dall' "offrirla" per questo utile servizio... si deve sempre pagare di tasta nostra con rete cellulare! Quindi ai requisiti va aggiunta la connettività.

      Cmq, totale: molto meno di 500€

  • user-pic

    E' un'ottima idea! Così potremmo vedere e rivedere il consiglio ovunque siamo!

Commenta

Categorie



Le Liste Civiche a Cinque Stelle

La Carta di Firenze

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons