MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Programma

Comunicazione, sovranità popolare e partecipazione attiva

• Comunicazione come punto di partenza e obiettivo fondamentale
Il cittadino deve essere promosso da semplice utente finale ad operatore attivo della vita politica ed istituzionale, è perciò necessaria una comunicazione metodica, efficace e di facile accesso che lo porti a conoscenza di ciò che riguarda il proprio paese il quartiere in cui vive e che lo renda partecipe nella sua comunità. La comunicazione sarà per questo oggetto di studio, pianificazione e sviluppo tecnologico, portando così gli standard di trasparenza e partecipazione dai semplici livelli di legge a livelli certificati "a cinque stelle".
• Piano di Comunicazione Integrata e Consigli di Quartiere
La partecipazione attiva verrà facilitata e regolamentata puntando su una maggior comprensione di ogni processo istituzionale (consiglio comunale, giunta, commissioni), allo scopo di coinvolgere il singolo cittadino, a prescindere dal suo grado di istruzione e comprensione. I Consigli di Quartiere saranno strumenti focali per l'interazione tra cittadino e amministrazione, fungeranno da canale preferenziale per conoscere le necessità dei singoli quartieri, chiamare a raccolta le persone con le loro domande e proposte, valorizzandole anche con votazioni dirette per dare concretezza alle richieste nell'intento collettivo di conseguire maggiore condivisione, partecipazione e trasparenza.
• Referendum propositivo senza quorum
Modifica delle regolamentazioni del referendum, per il rispetto della volontà popolare,
tramite il sistema propositivo, con abbattimento del quorum e l'esposizione di un piano per i tempi di applicazione del risultato di voto.
La volontà espressa dalla maggioranza dei cittadini elettori sulle materie locali dovrà assumere valore esecutivo ed immediato, indipendentemente dal numero di votanti (senza quorum), per aumentare l'interesse dei cittadini stimolando così l'impegno civico per riavvicinarli al territorio.
• Consiglio comunale aperto e cittadini "protagonisti"
Nell'ottica di una partecipazione e un coinvolgimento sempre maggiore dei cittadini alla
vita politica della nostra città, prendiamo l'impegno a realizzare consigli comunali aperti, con l'inserimento del "question time", uno spazio dove i cittadini possono intervenire per presentare le loro proposte o le problematiche che rilavano nel territorio.
• Concorsi pubblici per le nomine
L'amministrazione comunale ha la facoltà di nominare propri rappresentanti nei consigli di amministrazione delle società controllate. E' importante per queste società, ed indirettamente per tutti i cittadini, che tali posizioni vengano ricoperte da figure professionali competenti e non legate a particolari reti clientelari. Si propone pertanto un regolamento che obblighi l'amministrazione al reperimento di queste professionalità attraverso un concorso pubblico.


Ambiente

• Raccolta differenziata - progetto rifiuti zero
L'intento è di un uscita graduale da hera per quanto concerne le competenze sui rifiuti, con un controllo degli obiettivi di raccolta. Un diverso metodo di raccolta rifiuti, con il porta a porta spinto (in alcuni comuni più virtuosi è già arrivata al 90%), creando anche posti di lavoro e riducendo l'indifferenziato, incentivando il cittadino con il risparmio diretto puntando all'obbiettivo della bolletta puntuale. Occorre puntare sulla crescente rappresentatività che il Movimento sta assumendo a livello di coordinamento provinciale e regionale, verso una revisione e rinegoziazione
ragionata dei rapporti con i concessionari di servizio pubblico per lo smaltimento dei rifiuti e della manutenzione e nettezza urbana, al fine di liberare risorse economiche da orientare verso una parziale re-internalizzazione dei servizi, attuabile attraverso il potenziamento e la regolamentazione dei patti di cittadinanza.
• Le nostre acque
Monitoraggio della qualità delle acque di falda affluenti al mare, dalla zona ex discarica ai pozzi, l'acqua come bene da salvaguardare per la salute dei cittadini e dell'ecosistema. Controllo delle procedure di analisi utilizzate dall'Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente (ARPA). Pertanto verifica di attendibilità dei report, contrastando eventuali conflitti di interessi, a garantire la salvaguardia dell'ambiente e del territorio.
Controllo e messa a norma degli scarichi diretti al fiume, controllo e piano
per incentivare le vasche imhoff agli utenti non allacciati alla rete.
• Acqua Pubblica
Acqua pubblica, un bene primario che deve essere garantito a tutti, con l'installazione di nuove "case dell'acqua" nei vari quartieri cittadini.
• Energia pulita
L'energia è uno strumento fondamentale per il nostro quotidiano, va quindi adeguatamente sviluppato con l'uso di tecnologie ad alta efficienza, non solo, un piano per l'abbattimento di sprechi, elettrici e di climatizzazione delle strutture pubbliche. Bisogna inoltre investire nel potenziamento delle rinnovabili, con uno studio attento al'impatto ambientale e al miglior rapporto di resa tra fotovoltaico, geotermico, eolico per una miglior autonomia tramite il massimo usufrutto degli incentivi statali ed europei.
• Infoltimento del verde.
Sviluppo del verde urbano, piano di infoltimento per le aree parco, lungo viale, e camminamenti tramite una società municipalizzata o Anthea, con utilizzo di alberi antismog, (tiglio selvatico, biancospino,ginkgo biloba e frassino.)

Territorio, Urbanistica e Viabilità

• Linee guida come strumento per un urbanistica migliore.
Una urbanizzazione a misura d'uomo, ecosostenibile, a consumo zero, che rispetti le caratteristiche ambientali, strutturali, e architettoniche del territorio, con tavoli di lavoro che coinvolgano tecnici umanisti qualificati, categorie e cittadini, utilizzando anche i consigli di quartiere come piattaforma per investire nelle strutture del territorio. Il nostro obiettivo è parlare ai cittadini un
linguaggio semplice, chiaro e rispettoso della capacità di comprensione soggettiva. Gli atti di programmazione ad ampia ricaduta come il PSC (Piano Strutturale Comunale), POC (Piano Operativo Comunale) e RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) devono essere spiegati a tutti in modo efficace e chiaro prima che gli stessi producano effetti.
Un nuovo piano generale per la viabilità, le nostre strade non devono essere più veloci, ma più fluenti, studiato da tecnici tramite un ente terzo, per una mobilità che preveda anche l'extraterritorialità, collaborare con i comuni vicini una miglior viabilità e una migliore gestione del traffico, per dei collegamenti che siano siano utilizzabili in maniera equa sia dai mezzi a motore che a trazione muscolare, con un investimento nella viabilità ciclabile, questo deve riproporsi anche nelle vie interne e centrali, una nuova mobilità a pedali per una vita più sana e con meno inquinamento. Per favorire sicurezza e soste presso i servizi e zone commerciali, prevedere delle ZTL o dei sensi unici di marcia può sembrare limitativo, vogliamo invece portare più sicurezza e miglior afflusso in aree che ne necessitino.
• Piano di diagnosi degli immobili esistenti per una giusta ed efficace riqualificazione del territorio
Analisi del patrimonio edilizio esistente comprese le abitazioni sfitte, per la valutazione delle reali necessità, abitative per una miglior riqualificazione. Consumo zero, le concessioni saranno volte alla riqualifica delle aree dismesse comprese strutture turistiche residenziali e direzionali, inutile consumare suolo quando si hanno strutture in stato di abbandono e degrado, valorizzare e sostituire il vecchio con il nuovo.
Delimitazione dei confini dell'agricolo e del nucleo urbano,
stop alle aree urbane realizzate a settori come i quartieri dormitorio, integrazione dei servizi principali per ogni quartiere per la riduzione del trasporto privato, tavolo di studio per la realizzazione di un nuovo polo scolastico o campus nell'area del "mare d'inverno".
Stop al consumo delle aree verdi in favore dei parcheggi.
Un piano urbano generale andrà studiato con tecnici competenti e condiviso con i cittadini tramite strumenti di partecipazione, cercando e approfondendo le problematiche del territorio per trovare insieme gli interventi migliori per lo sviluppo della nostra città.
• Rilancio dell'edilizia: regole più semplici ed innovative.
Il nuovo regolamento edilizio (RUE) dovrà risolvere il problema della sovrapposizione e compresenza di normative nazionali e regionali fra loro in contrasto, che impediscono lo snellimento degli interventi del settore edile e che ne ostacolano la ripresa, agevolando con incentivi per chi migliora e mette a norma i propri immobili, per chi propone migliorie energetiche e sismiche, non vuol dire dare soldi ma fare sconti su oneri e iva,vuol dire agevolare interventi di cui favorisce tutta la città. L'incentivazione agli interventi di adeguamento o di demolizione e ricostruzione, secondo criteri di sostenibilità e efficienza garantiranno, oltre ad una ripresa notevole
dell'edilizia e delle entrate comunali reimpiegabili sul territorio, una sostanziale e reale riqualificazione dell'esistente che gioverebbe maggiormente alla sicurezza, al risparmio energetico, alla valorizzazione del patrimonio immobiliare, contribuendo ad accrescere lo stato di benessere generale.
• Il nostro fiume, il nostro mare, le nostre risorse.
Tavolo di lavoro per lo sviluppo del lungofiume, una ristrutturazione che non solo porterà lavoro, ma amplierà la centralità di Bellaria Igea Marina, realizzando un incontro delle due parti, partendo da uno studio per la valutazione della struttura del canale atta alla progettazione di un intervento non solo estetico, ma tecnico con l'obiettivo di ridurre le spese di manutenzione del letto del fiume e puntando al miglioramento della nostro arenile, salvaguardando il paesaggio, e fauna marina . Non solo bello ma funzionale.
• Riqualificazione del lungomare di Igea Marina.
Rinnovare il lungomare di Igea Marina è un Punto Cardine, in quanto è uno dei principali accessi, un primo punto di impatto alla città, da qui si può ripartire per la riqualificazione a consumo zero, creare nuove strutture o modificare la destinazione d'uso di quelle già esistenti, proponendo l'azionariato sociale. Aree pedonali più grandi e ottimizzazione dell'illuminazione nelle zone adiacenti alle strutture sanitarie, per agevolare chi ne usufruisce, nuovo l'arredo urbano e un impegno reale inoltre all'ottemperanza delle norme per la messa in sicurezza e il decoro delle strutture in disuso. L'obiettivo è ridare attrattiva ad una zona che pare ora desolata, per renderla un possibile punto di interesse per future attività.
• Ripristino dei punti di aggregazione e interesse storico culturale.
L'intenzione è di dare alle nostre piazze, anche quelle ritenute minori, la loro originale utilità, ripristinare quindi i punti di aggregazione sociale, con un arredo urbano adeguato che le rendano appetibili per passeggiate e momenti di incontro e ristoro.
Ripristinare inoltre, senza snaturarle, le parti storiche della nostra città, per un recupero della loro valenza storico culturale, indipendentemente dal valore economico della struttura, salvaguardare le nostre origini e la cultura del territorio, tramite la richiesta degli appositi fondi destinati ai borghi e centri storici, salvaguardare le nostre realtà rurale ricorrendo anche al vincolo della sottointendenza.


Amministrazione, bilancio e sviluppo economico - finanziario

• Lavoro e sviluppo economico.
Dare nuovo slancio alle attività produttive con attenzione particolare alle politiche di distretto e al patrocinio delle associazioni di categoria, sfruttando molteplici forme di finanziamento fra cui i fondi europei per lo sviluppo e l'innovazione del territorio.
Potenziamento e snellimento dell'azione amministrativa, è necessario smaltire in tempi rapidi la burocrazia e le richieste agli uffici comunali, per
le attività commerciali e per le pratiche di permessi edificatori, Dia, Scia. Dire basta alle lunghe attese per poter lavorare con serenità e costanza.
• Rete economica per le attività del territorio.
Verrà presa a valutazione l'inserimento di una rete economica locale (Moneta complementare) un valore di scambio per beni e servizi che incentivi l'economia delle attività del territorio comunale.
• Bilancio trasparente e partecipato.
Proponiamo una maggior trasparenza una partecipazione al bilancio comunale, una rendicontazione puntuale delle finanze del comune che sia di facile lettura, una partecipazione dei cittadini nelle scelte economiche e di investimento verrà dalla partecipazione popolare, per tutti gli interventi che richiedano investimenti elevati o che si protrarranno oltre il nostro mandato, verrà realizzata una consultazione a costo zero, tramite strutture a totem presso l'URP e sistemi di votazione dedicati sul sito
del comune. Saranno i cittadini a decidere come investire per il futuro del loro territorio.
• Riorganizzazione degli apparati
Riorganizzare la "macchina comunale" con approccio funzionale affidando i servizi per meritocrazia, le forze vanno distribuite in maniera de ottimizzare al massimo l'efficienza, l'esperienza e gli studi non sempre garantiscono la miglio resa, un sistema di valutazione personale può dar modo di individuare per ogni dipendente comunale il ruolo migliore e più giusta divisione dei carichi di lavoro, lo scopo è di ridurre tempi di evasione dei servizi, evitare gli accumuli di pratiche sulle scrivanie, non
lasciare fermo il personale.
• Nuovo piano economico per il turismo.
Valuteremo assieme alle associazioni di categoria e ai cittadini,(tramite una consultazione popolare) l'inserimento di un eventuale tassa di soggiorno, non prima di aver individuato ovviamente il taglio di eventuali sprechi, la finalità è di recuperare fondi da dedicare al turismo per; la promozione del nostro territorio e lo sviluppo di servizi e strutture turistiche. Le entrate, andranno quindi a ridurre le spese legate alle aliquote comunali in favore dei residenti.

Turismo

• Agenzia Unica per il Turismo e Portale Unico del Turismo.
Sviluppo di nuove e mirate campagne promozionali, un programma per la valorizzazione di tutte le attività economico turistiche di Bellaria Igea Marina, con la destagionalizzazione della stagione estiva, in sinergia con i comuni limitrofi,con pacchetti che utilizzano Bellaria Igea marina come perno per un turismo culturale ed enogastronomico la collaborazioni con le categorie è fondamentale, aiutarli nel sostenere gruppi di acquisto a KM 0 può servire a ridurre costi e sprechi e a migliorare l'efficienza del servizio, coordinare aperture e servizi può aumentare l'interesse del turista a vivere prolungando e rendendo più produttiva la stagione estiva.
• Agevolare l'organizzazione di eventi.
Proponiamo la realizzazione di un agenda online aggiornabile in tempo reale che preveda l'integrazione di eventi pubblici e privati, per evitarne la sovrapposizione, e aumentarne l'efficienza, non vincoliamo più il turista a scelte, ma lo indirizziamo ogni sera ad un attrazione diversa, sviluppando e promuovendo un APP gratuita per la consultazione al pubblico.
• Riqualificazione dell'esistente
In virtù di un utilizzo consapevole, la riqualificazione dell'esistente dal punto di vista estetico, un progetto per la riqualifica del degrado e del dismesso passano per una immagine nuova, un tema in linea con il territorio alla quale può aderire anche il privato, per un immagine innovativa e culturalmente accattivante, ispirata alla street art, interventi mirati e non invasivi per regalare attrattiva a chi ci viene a visitare.
• Promozione della cultura.
Patrocinare e incentivare la cultura, le arti di musica e spettacolo, come attrattiva per un turismo territoriale distribuito nel corso di tutto l'anno, che non sia puntato solo alla stagione, ma a far avvicinare anche i residenti delle realtà a noi vicine portando Bellaria Igea Marina in collaborazione con i comuni del territorio, per un afflusso regolare di persone. Non solo intrattenimento ma cibo per la mente e per l'anima, fa bene alla nostra economia e fa crescere anche noi.
• Green Way e Turismo Ecosostenibile
Coinvolgere, organizzare e sviluppare settori dell'economia turistica dal mare con una miglior distribuzione sul nostro arenile di spiagge libere attrezzate, proponiamo inoltre la realizzazione di barrire soffolte, ne esistono di diversi materiali e sono attualmente oggetto di sperimentazione della regione Emilia Romagna, interventi ottimi anche contro l'erosione, per il ripopolamento della fauna marina a attrattiva turistica per sub.
Dal mare sino dell'entroterra, finora poco considerato quale reale componenti di crescita dell'economia turistica ecosostenibile, che crediamo fondamentali, soprattutto per il recupero delle tradizioni non solo gastronomiche, ma anche etnologiche, da tramandare ed esportare nelle immagini e nei souvenir dei turisti.

Sociale, Sicurezza e Sanità

• Market del lavoro.
Il lavoro, è un diritto, purtroppo oggi non è una certezza, proponiamo quindi di dare tramite i servizi sociali, la possibilità a chi si trova inoccupato di svolgere una attività utile verso la comunità, verranno proposti interventi e servizi di assistenza rispettando ovviamente le competenze e l'esperienza del cittadino che intende usufruire di questa possibilità, che verrà ricompensata in base al servizio reso con derrate alimentari.
• Politiche per l'aggregazione e l'integrazione.
Programma per giovani, famiglie e anziani, interazione e integrazione, una proposta per far conoscere e avvicinare i cittadini dei diversi quartieri, cultura e origini, siamo tutti parte della stessa comunità, a tal proposito proponiamo la realizzazione di attività per l' aggregazione che parta dalle scuole e coinvolga le famiglie con laboratori, sport e attività all'aperto. Anche l'età non deve essere una discriminante, i nostri anziani possono essere non solo intrattenuti con programmi e spazi a loro dedicati, ma loro stessi intrattenitori e insegnati di quelle arti e mestieri che si sono perse con l'arrivo della tecnologia, manteniamo giovane la nostra cultura e le nostre tradizioni, impegniamo il loro tempo e miglioriamo il nostro.
• Istruzione e politiche giovanili.
Le scuole innanzi tutto, la messa in sicurezza degli istituti scolastici è stata sin dall'origine del nostro gruppo uno degli obbiettivi primari, sulla quale continuiamo a lavorare, ma la sicurezza non deve essere solo legata alla messa a norma strutturale, consci delle problematiche sociali all'interno di certe strutture, vogliamo investire in un programma per l'educazione civica e sociale, investire per la risoluzione di problematiche relative a integrazione, bullismo uso sconsiderato e "bullistico" dei social network e problematiche più volte denunciateci dai cittadini.
• Sicurezza e sinergia.
Bellaria Igea Marina risulta nel territorio riminese, una realtà con ottimi livelli di sicurezza effettiva, ma tra i più bassi nella percezione di tale sicurezza, il nostro intento e un potenziamento e sulla sincronizzazione extraterritoriale, una miglior efficienza a livello extraurbano, porta inevitabilmente a una miglior efficienza anche sul nostro territorio, ad un abbassamento dei costi e alla semplificazione dei carichi di lavoro per una maggior efficienza di indagine.
• Sanità ed educazione sanitaria
Prolungamento degli orari del presidio di primo soccorso,e servizio di guardia medica locale, ipotizzando in alternativa un progetto di "casa della salute" per l'assistenza e il primo soccorso, l'intenzione e di garantire una maggior copertura per i residenti, coordinandosi con il territorio circostante per non penalizzare le strutture che ne hanno maggiore necessita. Campagne di Educazione Sanitaria basata sulla prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica, astensione dal fumo) promuovendo stili di vita salutari e scelte di consumo consapevoli. Istituzione di un Programma di Primo Soccorso nelle scuole Sensibilizzazione dei medici di medicina generale e della cittadinanza alla prescrizione e utilizzo di farmaci generici.
• Nessuna limite per chi vuol vivere il territorio.
Per migliorare il vivere e la condivisione nella nostra città è fondamentale che le strutture come le aree gioco nei pachi siano accessibili a TUTTI i bambini, anche a quelli con difficoltà motorie in tutte le aree verdi, perché i bambini hanno il diritto di poter giocare insieme.
Vorremmo inoltre inserire nei nostri parchi aree sgambata per i cani, un buon amico può avere 4 zampe invece che 2 gambe, è giusto avere uno spazio da condividere insieme.

Punti in condivisione con i comuni del territorio.

• Partecipazione
1) democrazia partecipativa, tramite piattaforme web, al fine di recipire le istanze piu sentite dei cittadini;
2) costituzione della consulta pubblica, partecipazione diretta dei cittadini a progetti comunali che poi vengono approvati dall'organo politico; 3) referendum consultivi senza quorum.

• Gestione macchina comunale
1) almeno 2/3 dei dipendenti dedicati ai servizi al pubblico;
2) drastica riduzione (dimezzamento) dei tempi di rilascio di: Dia, Scia, Permesso di costruire con lo strumento del metodo LYNN;
3) definizione degli orari apertura sportello in funzione delle esigenze espresse dai cittadini;
4) rivalutazione delle professionalità e massimizzazione dei dipendenti comunali.

• Sociale
1) coinvolgimento per l'individuazione delle priorità nelle spese pubbliche;
2) investire su competenza, merito, professionalità;
3) Consiglio comunale aperto alla partecipazione dei cittadini;

• Sicurezza
Presenza sul territorio della provincia di rimini 226 agenti per tutto il territorio provinciale pari alla provincia di forlì; noi sosterremo la razionalizzazione e implementazione delle forze dell'ordine:
1) criticità del territorio
2) numero degli eventi e della caratterizzazione stagionale
3) tasso oggettivo di criminalità del territorio promuovere l'efficientamento il coordinamento e la razionalizzazione di tutte le forze dell'ordine sul territorio e l'implementazione.

• Mobilità
1 drastica riduzione dei costi di struttura dell'agenzia mobilità (AM Rimini- AMBRA Ravenna)
2 chiusura dell'agenzia mobilità Rimini in quanto funzioni del tpl sono confluite in
AMBRA
attuale costo di struttura circa 1.400.000 € l'anno che rimane a gestire solo il TRC 3 revisione del contratto di servizio tra il gestore e agenzia mobilità AMBRA (al fine di addivenire alla riduzione dei costi del TPL che gravano sui cittadini).

1 commento

| Commenta
  • user-pic

    Stiamo organizzando un incontro fra Capoliste e attivi LISTA CIVICA 5 STELLE , vi invito a mandare una email a : rinascimentoparma@libero.it con nome cognome e telefono , Vi contatteremo per organizzarci

    Gaetano vilno' capolista Parma

Invia un commento

I candidati a Bellaria-Igea Marina

  • user-pic
    Danilo Lombardi
  • user-pic
    Alfredo Farci
  • user-pic
    christian stacchini
  • user-pic
    cristiana macalli
  • user-pic
    elisa zannoni
  • user-pic
    Marco Manica
  • user-pic
    Massimo Bugli
  • user-pic
    matteo panzetti
  • user-pic
    paola vagnoni
  • user-pic
    patrizia migale
  • user-pic
    salvatore suergiu

Archivio

Partecipa ai nostri eventi