MoVimento 5 Stelle
Lavoro
Proponi le tue idee: diventeranno parte del programma delle liste civiche
Scrivi una proposta
user-pic

Interruzione di gravidanza: abolire obiezione di coscienza

L'articolo 9 della legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza recita che "Il personale sanitario ed esercente le attività ausiliarie non è tenuto a prendere parte alle procedure di cui agli articoli 5 e 7 ed agli interventi per l'interruzione della gravidanza quando sollevi obiezione di coscienza, con preventiva dichiarazione", ritengo profondamente ingiusto e persino pericoloso che al personale sanitario sia concesso di rifiutarsi ad effettuare una preocedura medica per convinzioni personali, mettendo a rischio la salute fisica e/o psichica delle donne. Nessuno viene obbligato a fare il ginecologo, ma se si sceglie liberamente questa professione bisogna accollarsene tutti i doveri e le responsabilità. Propongo quindi l'abrogazione del suddetto articolo

9 commenti

| Commenta
  • user-pic

    Una mia amica con embrione con spina bifida ha avuto tante difficoltà ( e di conseguenza ha aspettato diverso tempo...) per trovare un medico che praticasse aborto terapeutico. Su questo articolo devono decidere le donne. Peccato vedere solo commenti di uomini.

  • user-pic

    Una mia amica con embrione con spina bifida ha avuto tante difficoltà ( e di conseguenza ha aspettato diverso tempo...) per trovare un medico che praticasse aborto terapeutico. Su questo articolo devono decidere le donne. Peccato vedere solo commenti di uomini.

  • Forse il berlumedico ha studiato ginecologia perchè pensava di ammirare fi**e dalla mattina alla sera, e le racchie e gli aborti li lascia ai colleghi!! ;)

    Al ginecologo che sceglie di non fare il suo dovere si potrebbe anche togliere lo stipendio, no? Anche lo stato ha diritto di fare obiezione di coscienza quando è ora di pagare lo stipendio!!!
    Tanto sappiamo tutti che la coscienza non c'entra un caxxo... solo interessi di carriera...

    Però una donna incinta potrebbe dare calci voltanti e veloci colpi di kung fu a 'sti lazzaroni di ginecologi quando rifiutano di fare il loro lavoro,no?(azione puntitiva+aborto spontaneo eh eh eh) le italiane sono troppo buone, rispettano anche chi non merita rispetto!

    E 'affansobrio la chiesa che in uno stato laico serio dovrebbe essere rimessa al suo posto (e vergognarsi).

  • user-pic

    Anch'io sono x mantenere la possibilità dell'obiezione. Se uno non è convinto di quello che fa Su una questione così delicata, meglio che faccia qualcos'altro e non mi sembra una ragione sufficiente x giudicare se uno è o non è in bravo ginecologo. Federico Franzini _ Verona

  • user-pic

    Anch'io sono x mantenere la possibilità dell'obiezione. Se uno non è convinto di quello che fa Su una questione così delicata, meglio che faccia qualcos'altro e non mi sembra una ragione sufficiente x giudicare se uno è o non è in bravo ginecologo. Federico Franzini _ Verona

  • user-pic

    Anch'io sono x mantenere la possibilità dell'obiezione. Se uno non è convinto di quello che fa Su una questione così delicata, meglio che faccia qualcos'altro e non mi sembra una ragione sufficiente x giudicare se uno è o non è in bravo ginecologo. Federico Franzini _ Verona

  • user-pic

    Sono un attivo del movimento cinque stelle del IV municipio di Roma, sono un infermiere. Come sanitario ritengo assolutamente non etico il fatto che si elimini l'obiezione di coscienza. E' un diritto che non va calpestato il fatto che il personale decida di non contribuire alla pratica dell'aborto. La vita va invece tutelata e incoraggiata. Credo, e di questo ne sono testimone, che la legge 194 è stata mal interpretata e si sia fatto un abuso a danno di vite innocenti. Io stesso ho visto aborti eseguiti dalla stessa persona fino a 10 volte, e ti assicuro che se la legge fosse interpretata correttamente con i servizi territoriali e supporto psicologico efficente gli aborti sarebbero fatti solo in casi eccezionali.
    Davide

  • Sono un attivo del movimento cinque stelle del IV municipio di Roma, sono un infermiere. Come sanitario ritengo assolutamente non etico il fatto che si elimini l'obiezione di coscienza. E' un diritto che non va calpestato il fatto che il personale decida di non contribuire alla pratica dell'aborto. La vita va invece tutelata e incoraggiata. Credo, e di questo ne sono testimone, che la legge 194 è stata mal interpretata e si sia fatto un abuso a danno di vite innocenti. Io stesso ho visto aborti eseguiti dalla stessa persona fino a 10 volte, e ti assicuro che se la legge fosse interpretata correttamente con i servizi territoriali e supporto psicologico efficente gli aborti sarebbero fatti solo in casi eccezionali.
    Davide

  • user-pic

    Completamente d'accordo.
    Nella sanità pubblica l'obiezione di coscienza dovrebbe essere vietata. Altra cosa la sanità privata

Commenta

Categorie



Le Liste Civiche a Cinque Stelle

La Carta di Firenze

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons