MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Ancona - 


Lo schiaffo che la sindaca Mancinelli ha preso dall'assessore regionale alla sanità Mezzolani non ci sorprende. Questi politici e manager "per grazia ricevuta" inattendibili e inaffidabili, ora non parlano più di fare un nuovo Salesi nè del suo trasloco parziale. Nel consiglio comunale aperto sulla sanità dello scorso aprile, il M5S è stato l'unico gruppo ad avvertire che l'accelerazione del trasferimento del Salesi era solo un trucco di bilancio. La scadenza di gennaio 2015 per assegnare l'incarico di progettazione esecutiva del nuovo ospedale pediatrico nel cronoprogramma presentato a luglio dal presidente pd della commissione sanità Busilacchi è uno dei tanti giochi di prestigio di questa maggioranza che pensa solo ai propri interessi e non a quelli di noi cittadini.
La realtà infatti è ben diversa: il Salesi deve essere lentamente suicidato, inghiottito e digerito nel capace stomaco dell'Azienda Ospedaliera che, con il direttore generale Galassi, è pronta al colpo di grazia, visto che del nuovo Salesi è sparita ogni traccia.
E' perfettamente inutile che la sindaca stizzita ricordi agli assessori Mezzolani e Marcolini che il comune di Ancona rispetta gli impegni presi. Gli interlocutori regionali NON sono credibili neppure quando gli accordi li sottoscrivono.
Per questo dobbiamo aspettarci che, incassata la variante dell'attuale sede del poliambulatorio del viale della Vittoria, se ne perdano le tracce ancor prima del trasferimento promesso nei nuovi locali dell'ex Uberto primo.
Daniela Diomedi - M5S Ancona


Ancona - 

Abbiamo appreso ieri della convocazione di una seduta dell' ATA2-Ancona in materia di Rifiuti convocata per oggi pomeriggio alle ore 16.

All'O.d.G. "Impianto TMB - Approvazione progetto preliminare e schema di APQ per il finanziamento con fondi FAS (ora FSC) e decisioni in merito alla successiva verifica del progetto".

Su tale progetto, l' ATA2 aveva già deliberato il 22.01.2014. In tale deliberazione non era prevista la produzione di CSS o di qualsiasi altro tipo di combustibile da rifiuto, comunque denominato.

Va ricordato inoltre, che diversi consigli comunali (nello specifico Jesi, Agugliano, Maiolati Spontini, Ancona, Fabriano, Senigallia, Castelfidardo, Montemarciano) che costituiscono quasi il 50% delle quote dell' ATA, hanno deliberato, su istanza proprio del MoVimento 5 Stelle, poi condivisa pienamente e convintamente dalle altre forze politiche, di escludere la produzione di combustibile da rifiuti a valle della gestione integrata provinciale.
In tale senso doveva essere redatto il Piano d'Ambito che, però, ad oggi, non ci risulta essere stato presentato.

Abbiamo pertanto inviato in data odierna una nota di richiamo ai sindaci dell' ATA sottoscritta dai capigruppo M5S nel Consigli Comunali, affinché nella votazione odierna i sindaci rispettino pienamente gli indirizzi espressi dai consigli comunali ed il mandato da essi avuto, evitando forzature e situazioni di contrasto anche con le norme vigenti che attribuiscono proprio ai consigli comunali la prerogativa di stabilire gli indirizzi da osservare negli enti partecipati, nonché le decisioni che ricadono sul bilancio degli Enti.


Ancona - 

Verrebbe da ridere se non fosse per l'argomento che è tutt'altro che risibile. C'è il dolore delle persone, quello legato alla malattia. Ma ai banditori non importa nulla, salvo che tenersi la poltrona. Un consigliere regionale di maggioranza, che come aggravante fa parte della commissione sanità, ha fatto una interrogazione sullo stato di salute dei cittadini di Falconara, dopo che l'indagine epidemiologica, da cui risaltava l'aumento di alcune patologie tumorali, pagata dalla regione e quindi con i nostri soldi, non è stata mai trasmessa al ministero e non ha avuto la benché minima attenzione dai partiti e dagli organi di informazione anche quando i comitati dei cittadini l'hanno illustrata nella sala gremita del cinema Excesior di Falconara il 29 Marzo 2012.
Ora che la campagna elettorale è alle porte si torna anche a vendere il Registro Tumori e l'imbonitore è lo stesso partito di governo di questa regione, lo stesso che esprime da dieci anni lo stesso assessore regionale alla sanità, lo stesso che fa finta di non sapere che che le Regioni godono di piena autonomia quanto ad indagini epidemiologiche, lo stesso che sembra non sapere che quando c'è il sospetto di un aumento di alcune patologie tumorali non solo le Regioni possono procedere ma hanno il DOVERE di approfondire e di rimuovere tutti gli ostacoli che si oppongono all'esecuzione delle indagini stesse.
Come farà la gente di Falconara e di tutte le Marche a fidarsi ancora di una classe dirigente, ma soprattutto di potere, che non ha voluto in tanti anni di poltrone, garantire il controllo e la salvaguardia della salute e della vita della popolazione?
Daniela Dionmedi - consigliere M5S Ancona


Ancona - 

Non bastano neppure 7 ricorsi per fermare il "concorso farsa" tagliato e cucito su misura per assumere in pianta stabile in regione i 13 dirigenti precari, forse 11 perché due hanno problemi con la giustizia, che garantirebbero una "continuità di gestione" a un apparato politico ben noto impegnato nelle grandi manovre delle prossime elezioni.

Con la nomina della commissione giudicatrice del "concorso su misura" si viaggia spediti per togliere dall'odiosa precarietà "servitori della regione" che a luglio hanno preso una busta paga di 18.119.01 euro (Talarico), 17.065,91 euro (Carota), 17.047.75 euro (Arzeni), 16.113,81 (Piccinini), tanto per fare solo qualche esempio.

Questa regione, che conta un dirigente ogni 13/14 assunti, nonostante il rischio di annullamento della procedura, non ritira il "concorso taroccato" sponsorizzato dai capi del personale, che hanno redatto appositi piani occupazionali ad personam, da Spacca e da qualche assessore e persino dalla Cgil. Speriamo che tra gli sponsor non ci sia anche qualche loggia, che quelle dalle nostre parti non mancano mai.

Ci sono più facce della stessa regione. Una di queste è quella delle fabbriche e dei negozi che chiudono, di chi perde il lavoro e di chi non lo trova, dei pensionati e dei precari che cercano di campare con 500 euro o poco più. Un'altra è quella della politica, pagata da noi, opulenta nella sua ricchezza e sfrontata nelle manovre per mantenere il suo apparato a garanzia dei suoi privilegi.

Daniela Diomedi - Cons. M5S Ancona


Ancona - 

Ieri il nuovo CdA della Fondazione Muse ha discusso su argomenti fondamentali per il futuro della lirica ad Ancona ma, per la prima volta nella storia, nessun membro indicato dall'opposizione era presente nel CdA.

Eppure la cultura riguarda l'intera città e non dovrebbe essere appannaggio esclusivo di una maggioranza, per giunta votata da un elettore su quattro.

Già abbiamo visto i risultati di questo "assolutismo" culturale targato Pd: l'Istituto Pergolesi chiuso dopo quasi un secolo di vita, gli scontri con la Soprintendenza ai Beni Culturali e il pasticcio sui dehors, la mancata partecipazione al circuito della lirica regionale, tra l'altro affidato ad un direttore artistico di grande livello, liquidato proprio dai nostri lungimiranti Amministratori.

Se tanto mi dà tanto, che succederà ora alla Fondazione Muse, alla produzione lirica anconetana e ai tanti posti di lavoro collegati? E perchè escludere dal C.d.A. della Fondazione rappresentanti delle opposizioni, che assieme rappresentano molti più elettori di quanti abbiano votato questa maggioranza? Cosa c'è da nascondere?

Lo Statuto prevede anche nomine in quota Fondatori e Partecipanti, come Cariverona. Perchè chi era stato nominato negli anni passati in quota Fondatori/Partecipanti viene invece ora nominato dal Sindaco?

E perchè il Sindaco vuole cambiare lo Statuto della Fondazione con questo CdA "zoppo" in quanto orfano di almeno un rappresentante del restante 60% degli elettori che si è presentato alle urne?

Questo è l'ennesimo schiaffo alla democrazia, alle Istituzioni e ai cittadini dato da questa Amministrazione comunale.

L'Uomo Bionico


Ancona - 

Apprendo dell' ufficialità della nomina dell'Ing. Mario Pompei a nuovo direttore dell'ARPAM.
In capo all'Ing., che probabilmente è "bionico", contemporaneamente permangono le funzioni di:
Dirigente di servizio infrastrutture trasporti ed energia
Dirigente di P.F. Autorizzazioni elettriche
Dirigente P.F. Edilizia sanitaria ed ospedaliera c/o l'ARS Agenzia
Regionale Sanitaria
Dirigente P.F. Forestazione c/o Servizio Agricoltura forestazione e pesca
Insomma un uomo solo al comando.
Certo è che deve essere un professionista di straordinario talento: dal suo Curriculum Vitae pubblicato sul sito della Regione Marche leggo che la iscrizione all'albo data 2004, ed immediatamente dal 1^ luglio 2004 al 30 novembre 2005 è "arruolato" nella Regione Marche per la ricostruzione post sisma ed adempimenti tecnici per la chiusura della gestione commissariale e poi a seguire un profluvio di incarichi e da ultimo, recentissima, la nomina all'ARPAM!
Ma, anche per un Superman, non saranno troppi incarichi? E visto il flop dell'appalto del nuovo INRCA all'Aspio di Camerano ... siamo sicuri che non sia opportuno che rinunci a qualcosina??


PS volendo andare a vedere quanto guadagna... dovrò ritentare... la pagina non è disponibile... http://www.regione.marche.it/Portals/0/trasparenza/dati_inf_personale/retibuzione_dirigenti/GIUNTA%20-%20Retribuzioni_2013xLegge69-2009_Art21_1.xls
Il CV dell'Ing. Pompei a questo link
http://www.regione.marche.it/DesktopModules/Dirigenti/Cv_Dirigenti/C%20V%20Pompei%20Mario.pdf


Ancona - 


Dalla stampa apprendiamo che le Marche investiranno nella terza età con monitoraggio sullo stato di salute degli ultra 64 enni. Poiché leggiamo che si tratta della terza esperienza di lavoro, sorge spontanea la curiosità di andare a vedere cosa si sia fatto nelle precedenti due.
Il progetto "Passi d'Argento" fa parte di uno dei progetti compresi nel piano nazionale della prevenzione che è parte integrante del Piano sanitario nazionale ed ha anche un apposito finanziamento ( vedi la pagina del ministero :http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1958&area=prevenzione&menu=piano . Vi è apposito portale che tratta l'argomento in modo esaustivo a questo indirizzo : http://www.epicentro.iss.it/passi-argento/ e possono essere verificati sia i dati che la normativa che gli interventi sui territori.
Non ci vuol molto a scoprire che la Marche sono pressoché inesistenti. Il Portale "Passi d'Argento" è molto interessante e lo sarebbe anche per l'internauta marchigiano la cui navigazione, purtroppo, non potrà essere gratificante. Gli unici dati marchigiani riguardano uno studio del 2010 relativo alla sola Area Vasta 2 ed un rinvio ad un'altra pagina di raccolta di normative regionali in materia di integrazione socio/sanitaria.... http://www.epicentro.iss.it/passi-argento/socio/normativa.asp . Non c'è da sforzarsi a cercare le Marche.... Perché la nostra regione non c'è. Viene da chiedersi che cosa sia stato realizzato del progetto nei due step precedenti e cosa sia stato finanziato.


Ancona - 

La notizia della conclusione delle indagini sul Black out all'ospedale regionale merita un paio di righe sulla stampa di oggi e nemmeno su tutte le testate. In fondo, la paralisi di un ospedale regionale durata appena 10 ore continua a non meritare particolare attenzione. La relazione presentata dall'Azienda metterebbe la parola fine al "piccolo" incidente: "nessuna negligenza particolare" ... "soltanto un guasto inatteso ai gruppi di continuità". Scritta la parola FINE, argomento chiuso. Non poniamoci più alcuna domanda. I manager efficientissimi hanno parlato.... e ciò ci basti.


Ancona - 

Dalla stampa abbiamo appreso che il sito del Comune di Ancona risulta essere particolarmente "prestante"... il più veloce quanto a tempo di risposta, il primo della classifica con i suoi 1.44 secondi!!!! Chissà se la velocità è legata al fatto che ci sia ben poco da comunicare.... Il sito del Comune di Ancona, nella Bussola della Trasparenza non si classifica granchè bene considerato che risultano soddisfatti solo 2 indicatori su 66.... praticamente è VUOTO...

http://www.magellanopa.it/bussola/page.aspx?s=classifica-comuni&qs=N5a5ulH%2f2zkmA4WIPj4Qqg%3d%3d


Ancona - 

Qui di seguito il comunicato stampa relativo alla visita all'Autorità Portuale:

Su invito del Commissario dell'Autorità Portuale Rodolfo Giampieri, si è svolta oggi una visita al Porto di Donatella Agostinelli, deputata del MoVimento 5 Stelle, accompagnata dal Capogruppo M5S nel Comune di Ancona Andrea Quattrini.
Il Commissario ha illustrato le varie problematiche del Porto, le sue prospettive e le iniziative che verranno poste in essere sia per incrementare l'attività e il traffico di merci e persone, sia per renderne una parte fruibile alla città.

L'On. Agostinelli ha assicurato il massimo impegno in Parlamento per sbloccare la nomina a Presidente dell'Autorità Portuale dell'attuale Commissario, ricordando le numerose interrogazioni affinchè la nomina di Giampieri, sul cui nome c'è il parere favorevole delle Commissioni competenti di Camera e Senato, divenga effettiva, ed il conseguente esposto per omissione di atti di ufficio nei confronti del Ministro Lupi.
Ha inoltre ricordato alcune iniziative legislative fatte in questi giorni, come l'emendamento all'art.29 del DL n.133/2014 dove, tra i criteri per determinare l'importanza dei porti, è stato aggiunto il traffico del trasporto di persone, oltre a quello già presente delle merci, tenuto conto che il Porto di Ancona è primo in Italia per il trasporto internazionale di persone e che in assenza di tale criterio sarebbe stato ingiustamente penalizzato.
Ha infine aggiunto che vigilerà affinché il nuovo piano strategico venga realizzato secondo criteri oggettivi e non subendo le pressioni localistiche di questo o quel territorio.
Il Capogruppo Quattrini, da parte sua, ha assicurato che il M5S manterrà il consueto impegno e attenzione in Consiglio comunale sulle problematiche relative al Porto.

Mentre l'On. Agostinelli e il Capogruppo Quattrini erano in visita all'Autorità Portuale, si è svolta in Comune la Conferenza capigruppo finalizzata ad organizzare i lavori per il Consiglio comunale aperto sull'Uscita Ovest, dove il M5S era rappresentato dalla Consigliera Daniela Diomedi.

Purtroppo, dobbiamo segnalare che i Capigruppo di maggioranza si sono opposti affinchè venga invitata l'On. Agostinelli, che tanto si era interessata all'Uscita Ovest con interrogazioni parlamentari. La motivazione è che ritengono possa fare passerella a scopi elettorali. I Ministri e i vari membri di Governo, invece, saranno invitati.
Quindi, mentre l'On. Agostinelli viene ricevuta dall'Autorità Portuale per perorare la causa del Porto di Ancona a livello parlamentare, la maggioranza che governa la città le vuole impedire di partecipare ad un Consiglio comunale aperto sull'Uscita Ovest: un comportamento inaccettabile ed uno schiaffo istituzionale a chi ha dimostrato di lavorare anche per il bene della nostra città.

MoVimento 5 Stelle Ancona

I candidati a Ancona

  • user-pic
    Andrea Quattrini
  • user-pic
    alessandro ghiotti
  • user-pic
    Alessandro Nesi
  • user-pic
    Alessandro Ricci
  • user-pic
    andrea aureli
  • user-pic
    angelo mogliani
  • user-pic
    Antonio Ghiotti
  • user-pic
    Bianca Marchetti
  • user-pic
    CRISTINA LAZZERI
  • user-pic
    daniela diomedi
  • user-pic
    daniela diomedi
  • user-pic
    FRANCESCO RENI
  • user-pic
    Gabriele Guidi
  • user-pic
    Giancarlo Palestini
  • user-pic
    Gianni Maggi
  • user-pic
    Gianni Polenta
  • user-pic
    Isabella D' Aurizio
  • user-pic
    Matteo Sini
  • user-pic
    paolo paladini
  • user-pic
    Riccardo Carmenati
  • user-pic
    RUGGERO
  • user-pic
    simone grande
  • user-pic
    Vincenzo Fasoli
  • user-pic
    Vittorio Carloni

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons