MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Acqui Terme - 

Mozione presentata nella seduta delConsiglio comunale di Acqui Terme del 28/05/2013

Gruppo Consigliare MoVimento 5 Stelle

al Presidente del Consiglio
al Sindaco
ai Capigruppo

Acqui Terme, 28-05-2013

Il sottoscritto Consigliere Comunale, Pier Paolo Cannito, esercitando i diritti connessi alla carica, così come previsto dall'art. 51 del regolamento del Consiglio Comunale, chiede l'iscrizione al prossimo Consiglio Comunale della seguente proposta di delibera quale atto di indirizzo avente per OGGETTO: GARANTIRE L'OPZIONE VEGETARIANA E VEGANA NELLE MENSE PUBBLICHE

MOZIONE

Premesso
• Che le Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica muovono dall'esigenza di facilitare, sin dall'infanzia, l'adozione di abitudini alimentari corrette per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie cronico-degenerative (diabete, malattie cardiovascolari, obesità, osteoporosi, ecc.) di cui l'alimentazione scorretta è uno dei principali fattori di rischio;

• Che il nuovo studio pubblicato nell'aprile 2013 sulla prestigiosa rivista scientifica New England Journal of Medicine dichara che una dieta vegana, basata su cereali, legumi, verdura, frutta fresca e frutta secca oleaginosa è in grado di fornire una protezione aggiuntiva nei confronti delle malattie cardiovascolari rispetto a quella già conferita dalla sua abbondanza di fibre, dalla ridotta presenza di grassi saturi e dall'assenza di colesterolo e che una dieta vegetariana riduce il rischio di malattie cardiovascolari in maggior misura (32%) di quanto possa essere stimato se si considera solamente il suo effetto favorevole sui livelli di pressione arteriosa e di colesterolo (24%);


Considerato

• Che in Italia sta rapidamente aumentando il numero dei vegetariani e dei vegani: negli ultimi anni, a partire dal 2002, le stime parlano di un raddoppio, da 3 a 6 milioni;
Verificato che in Italia all'incirca 8 milioni di persone usufruiscono quotidianamente di una mensa, (aziendale, scolastica o sanitaria) e che tra questi i vegetariani e i vegani sono costretti a pasti frugali e nutrizionalmente non bilanciati per la scarsità di pasti completi senza carne, pesce o senza ingredienti di origine animale, in contraddizione con i principi di uguaglianza sanciti nella Costituzione, secondo cui lo Stato e la pubblica amministrazione devono garantire un medesimo trattamento a tutti senza discriminazioni in base a scelte etiche o personali;
• Che una dieta vegetariana o vegana, ricca di frutta e verdura, con predilezione per quella cruda, protegge dalle malattie cardiovascolari e diminuisce incontrovertibilmente la probabilità di infarto, limitando l'incidenza dei tumori più diffusi (colon-retto, mammella, prostata, pancreas) e che le risorse pubbliche disponibili per la sanità in Piemonte sono in via di riduzione;
• Che scegliere l'alimentazione vegetariana o vegana rappresenta un importante passo per bandire dalla nostra vita la violenza verso miliardi di animali e verso l'ecosistema, costituendo inoltre una delle principali fonti di inquinamento delle falde acquifere e dell'atmosfera;

Preso atto

• Che garantire alternative alimentari vegetariane e vegan significa rispettare una scelta etica e salutare delle persone, ed inoltre è anche un modo per andare incontro ai cambiamenti della nostra società sempre più multietnica, soddisfacendo le esigenze di culture diverse, le cui esclusioni alimentari sono per lo più legate ad alimenti carnei, anche al fine di effettuare interventi diretti a migliorare la qualità del servizio;

Tenuto conto

• Che spetta al Consiglio Comunale, esprimere gli indirizzi relativi agli elementi essenziali del futuro rapporto con il soggetto gestore, diretti a garantire la qualità e gli standard, come evidenziato dalla proposta di delibera in discussione all'ordine del giorno del 28/05/2013;

Riconoscendosi nei principi e negli scopi espressi nella proposta di Legge, in discussione in Parlamento, di promozione della tutela della libertà di scelta relativa alla propria alimentazione;


Impegna Sindaco e Giunta


1 - ad aggiornare gli indirizzi indicati in premessa alla proposta di delibera in discussione all'ordine del giorno del 28/05/2013 "Atto indirizzo esternalizzazione servizio
mense" con gli stessi indicati nella presente mozione;
2 - a garantire, di concerto con le Istituzioni, gli Enti e i soggetti concessionari e gestori, l'opzione vegetariana e vegana nelle mense pubbliche presenti sul territorio Comunale, ovvero la possibilità di trovare ogni giorno disponibili pasti completi e bilanciati senza ingredienti di origine animale;
3 - a richiedere che il soggetto erogatore dei pasti garantisca, non solo la generica freschezza e genuinità degli alimenti, ma l'utilizzo di prodotti provenienti da agricoltura biologica/biodinamica e prevalentemente del territorio dell'acquese per garantire una filiera
corta;
4 - a sviluppare una campagna che abbia lo scopo di informare sulla possibilità e le qualità delle scelte vegetariane e vegane, istituendo anche una giornata di promozione specifica;

Il firmatario

Pier Paolo Cannito

I candidati a Acqui Terme

  • user-pic
    Pier Paolo Cannito
  • user-pic
    andrea vigna
  • user-pic
    Armin Scarsi
  • user-pic
    Fabio Baldovino
  • user-pic
    Giampiero Moretti
  • user-pic
    Pier Luigi Zaccone
  • user-pic
    Silvia Novelli

Pagine

Partecipa ai nostri eventi