MoVimento 5 Stelle
Per i giovani
Proponi le tue idee: diventeranno parte del programma delle liste civiche
Scrivi una proposta
user-pic

FIRMIAMO IL REFERENDUM PER IL VOTO DI PREFERENZA, CONTRO L'INDICAZIONE DEL "PREMIER", CONTRO IL "PREMIO DI MAGGIORANZA" E NON FIRMIAMO IL REFERENDUM DEL PD

Amici ed amiche, vi invito a recarvi entro il 15 settembre presso gli uffici del vostro Comune di residenza, per firmare il referendum contro l'attuale legge elettorale, che abrogherà l'attuale "premio di maggioranza", che abrogherà l'attuale obbligo di indicare il Premier sulla scheda elettorale, che ripristinerà il voto di preferenza, e che ci darà una buona legge elettorale proporzionale: http://www.referendumleggeelettorale.it/ (e vi invito a NON firmare il referendum incostituzionale, promosso dal Partito Democratico) Inoltre vi invito ad andare tutti con Beppe Grillo il 10 settembre davanti alla Camera dei Deputati a pretendere che discutano il "nostro" disegno di legge elettorale di iniziativa popolare "PARLAMENTO PULITO" ! Il promotore di questo referendum, il professor Stefano Passigli ha da poco diffuso la seguente nota: "Cari Amici, nel mio messaggio di fine luglio a fronte del possibile lancio di un secondo referendum inteso a far rivivere il Mattarellum, Vi avevo indicato l'opportunità di non dividere le opposizioni in questo momento così difficile per la vita del Paese, in cui era auspicabile che il governo cadesse e si potesse andare o a un governo istituzionale che facesse una manovra equa ed efficace ed affrontasse il varo di una nuova legge elettorale, o ad elezioni anticipate che avrebbero comunque vanificato il nostro referendum. In un incontro il 27 luglio tra alcuni dei membri del nostro comitato promotore e Veltroni, Castagnetti e Parisi, fu concordato di fermare definitivamente entrambi i referendum. Questo accordo non è stato rispettato dalla nostra controparte che si era nel frattempo accordata con Di Pietro e Vendola. Poiché il nostro giudizio su di un ritorno alla legge Mattarella è radicalmente negativo non risolvendo né il problema delle liste bloccate (i candidati nei collegi sono pur sempre scelti dalle segreterie di partito) né di evitare che il Collegio uninominale a turno unico della Mattarella produca gli stessi effetti del Premio di maggioranza (e cioè coalizioni troppo ampie e disomogenee incapaci di governare), siamo oggi costretti a riprendere la campagna di raccolta delle firme. Vi invitiamo perciò: 1) chiarire in ogni possibile circostanza che il nostro referendum è il solo che verrà sicuramente ammesso dalla Corte Costituzionale, e quindi il solo strumento in grado di abolire il Porcellum; 2) chiarire che il secondo referendum conserva, sia pur in forma parzialmente attenuata, i difetti del Porcellum; 3) chiedere ai partiti di ospitare un tavolo per la raccolta delle firme sul nostro referendum; 4) attivarsi per far firmare presso i comuni i cittadini chiarendo loro che devono sostenere il nostro referendum (moduli arrivati all'inizio di luglio) e non firmare quello avversario (moduli arrivati solo in questi giorni); E' vero che abbiamo perso molto tempo nell'ingenua fiducia che anche i sostenitori dell'altro referendum condividessero il nostro senso di responsabilità e rispettassero il patto concordato, adesso però è importante fare ogni tentativo per raggiungere il nostro obiettivo, e per impedire che i promotori del secondo referendum abbiano un effimero successo che verrebbe comunque cancellato dalla decisione della Corte Costituzionale di considerare inammissibile il loro referendum. ll vero obiettivo dei Veltroni, Parisi, Di Pietro, Vendola, etc. è politico: far sì che i partiti rimangano i soli depositari della scelta degli eletti, salvaguardando così la loro rendita di posizione e i loro personali destini. Vi è un secondo scopo politico, quello di mantenere l'attuale falso bipolarismo che rischia di continuare a favorire il centro-destra. In tutta Europa, invece (eccezion fatta per l'Inghilterra, in cui il maggioritario ha però prodotto un sistema tripolare; e per la Francia che però è sostanzialmente un sistema presidenziale), il bipolarismo si accompagna a leggi elettorali proporzionali e viene assicurato attraverso una loro correzione basata sull'ampiezza dei collegi (Spagna), su clausole costituzionali (la sfiducia costruttiva tedesca) o apposite soglie di sbarramento. Per le ragioni su esposte Vi prego di fare ancora uno sforzo per raccogliere firme, di confermarmi la Vostra adesione al costituendo "Movimento per la riforma elettorale" ; ed infine, di farmi conoscere la situazione nella Vostra città."

27 commenti

| Commenta
  • Commento off topic ( non riesco a inserire l'rgomento come una nuova proposta ) , ma importante ) .

    Fare informazione su sovranità monetaria popolare e reddito minimo di cittadinanza.

    Ancora troppe poche persone sanno che il potere di emettere moneta non è più in mano alla maggior parte degli stati sovrani ma a banche private ( come la BCE in europa o la fed in usa ) con tutti i problemi che ne consegue ( controllo , attraverso elargizione di "generosi" stipendi , sulla classe politica e sui mezzi di informazione e "causando" una società poco attenta a valori sociali , morali e politiche ambientali e molto attenta , anche troppo , al profitto economico .

    il desiderio è che presto la sovranità monetaria torni ad essere una funzione di un governo eletto da cittadini.

    La sovranità monetaria nazionale potrà risolvere problemi individuali e collettivi come il debito pubblico , semplificare enormemente il sistma della tassazione ai cittadini ( si potrebbe provvedere a monte, con l'emissione di moneta nazionale, alle tasse per coprire le spese statali) ,potrà permettere l'introduzione di un reddito minimo di cittadinanza ( per sopravvivenza - diciamo 250 euro mensili) che potrà risolvere diversi problemi come la prostituzione , riduzione delle spese sanitarie dovute da stress di natura economica, la bassa natalità,la scarsa attenzione alle attività artistiche, scarsa attenzione alla ricerca scientifica e istruzione , qualora estesa a livello globale, risolverà anche problemi come l'emigrazione forzata ( da bisogni economici) e meno gente che si sposta significa meno trasporti e quindi anche meno inquinamento ambientale.

    Per questo ( ed altri possibili motivi non menzionati ) è importante fare informazione sulla sovranità monetaria e sul reddito di cittadinanza
    affinchè , da desiderio diventi realtà.

  • Commento off topic (non riesco a inserire l'argomento come una nuova proposta) ma importante .

    Fare informazione su sovranità monetaria popolare e redito minimo di cittadinanza

    Ancora troppe poche persone sanno che il potere di emettere moneta non è più in mano alla maggior parte degli stati sovrani ma a banche private ( come la BCE in europa o la fed in usa ) con tutti i problemi che ne consegue ( controllo , attraverso elargizione di "generosi" stipendi , sulla classe politica e sui mezzi di informazione e "causando" una società poco attenta a valori sociali , morali e politiche ambientali e molto attenta , anche troppo , al profitto economico .

    il desiderio è che presto la sovranità monetaria torni ad essere una funzione di un governo eletto da cittadini.

    La sovranità monetaria nazionale potrà risolvere problemi individuali e collettivi come il debito pubblico , semplificare enormemente il sistema della tassazione ai cittadini ( si potrebbe provvedere a monte, con l'emissione di moneta nazionale, alle tasse per coprire le spese statali) ,potrà permettere l'introduzione di un reddito minimo di cittadinanza ( per sopravvivenza - diciamo 250 euro mensili) che potrà risolvere diversi problemi come la prostituzione , riduzione delle spese sanitarie dovute da stress di natura economica, la bassa natalità,la scarsa attenzione alle attività artistiche, scarsa attenzione alla ricerca scientifica e istruzione , qualora estesa a livello globale, risolverà anche problemi come l'emigrazione forzata ( da bisogni economici) e meno gente che si sposta significa meno trasporti e quindi anche meno inquinamento ambientale.

    Per questo ( ed altri possibili motivi non menzionati ) è importante fare informazione sulla sovranità monetaria e sul reddito di cittadinanza
    affinchè , da desiderio diventi realtà.

  • E loro tireranno fuori r di approveranno il Sistema pagnolo, troviamolo e discutiamolo, sono sicuro che ci saà un trappolone specialmente per tutti noi.

    • Per fortuna quella del PD + L pare che sia solo un'ipotesi,
      perchè annienterebbe i voti degli elettori del nostro Movimento 5 Stelle e di tutte le minoranze.
      La legge elettorale proporzionale spagnola prevede circoscrizioni elettorali molto piccole e numerose, inducendo così un effetto maggioritario.
      Attualmente ogni circoscrizione elettorale elegge circa 40 Deputati, ma se ad esempio venissero create circoscrizioni elettorali che eleggono 10 deputati, occorrerebbe prendere il 10% dei voti per eleggere un deputato.
      Quindi in questo caso il nostro Movimento 5 Stelle avrebbe qualche possibilità di eleggere 3 o 4 Parlamentari solo in Emilia-Romagna e in Val di Susa.

  • Faccio preasente a tutti che qualora il "referendum" venisse reso valido dalla Corte, i "governanti" hanno già nel cassetto la legge modifica porcellum, introducendo il sistema Spagnolo. Tiriamolo fuori e "discutiamolo", e vi accorgerete che favorirà sempre loro.L'unico sistema nostro per "accedere" alla stanza dei bottoni, quello di crescere almeno al livello del 35% degli aventi diritto al voto.

    • Gianni, il nostro Movimento 5 Stelle è già al 35% dei voti degli italiani che si informano su internet, ma continuando giustamente a rifiutare i rimborsi elettorali, l'unico mezzo per raggiungere le masse è la televisione.
      Chiuso Annozero, l'unica speranza per noi è rimasto il canale TV La7, con Corrado Formigli, Enrico Mentana, Ilaria D'Amico e Luca Telese.

      • Marin, non conoscevo questo 35% degli aventi dirtto al voto, significa che il Movimento è superiore sia PD-L ? Non capico come e chi sia riuscito a calcolare questa percentuale. Se così fosse penso che non dobbiamo temere nessuno. Secondo me, c'è un altro modo per avere "visibilità televisiva," quella di far pubblicare sui social network e giornali tipo Fatto Quotidiano, giornali esteri, e copia alle istituzioni europeee, le nostre proposte di legge.In questo modo saranno obbligati le televisioni a dare queste notizie in tutti i TG,per primi.

        • Gianni, io intendo dire che il nostro Movimento 5 Stelle è sicuramente uno dei più votati dagli elettori che si informano di politica tramite internet.
          Purtroppo quello che tu proponi non è sufficiente per imporre ai telegiornali di Mediaset e RAI di trasmettere le politiche del nostro Movimento 5 Stelle.
          Beppe Grillo e gli eletti del nostro M5S dovrebbero dare mandato ai propri avvocati di denunciare questi telegiornali all' Autority delle Comunicazioni AGCOM, e alla Commissione Parlamentare di Vigililanza sulla RAI.

  • Questi sondaggi non li conoscevo, sicuramente però Lassù devono raggiungere uno scopo l' ingovernabilità.
    Quello che ci serve.
    Non male per un governo in carica.
    Non credo nemmeno che la precedente legge garantisse governabilità con quel sistema misto che prevedeva la quota proporzionale (quasi abolita da un referendum che non passo il quorum per un pelo, mannaggia!).

    • Bravo Federico !
      Ti segnalo che il nostro disegno di legge "parlamento pulito" è compatibile solo con leggi elettorali proporzionali, perchè solo esse prevedono sempre una lista di candidati a cui dare eventualmente il voto di preferenza,
      mentre le leggi uninominali-maggioritarie prevedono solo 1 candidato di ogni coalizione per ogni circoscrizione elettorale !

      • Sono d'accordo con voi le modifiche alla legge con il vostro referendum (www.referendumleggeelettorale.it) la renderebbero una legge accettabile sotto molti punti di vista:
        è una risposta pragmatica ad un problema grave che c'è.
        Però la cosa che mi stona in tutto questo dibattito sulle leggi elettorali è il fatto che essa non sia contemplata nella costituzione.Io non sono esperto di queste cose.Forse c'è un motivo se è così, però a me non piace che venga cambiata così spesso e con maggioranze in parlamento così ristrette e senza consultazione popolare.

  • Questi sondaggi non li conoscevo, sicuramente però Lassù devono raggiungere uno scopo l' ingovernabilità.
    Quello che ci serve.
    Non male per un governo in carica.
    Non credo nemmeno che la precedente legge garantisse governabilità con quel sistema misto che prevedeva la quota proporzionale (quasi abolita da un referendum che non passo il quorum per un pelo, mannaggia!).

  • Movimento per la riforma elettorale: esiste già qualcosa o per ora se ne parla solamente?

  • FACCIAMO FIRMARE ANCHE TUTTI I NOSTRI FAMILIARI ED AMICI !!!

  • Sono indignato dai dirigenti PD. Basta con questo atteggiamento mafioso del tanto paggio tanto meglio. Preferiscono creare confusione per mandare all'aria tutto pur di mantenere il controllo delle iniziative e di non perdere i propri privilegi. Salvo poi dichiararsi promotori nel caso il referendum passa, vedi gli ultimi referendum.

    Questo modo di agire non è serio ed è figlio di una educazione partitocratica che tanto ha fatto male all'Italia nel costante lavorio di distruzione della costituzione.

  • Ben detto, amico Pasquale !!!

  • Ora si, un metodo per aggiustare al meglio la riforma elettorale.

    • user-pic

      Salve a tutti.
      Ho paura che riforma elettorale la stanno preparando Alfano e compagni.
      Da quel che si sa, sembra che stiano preparando una bella polpetta avvelenata per chiunque avrà una maggioranza relativa per formare un governo (sanno già che sarà una controparte..)
      Lo scopo della riforma elettorale in discussione da PD+L è rendere impossibile governare agli sventurati che si ritroveranno a "vincere le elezioni" e tornare di conseguenza in sella dopo un breve periodo di Purgatorio.
      Nel frattempo il puttanaio in corso sarà acqua passata e se l' Italia sarà nel frattempo TUTTA andata a puttane tanto meglio (per loro).
      Quindi stiamo attenti e vediamo cosa avranno architettato i nostri governanti riguardo la legge elettorale che sicuramente cambierà rispetto l' attuale e non credo in meglio.

      • Amico Federico,
        non penso che all'attuale maggioranza convenga rischiare di impantanarsi in un cambio di legge elettorale,
        perchè tutti i sondaggi dicono che non ci sarà una maggioranza al Senato della Repubblica.
        Questo perchè l'attuale legge elettorale prevede per l'elezione del Senato che ci siano 20 premi di maggioranza distribuiti in tutte le regioni italiane,
        e siccome il vantaggio del centro sinistra non è omogeneo su tutto il territorio nazionale, dopo le elezioni ci sarà una sostanziale parità di Senatori di centro-destra e centro-sinistra.

        • Meglio ancora!
          Se hanno fiutato che con l' attuale legge possono arrivare alla parità, con un' aggiustatina riusciranno pure a cacciare dentro qualche soldato più degli altri e far finta di governare.
          Tutto sommato, se l' alternativa è subire una nuova pianta (tipo ulivo, quercia ecc..)infilata nel nostro sederino non so proprio quale sia il male peggiore.
          Comunque forza con il referendum!

          • Federico, per firmare il referendum promosso da Passigli sono scaduti i termini il 15 settembre.
            Ti consiglio di NON firmare l'altro referendum del PD+SEL+IVD,
            perché è un referendum porcata,
            che vuole abrogare una legge porcata,
            per fare tornare in vigore una legge SUPER-PORCATA !!!

Commenta

Categorie



Le Liste Civiche a Cinque Stelle

La Carta di Firenze

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons