MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Arcidosso - 

Con questo nostro post inauguriamo una nostra nuova iniziativa che è quella di raccontare il paese attraverso l'incontro con le persone. Crediamo che la risoluzione delle problematiche, il ritrovo di nuove iniziative, il ricordo della nostra identità, della nostra storia debba avere come tappa obbligatoria l'ascolto ed il contatto con i cittadini.

Apriamo la nostra rubrica con l'intervista a Emilia Santella

Quanti anni ha?
69

Come era Arcidosso quando era giovane?
Tutte le frazioni erano popolate, non si trovava una casa senza abitanti. Le porte erano sempre aperte a tutti, la gente era più caritatevole, ci si aiutava l'uno con l'altro. Nelle sere invernali si andava a veglia e le donne si portavano il lavoro da fare: il cucito, la maglia. Gli anziani, invece, raccontavano le novelle ai più piccoli.
Le strade erano tutte a sterro, magari piene di escrementi di asini e galline.

Quale era la cosa più bella che c'era nel paese?
C'erano negozi ricchi di cose e vetrine allestite in un modo migliore rispetto ad oggi, questi negozi erano particolarmente belli perché non erano presenti in questo modo nelle frazioni.
Un'altra cosa era il cinema, si andava lì tutti insieme, ragazzi e ragazze. Prima eravamo sereni da giovani, ci accontentavamo delle cose ed eravamo felici rispetto ad oggi con tutte queste tecnologie.

Come erano le feste di paese?
Ogni frazione aveva la sua piccola e povera festa. La sera del 15 di agosto si accendevano dei grandi falò. I bambini e i ragazzi durante quella settimana di ferragosto si impegnavano a racimolare legname e roba da bruciare.

Che lavoro faceva?
Il lavoro dei ragazzi era quello di aiutare la famiglia con l'orto, i castagni, le olive, di portare l'acqua in casa e la legna.

Cosa si mangiava a quei tempi?
Si mangiavano tutte le cose sane e genuine che avevamo coltivato e messo nei nostri cassoni per l'inverno. Ci nutrivamo anche degli animali che avevamo negli orti come le galline ruspanti e i conigli. Quando si ammazzava il maiale era una vera e propria festa, perché era un evento raro e non si buttava via niente. Ogni settimana, inoltre, si sfornava del buon pane profumato dai forni comuni.

La geotermia secondo lei che cambiamenti ha portato alla nostra terra?
Non bastava il mercurio che esalava dalle miniere, si è aggiunta anche la geotermia che ci sta avvelenando da oltre 60 anni. Un mezzo che produce energia elettrica che viene venduta persino ai cinesi. Noi dobbiamo pagarla caramente, pur essendo una nostra risorsa, praticamente tutto è a favore della multinazionale e non della nostra salute.
Questo sfruttamento sta inquinando anche le falde acquifere, infatti anche l'acqua del rubinetto contiene sostanze nocive. I soffioni spargono in aria tonnellate di vapore inquinante composto da sette veleni.
Per questi motivi la gente non è più serena come prima, perché tutto ciò causa gravi malattie e sempre più frequentemente la gente muore.
Come si fa a vivere tranquilli?

Cosa vorrebbe che fosse fatto per riportare Arcidosso agli antichi splendori?
"Che qualcuno si svegli una buona volta! Spremesse le sue meningi e si mettesse una mano sulla coscienza ".

Ci racconta un aneddoto?
A Pasqua le campane si scioglievano e ci mandavano tutti insieme a fare i capitomboli in un campo d'erba perché dicevano che così non ci avrebbe fatto più male la pancia.

Ha un proverbio da dirci?
"Con il tempo e la paglia si maturano le sorbe e la canaglia"

Un ringraziamento alla disponibilità di Emilia
Domande a cura di Angela Cerulli
Intervista di Marilena Olivastrini

La nostra storia


Arcidosso - 

"Imparano più i popoli da una sconfitta, che non i re dal trionfo ".
Giuseppe Mazzini.

Il Movimento 5 Stelle ringrazia, con questo video che ripercorre la sua storia recente e ne rilancia l'azione futura, i propri elettori e tutti quelli che in vario modo con il loro sostegno, hanno permesso ad un gruppo di cittadini comuni di presentarsi alle scorse amministrative di Arcidosso. La trasparenza e la buona condotta dell'amministrazione locale erano i punti cardine del nostro programma e rimangono gli obiettivi del Movimento 5 Stelle, che non mancherà di vigilare sull'attuazione dei programmi presentati dalle liste civiche presenti ora nel Consiglio del nostro paese. Così come non mancherà di dare il suo apporto alla lotta contro lo sfruttamento geotermico del nostro territorio attraverso le proposte sviluppate nei gruppi di lavoro tematici e collaborando con tutte le forze presenti sul territorio che chiedono un rinnovamento sociale ed economico in piena sintonia con i nostri rappresentanti in parlamento.


Arcidosso - 

Già dal primo incontro pubblico in sede di presentazione del nostro gruppo di attivisti il 25 gennaio scorso nella sala consiliare del palazzo comunale alla presenza di alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle di Grosseto e di una calorosa partecipazione dei cittadini, ci siamo subito distinti con la nostra posizione nei confronti della geotermia: opporsi allo sfruttamento della risorsa geotermica, come viene fatto allo stato attuale da Enel, e richiedere un immediato stop sia per la centrale attualmente attiva, sia per quella in costruzione.

La preoccupazione per le ipotetiche implicazioni di questo sfruttamento sulla salute della popolazione, sul probabile inquinamento di acqua e aria e sulla mancata tutela dell'integrità del paesaggio naturale dell'Amiata, sono state riferite più volte dai cittadini presenti in tutti gli incontri pubblici che si sono succeduti fino all'ottenimento della certificazione della nostra lista civica sul sito del Movimento 5 Stelle e raccolte come spunto per un gruppo di lavoro dedicato a tale tematica.

Nell'elaborare il programma abbiamo collaborato sia con i comitati, che con singoli cittadini interessati ad approfondire queste problematiche, esprimendo una posizione chiara sia nel manifesto programmatico uscito a Marzo, che nell'elaborato finale presentato il 25 Aprile a corredo della lista.

La salvaguardia dell'ambiente e la sua valorizzazione sono fondamentali per il benessere della popolazione. Noi del Movimento 5 Stelle di Arcidosso ci impegniamo, quindi ad utilizzare ogni mezzo lecito per realizzare questo intento: la geotermia è una risorsa e va sfruttata, ma in maniera compatibile alle caratteristiche peculiari del territorio sul quale si va ad adoperare.
Riteniamo, quindi, che l'unica forma di geotermia attuabile sia quella a bassa entalpia per la produzione di calore sfruttabile per il riscaldamento delle abitazioni e nella serricoltura.

A prescindere dall'esito elettorale ci batteremo per richiedere una moratoria che dia l'immediato stop agli impianti attivi ritenendo che la tutela della salute pubblica sia una priorità e che non si possano attendere ulteriori studi per escludere correlazioni, ma che sia necessario avere dati certi prima di continuare.

Abbiamo espresso più volte pubblicamente la nostra posizione a tutta la popolazione sia all'incontro promosso da Sos Geotermia lo scorso 29 aprile, con la partecipazione del portavoce candidato sindaco Elena Franceschelli, sia nel confronto televisivo a TV9 con gli altri candidati sindaci.
Abbiamo ritenuto opportuno pertanto, di non accettare l'invito della lista "Comunità viva" del candidato sindaco Marini, ad un incontro da loro promosso sul tema della geotermia, durante il quale i candidati sindaci si sarebbero dovuti confrontare alla presenza di un moderatore.
La cittadinanza non si è sottratta alla partecipazione dell'incontro del 29 di aprile e sicuramente era ampiamente più scomodo aprire un confronto davanti ai cittadini piuttosto che ad un moderatore con tempistiche chiuse a scatola e domande preparate.


Arcidosso - 

Dibattito tra i candidati sindaco del comune di Arcidosso per le elezioni amministrative del 25 maggio 2014

I candidati a Arcidosso

  • user-pic
    Elena Franceschelli
  • user-pic
    Angela Cerulli
  • user-pic
    Caterina Cardinale
  • user-pic
    cristian bastianello
  • user-pic
    Marilena Olivastrini
  • user-pic
    Riccardo Giuntini
  • user-pic
    Silvia Perfetti