MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Arese - 

Ad Agosto 2015 anche il cittadino non addetto ai lavori ha capito che il parcheggio expo 2015 destinato ai bus e tir non verrà mai aperto.

3 agosto 2015

Park1.png

Il cittadino non addetto ai lavori vagamente ricorda che prima c'era il silos dove la gloriosa fabbrica Alfa Romeo stoccava le nuove auto. Del vecchio silos sono rimaste solo parte delle macerie. Il cittadino non addetto ai lavori si domanda se quelle macerie possono creare un pericolo per la salute.

26 febbraio 2015
Silos 1.jpg
3 agosto 2015
DSC00373.JPG

l cittadino non addetto ai lavori però si preoccupa e si domanda : ma alla fine di expo 2015 cosa ne sarà di questo parcheggio incompiuto ?

Il cittadino non addetto ai lavori è preoccupato perché ogni tanto qualche opera pubblica in Italia non viene terminata ma pensa che forse il parcheggio sarà destinato per la costruzione di un albergo da utilizzare per il museo Alfa Romeo oppure per costruire una mega piscina coperta oppure un polo tecnologico oppure un presidio infermieristico oppure per un bosco ( su questo il cittadino non addetto ai lavori è sicuro che non verrà mai fatto).

Nel frattempo al cittadino non addetto ai lavori non dispiacerebbe che qualcuno vada a spegnere le luci sempre accese del semaforo o almeno che le metta sul rosso.

3 agosto 2015
Park2.png

Ps. Il cittadino non addetto ai lavori non vuole neanche pensare a quanti soldi sono finiti nel cesso per questa opera ma solo sapere dove si trova il cesso per recuperarli.

LEGNA PER L'INVERNO


Arese - 

Semplice domanda per il nostro Sindaco di Arese Michela Palestra:
Questi alberi presenti nel CSDA verranno tagliati per far posto alla nuova biblioteca ?


Attendiamo risposta.
Grazie.

DSC00345.JPG
DSC00346.JPG

DSC00348.JPG

bib.jpg

bib1.png


Arese - 

Expo è cominciata. Dopo tutti i disagi per i cantieri stradali, in gran parte ben lontani dall'essere finiti, dopo gli sproloqui di Renzi all'inaugurazione (l'unico che ha detto qualcosa di condivisibile è stato ... il Papa!), dopo le frecce tricolori e dopo il bombardamento mediatico di questi giorni, abbiamo capito che è cominciata.

Per cui, armati di tanta curiosità, il 2 maggio verso le 17.00 partiamo in bicicletta da Arese alla volta del sito espositivo, sicuri di riuscire ad arrivare in sicurezza, magari disposti a sopportare qualche piccolo disagio. La comitiva è composta dal sottoscritto con seggiolino posteriore per mio figlio piccolo, il grande con la sua bici da cross, e mia moglie a chiudere. Senza indugio puntiamo al laghetto Morganda, per cercare nelle vicinanze il famoso ponte sospeso ciclabile. Il ponte non si vede per la vegetazione, ma il piccolo ponte sul canale scolmatore parla chiaro: non si passa!
F1 Ridotto.jpg

F2 Ridotto.jpg

Vabbè, magari basta fare il giro: percorriamo l'alzaia del canale fino al ponte automobilistico e scendiamo tra la piattaforma ecologica e gli orti.
F3 Ridotto.jpg
F4 Ridotto.jpg

Altre strisce biancorosse. Proviamo a proseguire.

F5 Ridotto.jpg

Niente da fare: il ponte è irraggiungibile. Con non poco timore decidiamo di salire il ponte automobilistico. Ho con me due bambini!!!
F6 Ridotto.jpg

Dal ponte automobilistico finalmente vediamo dove avremmo dovuto passare! Come dice la canzone: "Bello, bello e impossibile!!!" Scendiamo il ponte e ci fermiamo davanti alla fonderia. Passando, ho visto podisti che correvano a sinistra di fianco all'autostrada. Si passerà di lì? Torniamo indietro e, proprio davanti ad un sito di attesa per peripatetiche, vediamo un percorso che si snoda verso sud est. Lo imbocchiamo. Dopo un primo pezzo sterrato, le cose migliorano. Forse perché non siamo più nel comune di Arese!!!
F7 Ridotto.jpg
Ma le sorprese non sono finite. Ecco cosa ci aspetta alla fine del rettifilo...
F8 Ridotto.jpg
Le due assi sono solo appoggiate, ma il canale è profondo solo un paio di metri. Si può fare! Scendiamo dalle bici e con cautela attraversiamo. Peccato per quel bel ponte di fianco, nuovo ma ancora inutilizzabile! Dopo pochi minuti raggiungiamo l'ingresso del polo logistico e quindi Viale De Gasperi a Rho.
F9 Ridotto.jpg
Qui proseguiamo oltre l'autostrada e siamo arrivati. Dappertutto auto parcheggiate alla rinfusa, polizia di Milano, polizia di Rho, Carabinieri e persino la protezione Civile, i Vigili del Fuoco e anche la Guardia di Finanza! L'ingresso all'Expo dal parcheggio è ancora un cantiere inagibile; i cartelli sono scarsi e molti automobilisti chiedono indicazioni alle forze dell'ordine.


Mesti mesti ce ne torniamo a casa: l'EXPO è cominciata ... MALE!

Marco Rapetti


Arese - 

Cari amici,
il mio impegno per cambiare in meglio l'italia mi vide nel 2013 a candidarmi come sindaco per Arese per il M5S; con alcuni professionisti amici studiai in profondità le cifre del comune, i costi della struttura comunale, le aree di criticità e le possibili migliorie da attuare.

Pur sapendo che non sarei mai stato eletto ( o molto difficilmente sarebbe successo.... ), identificai una serie di azioni che a breve avrebbero potuto sortire diversi effetti combinati, quali alleggerire la struttura comunale, migliorare i servizi ai cittadini, ridurre le aliquote delle varie tassazioni (ma soprattutto rimodularle per evitare la scure a pioggia, come da sempre avviene), combattere il futuro disastro viario che attende Arese.

Con un entusiasmo, che col senno di poi potrei definire infantile, credetti che poteva essere un primo passo per cambiare le cose, per dimostrare che ci poteva essere una vera rottura con il passato che da decenni in maniera granitica ci mostra una realtà immutata ed immutabile.

Cosa successe ?
Il Patto civico vinse con un largo plebiscito, senza ombra di dubbio con un mandato in bianco da parte degli aresini per migliorare una situazione di depressione che va avanti da almeno 4 anni.

Cosa è successo poi e cosa sta succedendo ?
IL NULLA totale........... anzi......

Nulla è cambiato sotto il sole aresino, non una foglia si è spostata; la macchina comunale è sempre la stessa, non un euro è stato risparmiato, ne' una procedura è stata migliorata e/o ottimizzata; il tema della viabilità è stato gestito così male, ma male, da far nascere un attivo e combattivo comitato con più di 4000 seguaci firmatari; la tassazione sui cittadini non solo non è diminuita, ma è pure AUMENTATA, anche se gli aresini sembrano non accorgersene ( la TASI NON la pagavamo prima, ed ora questo 2.1 per mille è un nuovo esborso ... ).

Se dovessimo fare un breve resoconto dei rinnovamenti apportati da questa giunta, io definirei l'impronta lasciata finora come assolutamente invisibile, sterile, nulla.

Arese, come l'Italia, avrebbe avuto bisogno di una giunta innovativa, capace di non guardare in faccia a nessuno e procedere a radicali cambiamenti; ma nulla di ciò è avvenuto.

Sonnolenti consigli comunali con procedure arcaiche che fanno perdere ore per il nulla; discorsi prolissi senza portare alcun risultato; commissioni comunali non ancora convocate (la MIA ad esempio, risorse finanziarie ..... ) e con lavori così a rilento che ne rendono inutile la presenza. Era QUESTA la ricetta per Arese?

Bene, io proseguo il mio impegno sincero e spensierato per risollevare questo povero paese (l'Italia ), ma la speranza si è affievolita; la tendenza masochista dell'italiano a dimenticarsi dopo 48 ore di qualsiasi cosa, la sua natura ultra conservatrice per la quale è meglio tenerci quello che abbiamo oggi, perché non si sa mai cosa succederà domani, e i risultati delle recenti elezioni mi portano a pensare che nulla cambierà finché non ci sarà una (non auspicata, ovviamente) catastrofe nazionale.
Ed anche allora, dopo il panico iniziale, dopo il solito "io l'avevo detto, non dovevamo fidarci, dovevamo cambiare, ecc ecc ", dopo l'agitazione iniziale, passate le fatidiche 48 ore tutto tornerà come prima.

Che prospettive tristi lasceremo ai nostri figli e nipoti, ma questa è l'italica INSOSTENIBILE IMMUTABILITA' DELLE COSE.

Bruno Carozzi Movimento 5 Stelle


Arese - 

In merito alla nota vicenda della mega urbanizzazione di Arese Sud (va detto: làscito delle ambizioni palazzinare megalomani delle giunte Fornaro e Perferi) pare che l'ultimo Consiglio Comunale abbia accontentato tutti: non noi del M5S.

E' vero, possiamo essere orgogliosi di avere indicato una strada, quella della riduzione del cemento, quella della revisione degli accordi, quella di trarre profitto dalla debolezza dell'immobiliare, ma la "cura dimagrante" non è assolutamente sufficiente.
Anzitutto scopriamo che non c'è (meglio dire non c'era) ancora una forte esposizione circa gli oneri già incassati dal Comune di Arese: 3,6 milioni di Euro che avrebbero potuto tranquillamente essere restituiti all'immobiliare (o essere oggetto di trattativa), viste le lucrose entrate previste per il famigerato Accordo di Programma sull'area ex-AlfaRomeo.

Thumbnail image for rineg.pngCi interroghiamo invece sulla timidezza del nostro assessore, che aveva il coltello dalla parte del manico ma non ha sfruttato a dovere la sua posizione di forza:
ha ottenuto la classe energetica A al posto della B,
ha ottenuto il mantenimento delle opere compensative,
ha ottenuto la riduzione di 50 appartamenti circa (le palazzine saranno 13 anziché 15).


E questa sarebbe la cura dimagrante??? Se si fosse trattato di uno spogliarello, il Vicesindaco avrebbe ottenuto il primo bottone slacciato della camicetta, mentre noi volevamo il nudo integrale!

Si poteva e si doveva osare il colpaccio, bisognava rivedere gli accordi da capo, proporre una soluzione progettuale diversa, come quella da noi ipotizzata, con un intervento di nuova concezione che puntasse all'eccellenza dell'edilizia in modo da rendere interessante la proposta per l'immobiliare il cui scopo è, ovviamente, vendere nonostante il periodo di crisi nera.

Questi i nostri capisaldi:


  • Edilizia di nuova concezione con elevati livelli prestazionali (in tutti sensi: energetica, rapporto col verde, vivibilità urbana, ecc.)

  • Riduzione del costruito almeno del 50%, anche a scapito di qualche alloggio in edilizia convenzionata - una vera fissazione per il PD - che forse non sa che esistono altri modi per soddisfare la "fame di casa", come quelli già allo studio del gruppo parlamentare del M5S alla camera. (http://www.beppegrill...)

  • Annessione di gran parte dell'area al Parco delle Groane anziché la creazione di un parchetto urbano, quindi residenza e Parco insieme.

  • La creazione di funzioni e di strutture a servizio del Parco delle Groane, per esempio "la Porta del Parco",


sanso.png
Concludiamo unendoci alla cittadina Silvia Ramilli che intervistata dal Giorno dice: "Cosa cambia? Al posto di un'area verde ci troveremo comunque nuove case e palazzi".


Arese - 

Semaforo.jpg

Per approfondimenti : www.arese5stelle.it

Mozione Piste Ciclabili


Arese - 

Piste Ciclabili.jpg

Per approfondimenti : www.arese5stelle.it

Mozione Parcheggi Rosa


Arese - 

Parcheggi Rosa.jpg

Per approfondimenti : www.arese5stelle.it


Arese - 

Censimento del Cemento cc.jpg

Per approfondimenti : www.arese5stelle.it


Arese - 

Referendum.jpg

Per approfondimenti : www.arese5stelle.it

I candidati a Arese