MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Palazzo Cavallo: sulla "IUC" gran confusione, unica cosa certa i costi per i cittadini


Arezzo - 


approvato-tasi.jpgGran confusione, ancora, in maggioranza a Palazzo Cavallo relativa alla delibera istitutiva della Iuc (imposta unica comunale) che comprende la Tasi, l'Imu e la Tari.

Una delibera arrivata monca, non sono state presentate le aliquote Imu e Tari, elementi fondamentali per avere una visione completa della manovra e sulla quale nutriamo la preoccupazione si voglia costruire il bilancio 2014 dell'Ente con pesanti addizionali a carico dei cittadini.

L'unica cosa certa sono gli aumenti: l'addizionale Tasi, la tassa che include i servizi indivisibili prestati dai Comuni, e che si calcola sul valore immobiliare posseduto, nel Comune di Arezzo sarà modulata ai massimi consentiti per legge, ovvero lo 0,33 per cento. La stessa base impositiva su cui è calcolata ovvero le spese del Comune non ci convince: 1 milione di euro per il taglio dell'erba o 1,6 milioni per il riscaldamento e l'energia, in assenza di un piano comunale, e relativi investimenti, per l'autosufficienza in materia sono costi difficilmente giustificabili al contribuente tenuto a pagare.

Inoltre, costringendo i cittadini all'autoliquidazione tramite modulo F24, questi saranno costretti ad ulteriori spese, non trascurabili, dovendosi recare presso i Caf o il proprio commercialista. La nostra richiesta era, come ogni altra tariffa su servizi, che questa doveva essere inviata tramite bollettino precompilato da parte del Comune di Arezzo facilitando il compito ed evitando ulteriori costi indiretti al contribuente.

Sempre sulla Tasi la giunta Fanfani porta in approvazione una delibera che prevede gettito solo o principalmente dai possessori di prima casa, con due emendamenti del MoVimento 5 Stelle siamo riusciti ad inserire nell'elenco anche le case di lusso, le cliniche private, le banche, gli istituti di credito e le assicurazioni.

In ultimo abbiamo contestato l'affidamento della riscossione della Tari, la tassa sui rifiuti, al gestore del servizio, Sei Toscana, per un valore di 500.000 euro al netto d'Iva senza nessuna gara d'appalto di evidenza pubblica, senza nessun dettaglio delle voci di spesa che determinano il totale, nonostante da più di un anno era noto la necessità di individuare un nuovo fornitore per tale servizio. Per questo abbiamo proposto un atto d'indirizzo alternativo che chiedeva di svolgere una gara, ovviamente bocciato tanto a pagare saranno i soliti, i cittadini.

I candidati a Arezzo

  • user-pic
    Massimo Ricci
  • user-pic
    Alessandro Cerboni
  • user-pic
    Antonio Casi
  • user-pic
    barbara storri
  • user-pic
    Claudio Massaini
  • user-pic
    Emanuele Bonci
  • user-pic
    esaù mencaroni
  • user-pic
    fabrizio mori
  • user-pic
    federica peloso
  • user-pic
    Francesca De Simone
  • user-pic
    Giuseppe Cavallaro
  • user-pic
    Goti Marco
  • user-pic
    Julien Banchetti
  • user-pic
    Lara Fracassini
  • user-pic
    Laura Panichi
  • user-pic
    laura presenti
  • user-pic
    Marco Perticai
  • user-pic
    Margherita Barbagli
  • user-pic
    Michele Menchetti
  • user-pic
    Miriam Luongo
  • user-pic
    paolo lepri
  • user-pic
    pettener giorgio
  • user-pic
    RICCARDO MARCUCCI
  • user-pic
    RITA D.
  • user-pic
    ROBERTA BANCHELLI
  • user-pic
    roberto cecchini
  • user-pic
    roberto rossi
  • user-pic
    Tiziano Rosadini