MoVimento 5 Stelle
Viabilità
Proponi le tue idee: diventeranno parte del programma delle liste civiche
Scrivi una proposta
user-pic

Macchine confiscate

Salve a tutti, volevo segnalare un problema che riguarda uno spreco pubblico o piu precisamente un utilizzo assolutamente stupido di una legge ormai abrogata i cui effetti pero' come spesso capita sono ancora in sospeso. Mi riferisco ad una legge che prevedeva la confisca del mezzo qualora il conducente venisse fermato in stato di ebbrezza con un tasso alcolico superiore o uguale a 1.5 come e' capitato a me. Non voglio entrare nel merito della legge ma solo fare notare che in teoria le macchine sequestrate sarebbero dovute essere vendute all'asta o assegnate ad un uso pubblico invece quello che capita e' che marciscono nei garage per anni senza alcun motivo. La mia macchina e' stata confiscata a bologna ad Aprile 2009, il vigile mi dice subito che la macchina deve essere portata in un garage privato qualunque e rimarra' sotto la mia responsabilita' in attesa che venga fatta l'asta pubblica. Questa cosa non e' mai avvenuta e la macchina e' sempre nel garage di un privato che io pago regolarmente. Pensando al fatto che sia la vendita del mezzo o il reindirizzamento della stessa ad un uso pubblico fossero delle opzioni accettabili e condivisibili ho capito invece che la macchina morira' nel garage. Dopo 3 anni di inutilizzo non vedo come lo stato possa recuperare qualcosa dalla sua vendita e non tornera' di certo a me, che tra l'altro aspetto il processo da 3 anni. Pensando allo stato del parco macchine di polizia, carabinieri, associazioni o altro mi sembra assurdo che ne io ne il pubblico possa utilizzare un mezzo perfettamente funzionante che ormai e' perduto. So che non e' un problema eclatante o fondamentela ma visto che le forze di polizia non hanno i soldi per la benzina e i comuni sono tutti piu o meno in rosso vendere queste macchine avrebbe fatto entrare dei soldi nelle loro casse.

Categorie



Le Liste Civiche a Cinque Stelle

La Carta di Firenze

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons