MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Biella - 

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

Il cittadino può esprimere il proprio voto in tre modi diversi:

1. tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato Sindaco da quest'ultima appoggiato;

2. tracciando un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la preferenza per uno dei candidati alla carica di Consigliere appartenenti alla stessa lista, e tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato Sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto "voto disgiunto";

3. tracciando un segno solo sul nome del Sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest'ultimo collegate.

Nei Comuni con più di 15.000 ab. è eletto Sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno).

Più info qua:
http://www.ancitel.it/amministrative/index.cfm?m=24


Biella - 

Antonella Buscaglia sarà il 1° Sindaco dei cittadini e non dei partiti per la Città di Biella. Un Sindaco infatti deve rispondere a tutti i cittadini, non solamente alla propria parte politica, così non è stato sino ad ora, noi cittadini siamo stati completamente ignorati prima dal PD e poi dal PDL, che si sono susseguiti al Governo di Biella. Per questo oggi ci proponiamo di governare la città, noi siamo pronti a governare per tutti.

Antonella Buscaglia: "Il MoVimento 5 Stelle sarà pronto ad accogliere tutte le buone idee dei partiti e delle liste civiche che verranno portate in Consiglio Comunale. Siamo pronti a governare per tutti i cittadini, potendoci permettere di andare oltre alle ideologie che troppo spesso hanno diviso questa città in "nero" e "rosso" senza permettere di dare spazio ai problemi concreti che tutti i cittadini, gli operai, gli studenti e gli imprenditori, e non solo, vivono quotidianamente".

Così come siamo pronti a sostenere ogni proposta positiva che dovesse arrivare dalle altre parti in consiglio comunale, sono anni che evidenziamo quando si consumano gli inciuci e i patti di "non belligeranza" tra PD e Forza Italia, ai danni di noi cittadini biellesi. Intendiamo oggi portare in evidenza una notizia che è passata quasi di nascosto nei palazzi del potere di Biella, ma non a noi. Si tratta dell'inciucio consumatosi tra PDL, Lega, PD e anche alcune liste "civiche" locali in questi anni di Governo Gentile. Rispettando anche a Biella il perfetto stile di "larghe intese" che vediamo oggi a livello nazionale tra il non-eletto Renzi e il piduista Berlusconi.

Stiamo parlando degli oltre 2 MILIONI DI EURO investiti per la sistemazione ambientale del sagrato della cattedrale e la sistemazione di Piazza Duomo. Il Comune di Biella, risultando compreso all'interno della "macroarea" confinante con la Regione Valle d'Aosta e quindi tra i soggetti abilitati, ha inoltrato il dossier di candidatura dal titolo "Fondo per la valorizzazione e la promozione delle aree territoriali svantaggiate confinanti con le regioni a statuto speciale" (bando emanato in data 2 marzo 2012, predisposto dall'Ufficio Tecnico Comunale Sezione Parchi e Giardini /Arredo Urbano ed approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 249 in data 11 giugno 2012). Noi avremmo subito chiesto di dirigere ad altri usi quei fondi, perchè con il disagio sociale che c'è oggi a Biella non ci pare che "imbellettare" Piazza Duomo, area tra l'altro di patrimonio ecclesiastico seppur aperta all'uso pubblico, permetta di risolvere i principali problemi della Città. Non provino i partiti a dire che non abbiamo proposte, perchè ci scappa da ridere ormai.

Antonella Buscaglia: "E' da tempo che proponiamo piuttosto un investimento su di un Polo sulle Energie Rinnovabili per creare una riconversione industriale su settori emergenti al fine di creare nuova occupazione che potrebbe generare centinaia di posti di lavoro, se unita ad una valorizzazione del commercio locale invece dei centri commerciali realizzati con il benestare di PDL e PD (altro "inciucio" consumato in silenzio), che portano via dal nostro territorio ogni anno decine di milioni di euro".

Papa Francesco continua a ripetere che bisogna agire con coerenza. Che la Chiesa deve dare l'esempio, che ha la responsabilità di gestire i beni con particolare premura per i bisognosi. Non possiamo che condividere questi propositi. E allora perchè, un'altra proposta che abbiamo fatto, non si poteva far decidere alla cittadinanza con un Bilancio Partecipativo (esempio pratico già realizzato in decine di Comuni d'Italia, tra cui Capannori, dove noi ci siamo confrontati con l'Assessore organizzatore dell'esperimento democratico) come utilizzare quei 2 MILIONI DI EURO per rispondere magari all'emergenza sociale che vive il nostro territorio e che esprime di fatto con i drammatici episodi di suicidi che purtroppo si ripetono annualmente?

Antonella Buscaglia: "Tutti noi, cattolici e non cattolici, siamo d'accordo che i suddetti propositi di Papa Francesco non debbano essere ignorati. E' la conferma che bisogna superare i partiti per liberare questa città da una "miopia istituzionale" che non mette al centro le problematiche concrete e prioritarie della Città, mancando di fatti un piano pluriennale per rispondere alle problematiche occupazionali e sociali che ogni giorno sono sotto ai nostri occhi. Ci rivolgiamo a quel 27% di non votanti delle ultime amministrative del 2009 a Biella: se non partecipate, non cambierà nulla. Siamo gli unici che ci presentiamo alle Comunali di Biella avendo presentato la fedina penale pulita, l'onestà è il primo punto per il MoVimento 5 Stelle. Senza di essa ogni promessa è vana. Allo stesso tempo serve la credibilità, quella che gli attuali partiti hanno perso in questi anni, non ascoltando la cittadinanza. Oggi agli amministratori serve l'umiltà di ascoltare tutte le problematiche, anche quelle che provengono da chi non ha votato la forza politica al Governo. E noi cittadini abbiamo il dovere di informarci, vi invito a farlo con il nostro programma partecipativo, che trovate ai nostri "punti di ascolto" e sul sito www.biella5stelle.it. Cambiamo insieme la città per non dover cambiare città".

NOTE DI LEGGE :
- In data 2 marzo 2012 è stato emanato, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in attuazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 ottobre 2011, apposito bando disciplinante la ripartizione, tra le varie macroaree, delle risorse del "Fondo per la valorizzazione e la promozione delle aree territoriali svantaggiate confinanti con le regioni a statuto speciale" di cui alla Legge 29 novembre 2007 n. 222 finalizzato alla realizzazione di progetti per lo sviluppo economico e sociale dei comuni confinanti stanziate per gli anni 2008, 2009, 2010 e 2011 e residui 2007, nonché le modalità di presentazione delle richieste di finanziamento corredate dai relativi progetti.

Link di approfondimento:
http://www.biella5stelle.it/content/piazza-duomo-ecco-le-proposte-alternative-del-m5s-biella
http://www.biella5stelle.it/forum/viewtopic.php?f=12&t=3339


Biella - 

Alberto Zin, portavoce del Gruppo Ambiente del M5S Biella: "Si parla tanto, per spot elettorale e per quel brutto vizio di copiare dal vicino di banco più diligente, di incremento della percentuale di raccolta differenziata, ma non si spiega il modo in cui si intende arrivarci. Ebbene, dato che uno dei punti principali del nostro programma è proprio l'attuazione della strategia "Rifiuti zero", ci pare giunto il momento di ricordare come noi, del Movimento 5 Stelle, intendiamo applicare questo progetto nel nostro territorio".

"Sono 205 i comuni che ad oggi attuano la strategia "Rifiuti Zero" in Italia per un totale di oltre 4 milioni di abitanti coinvolti. In particolare noi ci ispiriamo alla Strategia Rifiuti Zero nata negli USA ad opera dello scienziato Paul Connet ma, per essere vicini alle nostre realtà, prendiamo spunto dai diversi esempi virtuosi che la nostra terra ci offre. Partiamo dal progetto dell'assessore all'ambiente Ciacci del comune di Capannori. Nella ridente cittadina toscana, che è molto simile a Biella per numero di abitanti, si sono attuati parallelamente diversi progetti."

Li indichiamo qui di seguito:
-Raccolta differenziata porta a porta con differenziazione dell'organico (responsabile del percolato, sostanza dannosissima e cancerogena ) della carta e cartone, del multimateriale (plastica, metallo, vetro), oli esausti, residuo non riciclabile, pannolini (bimbi ed adulti-su richiesta), verde (su richiesta), ingombranti (su richiesta)
-Tariffazione puntuale (si paga per quanto rifiuto non riciclabile si produce e non più a mq)
Insieme a questi criteri basilari si attuano le seguenti opere:
-Inserimento criteri "verdi" nelle gare di appalto pubbliche, applicando criteri ambientali minimi.
-Acquisti comunali "verdi" (se vogliamo che il settore divenga competitivo dobbiamo aumentare la produzione dei prodotti di cancelleria ecologici per esempio!)
-Acqua "del Sindaco" obbligatoria in tutte le mense pubbliche e possibilmente indirizzare gli esercizi di ristorazione ad usare acqua microfiltrata eliminando del tutto o quasi le bottiglie di plastica.
-Utilizzo di stoviglie e bicchieri di "vetro e ceramica" lavabili e riutilizzabili nelle mense pubbliche.
-Creare circuito capillare di "last minute market" per convogliare i "resti invenduti" dei supermercati alle mense del povero o ai bisognosi ed indigenti.
-Creare la cultura della "doggy bag" e cioè , se si avanza cibo o bevande, portarseli a casa!
-Casette di distribuzione alla spina di acqua, latte, birra, vino, bibite ecc.
-Incentivare negli esercizi commerciali la distribuzione di prodotto alla spina per esempio riso, pasta, detersivi, legumi, spezie ecc.
- Obbligo per sagre e feste paesane della differenziazione del rifiuto e l'utilizzo delle stoviglie e bicchieri compostabili.
-Incentivare utilizzo pannolini riutilizzabili ecologici.
-Creazione di oasi di compostaggio collettivo
-Organizzare mercatini di scambio e riuso
-Creare centri stabili di riuso
-Isole ecologiche per conferimento libero

Alberto Zin, portavoce del Gruppo Ambiente del M5S Biella: "Tutte queste azioni però vanno applicate contemporaneamente e con la partecipazione attiva dei cittadini. E' realizzabile, è utile a tutti perchè questo tipo di raccolta del rifiuto porta lavoro (si ipotizzano circa 100 addetti in più nella raccolta) il cui costo è ammortizzato dal minor onere che si subisce per lo smaltimento del residuo non riutilizzabile e porta un risparmio tangibile sul costo di smaltimento e quindi ad un risparmio sulla bolletta per il cittadino. Nostro desiderio è inoltre quello di realizzare un centro di trattamento meccanico biologico (a freddo) per giungere ad un conferimento in discarica pari al 1/2% (ma contiamo di ridurlo ancora), ma questo, visto il costo, è un progetto da concordare con i cittadini ed in collaborazione con altri comuni".

Specifichiamo che se le entrate dalla tariffa dei rifiuti sono di circa 10 milioni di euro all'anno per il Comune di Biella, i 280.000 euro circa spesi all'anno per il conferimento in discarica a Cavaglià (deliberazione 31 del 9/5/2012) - senza contare i costi della manutenzione della discarica (e senza contare i costi della gestione dell'umido, che potrebbe nuovamente essere trasformato in una risorsa tramite un centro di compostaggio) - sono soldi che si possono risparmiare ed investire quindi in nuova occupazione con una Strategia Rifiuti Zero che miri a migliorare la salute, l'ambiente e l'economia cittadina.

Quindi, pensiamo sia inutile parlare citando cifre senza spiegare bene quale strategia si vuole attuare per raggiungere l'obiettivo. Siamo pronti, abbiamo bisogno di aiuto da parte della cittadinanza per rendere questa città migliore, abbiamo bisogno di OGNI CITTADINO per realizzare i nostri progetti... aiutateci e pensateci quando userete la vostra arma più potente...IL VOTO.

Link di approfondimento:
http://www.rifiutizerocapannori.it/rifiutizero/dieci-passi-verso-rifiuti-zero/
http://www.rifiutizerocapannori.it/rifiutizero/comuni-rifiuti-zero/
http://www.leggerifiutizero.it/
http://www.comune.biella.it/sito/file/ambiente/rifiuti/dati_raccolta_2013.pdf


Biella - 

Sono tante le attività del MoVimento 5 Stelle Biella in questo periodo. Mentre per noi si tratta di una "maratona" l'arrivo alle elezioni del 25 maggio (segnatevi la data!), per i partiti di destra e sinistra si tratta di una corsa ai 100 metri. Mentre le nostre proposte sono state ignorate per anni dai partiti (l'ultima è stata quella di rendere Biella OGM-Free per tutelare il nostro patrimonio alimentare locale e far fronte ad alcune pericolose e possibili legislazioni nazionali, ignorata da destra come da sinistra, così come il mettere come scrutatori i disoccupati, così come l'impegno proposto ai candidati sindaci da nessuno sottoscritto sui 3 punti: http://www.biella5stelle.it/content/firmatequi-antonella-buscaglia-lancia-la-sfida-ai-candidati-sindaci-di-biella ), giusto 2 mesi prima delle elezioni i partiti investono decine di migliaia di euro (anche dai rimborsi elettorali, soldi dei cittadini) tra il livello locale, regionale e le europee su giornali, cartelloni, ecc. E sperano così di recuperare il consenso perduto giorno dopo giorno.

Ma questa volta sarà diverso, perchè a Biella, in Piemonte e in Europa si potrà scegliere il vero rinnovamento, nei fatti. Bisogna smetterla con l'anti-politica rappresentata dai partiti, Noi siamo per la politica, cioè per la partecipazione di tutti i cittadini e per la trasparenza. Invitiamo quindi la cittadinanza a leggere e diffondere il programma partecipativo presente sul nostro sito www.biella5stelle.it. Attualmente nessun'altra forza politica locale ha un programma definito, questo è esemplificativo. Ma soprattutto, la differenza dai partiti (che si nascondono dietro ad apparenti liste civiche, fatte invece di uomini storici di partito) che ha il MoVimento 5 Stelle è la credibilità. Ciò che abbiamo promesso abbiamo fatto, a partire dai rimborsi elettorali per proseguire con il taglio degli stipendi dei politici, per arrivare al taglio del 30% del debito effettuata a Parma, città a 5 stelle.

Antonella Buscaglia, Candidato Sindaco del M5S Biella: "Noi intendiamo rivolgerci non solo ai 6.024 (pari al 23%) concittadini di Biella città che hanno votato il MoVimento 5 Stelle alle ultime elezioni nazionali nel febbraio 2013, non solo a quel 27% di concittadini non votanti alle ultime amministrative del 2009, ma al 100% della popolazione. Perchè questo è ciò che avrà il compito di fare il Sindaco di Biella. I partiti ci attaccano perchè hanno paura. Dopotutto chiediamo a destra e sinistra di rendere conto di ciò che hanno fatto e di come hanno rovinato Biella e l'Italia in questi anni. Difficile non prendersela. Noi vorremmo appunto cogliere l'occasione per mostrare alcune #PromesseDaMarinaio della Giunta Gentile. E per farlo intendiamo partire da ciò che più preme oggi a tutti noi cittadini, ossia il lavoro".

Queste le parti del programma del 2009 di Gentile su cui facciamo domande e attendiamo risposte (il virgolettato è preso pari-pari dal programma elettorale di Gentile):
- "Attrarre nuove imprese produttive con benefit specifici, al fine di creare nuovi posti di lavoro" e "Nuovo patto di sviluppo incentrato su forti riduzione fiscali per i primi 3 anni dall'insediamento aziendale (abolizione dell'ICI, dell'addizionale sull'energia elettrica, riduzione degli oneri di urbanizzazione e riduzione dell'IRAP)" cosa è stato fatto al riguardo? Quante nuove imprese sono state attratte? Noi delle idee a proposito le abbiamo: promuovere nuove aziende legate a Energie Rinnovabili ad es. oppure negozi con prodotti "alla spina". Oppure benefici per chi va ad insediarsi al borgo del Piazzo. E potremmo continuare. Ma questa promessa ha avuto un seguito reale? Noi abbiamo inoltre proposto di valutare la Zona Franca Urbana, per agevolare le micro-imprese locali, anche se va richiesta al Ministero in quanto attualmente attiva solamente zone specifiche dell'Italia. Rispetto a questa promessa, cosa è stato fatto dalla giunta Gentile?
- "Fruire delle occasioni legate a Expo 2015" a noi non risultano azioni in tal senso. Cosa sta facendo il Comune a proposito? Noi abbiamo già scritto una lettera al riguardo con diverse e concrete nostre intezioni: https://www.facebook.com/notes/movimento-5-stelle-biella/il-m5s-biella-su-expo-2015-e-il-turismo-antonella-buscaglia-candidato-sindaco-de/830741853621873
- "Localizzazione di attività imprenditoriali basate sulla conoscenza e sul terziario": noi è da tempo che proponiamo di digitalizzare le imprese per aumentare le possibilità dell'export, cosa è stato fatto al riguardo? Abbiamo sul territorio da poco anche degli spazi coworking per startup che sono da promuovere in questo senso. Ma gli attuali partiti non conoscono il mondo del web e le opportunità dell'economia digitale, praticamente l'unica a crescere al momento (il settore e-commerce cresce di almeno il 10% ogni anno da almeno 6 anni mentre il PIL è in calo). Inoltre quando abbiamo proposto di usare il web per promuovere il turismo al borgo del Piazzo i partiti sono "caduti dal Pero" dimostrando la loro incompetenza: http://www.biella5stelle.it/content/il-piazzo-la-perla-di-biella-e-la-banalita-dei-partiti-ed-ex-partiti
- "La presenza di tante piccole imprese permette pertanto di vedere qualche spiraglio in più in questo "tsunami economico", a condizione che ci sia un nuovo modo di agire comune, una stretta connessione tra politica ed economia e, soprattutto, un'azione politicamente condivisa da più attori (politici, sociali, economici,...) a favore del rilancio" e "Andrà pensato e organizzato un commercio alimentare dal produttore locale al consumatore, sia per facilitare una spesa quotidiano sociale e alternativa, sia per incentivare nuove forme di occupazione. Allo stesso tempo, si dovranno trovare accodi per istituire una mensa civica a prezzi calmierati, anche per supportare specifiche fasce di popolazione" Tante imprese e associazioni di categoria si sono lamentate con noi della mancanza di tavoli di lavoro, questa connessione a nostro modo di vedere è assolutamente mancata, così come una programmazione a lungo termine. La città deve funzionare 5 anni su 5 e non solo sotto elezioni perchè il Sindaco è impegnato part-time, magari a fare il Preside.. Noi un Sindaco part-time (e con doppio stipendio) non lo vogliamo! Ci si riempe poi la bocca di slogan come "padroni a casa nostra" e poi con bandi come il PISU il Comune di Biella investe oltre 5 milioni di euro dei cittadini (oltre a circa 13 milioni di euro di fondi regionali-europei) in bandi che vanno ad aziende extraterritoriali. Così come è avvenuto per la mensa scolastica. E l'opposizione sta in silenzio. Di cosa stiamo parlando?
- "Tra i lavori di edilizia scolastica, oltre alla normale manutenzione ordinaria, avranno priorità una serie di interventi particolari per favorire il risparmio energetico ed il risparmio luminoso". E ciò che avevamo già proposto e ci era stato risposto "picche", invece ad es. a Parma lo stanno facendo, queste sono differenze concrete e nei fatti: http://www.biella5stelle.it/content/il-lifting-biella-non-funziona-persi-187mila-euro-con-la-scuola-marconi . Inoltre esistono Comuni Virtuosi come quello ad es. di Torraca, che hanno investito molto sull'energia a Led e permetterebbero un risparmio negli anni di centinaiai di migliaia di euro (il 65% di risparmio sulle spese energetiche).
La sintesi alla fine è sempre la stessa. E' tempo di cambiare la città per non cambiare città. Invitiamo ancora una volta la cittadinanza ad informarsi bene sui diversi programmi e soprattutto sulla credibilità e sulla coerenza di chi si propone per amministrare Biella. Il cambiamento non può arrivare secondo noi dagli stessi che hanno portato Biella e l'Italia ad un continuo indebitamento.

Link di approfondimento:
http://treedom.net/it/post/lavorare-nel-mondo-green-ecco-i-5-green-jobs-piu-ricercati-163
http://cattolicaeracleaonline.it/2012/11/torraca-il-comune-illuminato-dai-led-con-un-risparmio-del-65/


Biella - 

Ieri sera al confronto tra Candidati Sindaci eravamo presenti anche noi, con la nostra portavoce Antonella Buscaglia, che ha illustrato i diversi progetti concreti del MoVimento 5 Stelle per rilanciare il borgo del Piazzo e l'economia del territorio.

Il ritrovo, organizzato da "Gli Amici del Piazzo" parlava di "risveglio" del Piazzo, proprio perchè in questi ultimi 10 anni (almeno) di cattiva amministrazione di sinistra prima e di destra poi, la situazione del borgo (rappresentativa di tutta la città) è degenerata. E ad ascoltare i Candidati Sindaci - tutti presenti tranne Gentile (che usa il Piazzo per metterlo a sfondo del proprio sito web ma non si presenta dai cittadini, significativo) - ne abbiamo capito anche, in parte, i motivi. L'attuale classe politica continua a vendere sogni, ispirandosi al nostro programma ma senza sapere di cosa parlano (quando va bene, dopo che hanno ignorato / sbeffeggiato le nostre proposte per anni) oppure in maniera a volte presuntuosa e a volte bugiarda, vengono vendute promesse elettorali utili a tentare di sfruttare l'ignoranza dei cittadini a pochi giorni dalle elezioni.

Abbiamo dovuto ascoltare cose che voi umani... premettiamo che non facciamo nomi (perchè nel comportamento si son rivelati uguali, non vale a nostro parere la pena nominarli), ma c'è chi non si è opposto nettamente al progetto della Tangenziale del Piazzo, c'è chi ha detto che "i cittadini esprimono già la propria preferenza con il voto, 1 volta ogni 5 anni" e quindi la partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica non è così prioritaria. C'è chi ha detto che "al centro del metodo della nostra azione politica c'è la partecipazione" e che vanno attivate "forme consultive di democrazia diretta", gli stessi che hanno ignorato le nostre proposte per 7 lunghi anni (da quando siamo attivi sul territorio come cittadini volontari) e che comunque ancora oggi sono "indietro" rispetto alle forme deliberative di democrazia diretta che proponiamo da anni (coinvolgendo i massimi esperti in Italia, come Michelotto, che è stato a Biella qualche anno fa). Sempre gli stessi che si sono permessi di dire che "Al primo punto del nostro argomento ambientale vi è il consumo zero del territorio", mentre chi ha parlato rappresenta proprio quella parte politica che ha cementificato con centri commerciali (CDA, Gli Orsi, ecc.) buona parte di Biella. A queste persone consigliamo tra l'altro di leggere il libro "Il partito del cemento" di Sansa ( http://www.beppegrillo.it/2008/07/il_partito_del.html ). Perchè un difetto dei politici è "innamorarsi delle proprie idee", è stato detto, quindi ogni tanto vale la pena informarsi, prima di parlare.

C'è chi, sempre prendendo spunto dal nostro programma (ma ne siamo felici, perchè noi siamo sempre stati dei "copioni" delle buone idee, bisogna vedere poi qual'è la credibilità di chi vuole realizzarle però!) ha citato la raccolta differenziata puntuale al kg - e non al metro quadro- su cui noi siamo d'accordo ma mentre da amministratore non l'ha mai portata avanti (che credibilità hanno questi partiti o chi ha fatto politica da 20 anni?). La stessa gente che sostiene gli inceneritori ed ignora completamente la strategia Rifiuti Zero.

C'è stata in generale poca concretezza, tutti erano d'accordo sul voler portare persone da fuori Biella al borgo, ma nessuno - a parte il nostro Candidato Sindaco Antonella Buscaglia - ha consigliato come farlo. Antonella ha proposto di affidarsi in particolare al Web facendo l'esempio del portale http://www.borghitalia.it e naturalmente gli altri candidati, impreparati a conoscere le nuove economie digitali (che supportano quelle pratiche e concrete dei produttori locali e del turismo), hanno sbeffeggiato la stessa proposta "Avete una visione limitata" è stato persino detto!, senza - naturalmente- proporre alternative. Si può essere Sindaco di Biella senza sapere che rispetto all'argomento l'85 % dei turisti visita un sito web prima di partire per un viaggio o per sceglierlo (dati RAI)? E poi non solo serve Internet, Antonella ha aggiunto come manchino anche le più semplici indicazioni stradali per raggiungere il Piazzo. Così come mancano le descrizioni dei palazzi, per valorizzarli, e la possibilità di visitarli. Ed un miglioramento dell'ospitalità che è da sviluppare.

C'è chi ha detto che la presenza delle auto in Piazza Cisterna "agevola le attività commerciali" (smentito poi dall'associazione Gli Amici del PIazzo), noi abbiamo detto fin da subito - premesso sempre l'ascolto dei cittadini - che a nostro parere vanno tolte le auto al Piazzo (avete mai immaginato il Borgo di Candelo o Piazza Castello con le auto sopra?!), dato che il parcheggio del Bellone è sottoutilizzato.
E il Presidente dell'Associazione "Gli Amici del Piazzo" Cesare Erba ha aggiunto che sarebbe "magnifico senza macchine" il Piazzo, al contempo vanno sistemati i parcheggi nelle zone limitrofe.

In maniera sempre molto realista e concreta, Antonella Buscaglia sulla domanda "Qual'è la priorità, la prima cosa che faresti al Piazzo?" ha risposto che va fatto un Tavolo di Lavoro allargato con gli abitanti, i commercianti e l'amministrazione per pianificare la strategia di azione per rivitalizzare il piazzo ed attivare del marketing territoriale. Turismo (e la strategia sul rilancio del lavoro naturalmente non può basarsi solo su questa tematica, anche se ampi margini di crescita qua ci sono) significa infatti occupazione.

Intanto c'è chi ha detto - ed è la parte politica più colpevole nell'aver indebitato la Città - che non è prioritario diminuire il debito della Città di Biella (?!!) e anche che va fatta "trasparenza nella società partecipate e senza persone collocate politicamente", che poi è proprio ciò che i partiti che queste persone rappresentano hanno fatto sino ad ora. Pazzesco! Come abbiamo già detto alcuni giorni fa sono tutti a 5 stelle sotto elezioni.

L'appello finale poi è stato con il "botto", c'è chi ha detto che la responsabilità della pessima situazione attuale di Biella è "equamente da distribuirsi tra centrodestra e centrosinistra negli ultimi 10 anni" e lo ha detto facendo parte di una di queste forze politiche! Poi c'è chi è intervenuto per dire "Non dobbiamo lasciare indietro nessuno" e chi ha detto "nasciamo con la volontà di andare oltre", cercando nuovamente di scimmiottare il MoVimento (e sostanzialmente facendo demagogia visto che attualmente a circa 1 mese dalle elezioni nessuno oltre al M5S ha un programma definito). Tutti i Candidati sappiamo inoltre che arrivano da esperienze politiche e/o appoggiano direttamente in questo momento gente del calibro di Pichetto, Chiamparino e Susta.

Tornando al Piazzo però, ecco alcune proposte concrete del M5S Biella. Quando pensa a Biella, il MoVimento 5 Stelle la vede infatti rinascere dai problemi sorti questi anni e dovuti alle passate amministrazioni (o all'opposto dal non aver avuto sufficiente creatività). A Biella non manca niente: montagne e fiumi custodiscono la natura nel suo splendore. Ma non solo, Biella detiene proprio su queste collinette il caratteristico borgo medievale Il Piazzo, che non ha niente da invidiare ad altri borghi italiani. Sembra quindi assurdo che non sia stato mai valorizzato dalle precedenti giunte, non ci stupiamo sentendo dichiarazioni di certi esponenti politici che non danno importanza al turismo del territorio ma preferiscono andare avanti a suon di colate di cemento. Noi, considerando il grande valore del nostro territorio, vorremmo invece proprio incentivare il turismo perché sappiamo che è una risorsa che può portare entrate e lavoro.

Contrariamente a quanto recentemente dichiarato dai politici locali, il M5S, dati alla mano, crede in un progetto rivolto a rilanciare il borgo antico più bello del Biellese. Nel solo 2012 i turisti in provincia sono stati 82.089 portando 41 milioni di euro di guadagni (dati Camera di Commercio di Biella). Riteniamo quindi, che valga la pena spenderci risorse e impegno per aumentarne il trend positivo, non il misero 0,1% che vi ha destinato a bilancio l'attuale amministrazione (dati 2012).

Secondo noi non si può pensare di lasciare gli spazi e la storia del Piazzo come punto immutabile. Punto fermo sì, però da valorizzare, a partire dalle coste magnifiche che si arrampicano sulla collina, magari con idee semplici come percorsi guidati (multilingue) che ti indirizzino nel tragitto. Attraversare i portici e riscoprire i palazzi, i musei e perché no il Jazz club (che in Italia ci invidiano). Nel contempo strutturare la parte commerciale con la volontà di promuovere prodotti locali biellesi (e la possibilità di giuste promozioni comunali mirate all'apertura di nuove attività coerenti al quartiere), pensare a trovare spazi per le associazioni culturali e le possibilità di vedere eventi musicali. Il Piazzo, già noto per il Jazz Club e l'Istituto Musicale, potrebbe diventare un centro culturale interessante, incentivando altri eventi culturali.

Si potrebbe valorizzare la funicolare, i percorsi per accedervi rendendoli piacevoli per ciclisti e pedoni (camminate). Dalla stazione di Biella mettere a disposizione volantini multilingue su come arrivarci. All'interno del Piazzo, con piccole spese come cartelli informativi bilingue, infopoint digitale che potrebbero contenere la storia del borgo e foto d'epoca. Il borgo potrebbe diventare così un libro da scoprire e da vivere per i turisti. Insomma abbiamo tante proposte per fare ripartire Biella, bisogna solo volerle bene per riscoprirla!

E pensare che la Giunta Gentile voleva spendere centinaia di migliaia di euro per rovinare il bosco a due passi dal Piazzo per una tangenziale! Ora: immaginiamo invece di essere un turista, abbiamo letto svariate promozioni sia su internet sia nelle agenzie, arriviamo a Biella e troviamo un ufficio di accoglienza turistica, sia in stazione sia all'uscita della tangenziale. Tra i percorsi più interessanti scegliamo il Piazzo (borgo medievale del XII secolo), ci indicano come raggiungerlo e noi decidiamo di utilizzare la funicolare, fu inaugurata nel 1885 ed è, attualmente, una delle poche funzionanti in Italia, cinque minuti di tragitto in cui Biella si srotola ai nostri piedi, poi entriamo direttamente nel cuore del borgo. E ora immaginiamo di passeggiare sotto i portici pavimentati in pietra, dalle volte a botte, arricchito da decori in cotto e capitelli, respirando sapori antichi e mai sopiti. Immaginiamo che ci siano negozi con prodotti locali (torcetti, focacce, formaggi) e vecchie trattorie in cui assaporare piatti tipici della zona e ancora, palazzi storici, musei e laboratori artistici, mostre d'arte e teatri incontrare la gente che ci vive.

Poi facciamo una passeggiata e attraversiamo l'arco antico risalente al XVII secolo, che porta al ponte, da cui possiamo ammirare un panorama mozzafiato, scendiamo fino al Bottalino e ci ristoriamo con l'acqua fresca delle nostre valli, ci sediamo sulle panche in pietra secolari che circondano la fonte, per riposare, poi torniamo al bed & breakfast che ci ospita. Insomma, il M5S è sicuro che, con una buona promozione e un'adeguata organizzazione, i suddetti turisti torneranno!

Di seguito e riassumento, ecco alcune proposte per il borgo del Piazzo, che deve essere sempre più parte dell'anima della città e non una zona a parte, come fino ad ora è capitato:

- Avviare un percorso partecipato per un "Progetto Piazzo" in cui coinvolgere: gli abitanti, i commercianti, gli industriali del Biellese, gli storici, le associazioni, gli artisti, il Jazz club, la fondazione CRB e l'istituto musicale Perosi, il Palazzo Lamarmora, la Regione (per quanto di competenza), ecc.

Le azioni principali:
1 - marketing storico-turistico con:
- utilizzo del web per la promozione
- tessile e turismo possono convivere, le tradizioni vanno valorizzate
- Coinvolgere il FAI (guardate oggi i percorsi che vengono promossi sul Biellese e vedrete che il Piazzo manca: http://www.giornatefai.it/luoghi/default.aspx?r=piemonte#biella )
- associazione "Borghi storici d'Italia" da coinvolgere
- segnaletica e informazione turistica da migliorare
- far rete con altri poli locali di attrazione (Ricetto di Candelo, Oropa, ecc.)
- scrivere pubblicazioni per promuovere il borgo
- corsi di formazione per guide turistiche
-creare circuito turistico per proporlo su siti internet che si occupano di promozione turistica on line nazionale e internazionale con visite guidate e percorsi enogastronomici per promuovere il territorio in accordo con paesi limitrofi come Candelo e Santuari di Graglia, Oropa, ecc.
- ecc.

2 - Favorire il ritorno di attività commerciali e laboratori artigianali e artistici
- agevolazioni fiscali e incentivi per l'apertura dei negozi
- messa a disposizione di spazi per chi si propone e realizzare bandi per assegnazione di nuovi spazi
- rivitalizzare palazzo Ferrero di proprietà comunale e i giardini pubblici
- puntare su un "Borgo delle eccellenze gastronomiche"
- tentare di ripopolare il borgo tramite sconti o riduzioni su tassa rifiuti e con una buona qualità dei servizi di base
- sviluppare nuove attività (ristoranti "green", cucina alternativa, ecc.). per caratterizzarsi
-regolare attivita' commerciali prevedendo sconti su imposte ma per imprese di vendita prodotti km0 , botteghe artigianali, startup.
- ecc.

3 - Incentivare gli eventi e le manifestazioni artistico-culturali
- Sviluppare un programma con "gli eventi del Borgo"
- creare eventi "tematici" in collaborazione con associazioni e JazzClub.
- coinvolgere il palazzo Gromo gestito dalla fondazione CRB
- coinvolgere il palazzo Lamarmora
- Ridare vitalità a manifestazioni legate alla tradizione culinaria (vedi vin, tome e tumin)
- Dare grande risalto all'utilizzo di piazza Cisterna (il cuore del Piazzo) e al Palazzo
- offrire spazi aperti e locali ad associazioni e artisti (musicisti, grafici, teatranti, pittori, ecc.)
- agganciarsi ad Expo 2015 di Milano
- ecc.

4 - Sul fronte urbanistico...
- riutilizzare al meglio il parcheggio coperto del Bellone
- conoscere e valutare il progetto del parcheggio che vogliono fare negli ex Boglietti
- mettere in relazione il Piazzo con il Museo del territorio e con la nuova Biblioteca e con l'Opificio dell'Arte
- rendere più visibile e riqualificare il Parco del Bellone
- promuovere interventi di recupero di edifici, in particolare sulla Costa del Vernato
- recuperare il percorso pedonale/botanico che collega la Costa delle Noci al giardino pubblico a fianco di palazzo Ferrero
- togliere le auto da piazza cisterna facendo occupare il parcheggio del bellone per i residenti
- incentivare l'utilizzo della funicolare
- ecc.


Biella - 

Antonella Buscaglia: "Noi del MoVimento 5 Stelle non pensiamo solamente che Biella sia sottovalutata rispetto al valore umano, di operosità, di cui dispone. Siamo fermamente convinti che possa rappresentare un esempio di eccellenza per il Piemonte e l'Italia intera".

Ed in Comune ci impegneremo perchè questo avvenga. I nostri attivisti candidati - http://www.biella5stelle.it/content/lista - hanno girato l'Italia (e a volte il mondo, in Turchia, in Danimarca, in Svezia, in Germania, in Egitto) per apprendere i diversi modelli di partecipazione civica oppure gli esempi virtuosi di gestione delle città. Siamo stati a Parma per i Comuni Virtuosi e ad incontrare Pizzarotti, ma siamo anche stati a Bologna per seguire la Smart City Exhibition in data non sospetta, ad ottobre 2013 ( http://www.smartcityexhibition.it )".

Lo Smart City Index 2013 ( http://www.biella5stelle.it/forum/viewtopic.php?f=12&t=3217 ), indicatore della qualità della vita e dell'efficienza dei capoluoghi di Provincia italiani, indica Biella al 62° posto su 116 capoluoghi di Provincia. Ma come sono messe altre città dello stesso numero all'incirca di abitanti? Gli esempi discretamente virtuosi sono quelli di Cremona, Pavia, Mantova, Sondrio, Varese e Lodi (tutti centri inferiori agli 80.000 abitanti), che si piazzano tra l'11° e il 26° posto.

Antonella Buscaglia: "Biella può e deve scalare questa classifica. Il terziario è sicuramente un settore in crescita, anche grazie allo sviluppo del commercio legato alle energie alternative e alla crescita del mercato sul web. E' in questa direzione che vogliamo portare Biella, preservando e valorizzando la natura del territorio, ma al contempo ammodernando e innovando il settore industriale con nuovi stimoli per gli imprenditori del presente e del futuro. Biella può e deve puntare sulle energie rinnovabili, così come sui principali settori e campi tipici di una Smart City in cui c'è molto da migliorare (secondo la stessa indicazione dello Smart City Index), ossia: Smart Education (educazione innovativa, preparando gli studenti biellesi all'innovazione dei nuovi mercati in crescita), mobilità alternativa (per conservare e valorizzare come un gioiello il patrimonio ambientale che in tanti ci invidiano), efficienza energetica (perchè prima di trovare nuovi fonti energetiche bisogna tappare i buchi! Partendo dagli edifici pubblici innanzitutto ed al contempo permettendo tramite aziende dedicate dei risparmi nel medio-lungo periodo alle famiglie biellesi sulle bollette)".

Smart City significa anche trasparenza massima degli atti amministrativi e delle operazioni dei consiglieri comunali. E allora perchè non prendere spunto da Città come Chicago che pubblicano i dettagli delle spese del bilancio in forma di infografica ( https://data.cityofchicago.org/Administration-Finance/Budget-2014-Budget-Ordinance-Appropriations-by-Dep/v9er-fp6q ), chiara a tutti i cittadini? Non basta pubblicare certi atti, devono essere comprensibili, commentabili e criticabili (ove necessario) dai cittadini. Secondo questa logica, nel nostro programma partecipativo abbiamo indicato anche - oltre a voler rendere disponibili in streaming web e con un archivio tutte le sedute dei consigli comunali - l'intenzione di aderire alla piattaforma www.openmunicipio.it per poter monitorare tutte le attività del consiglio comunale.

Per non parlare poi degli Open Data e dei servizi ed aziende che possono nascere sui dati resi pubblici dalla Pubblica Amministrazione. Ora, con Il MoVimento 5 Stelle e Antonella Buscaglia Sindaco, possiamo veramente innovare Biella.

M5S Biella, Gruppo Attività Istituzionali

Link di approfondimento:
http://www.eventreport.it/stories/destinazioni/95983_smart_city_ecco_le_citt_italiane_pi_intelligenti_nellinnovazione_digitale_per_il_turismo/
http://www.comune.modena.it/modenadigitale/md/documentazione/documentazione/smart-city-index-confrontarsi-per-diventare-smart-2013


Biella - 

Ci auguriamo che lo slogan elettorale adottato dal candidato sindaco Cavicchioli (ci fa piacere che abbia apprezzato il principale slogan usato dal m5s - http://www.beppegrillo.it/2013/01/nessuno_deve_restare_indietro.html - nella scorsa campagna delle elezioni politiche: http://tinyurl.com/p6dnlfl ) venga poi effettivamente applicato al biellese, al contrario di ciò che sta accadendo a livello nazionale. Renzi ha annunciato una "boccata di ossigeno" per i redditi più bassi grazie alle detrazioni fiscali sull'IRPEF, ma tramite l'IVA la fa pagare anche a disoccupati, pensionati al minimo, incapienti, invalidi al 100%, lavoratori atipici, studenti, partite IVA sul lastrico o fittizie, ecc., tutte categorie in gravissima emergenza e che non ne avranno alcun beneficio, anzi. Il M5S ha depositato in parlamento un disegno di legge sul reddito di cittadinanza (indirizzato proprio alle categorie veramente disagiate) ma naturalmente non è stato assolutamente considerato dal partito unico delle larghe intese. Gli elettori ne prendano nota per le prossime elezioni politiche che, ne siamo certi, non tarderanno ad arrivare.

E' tra l'altro paradossale che, essendo così a ridosso delle elezioni, solo il MoVimento 5 Stelle abbia un programma effettivo rivolto alla cittadinanza. Come al solito si aspettano le ultime settimane per chiedere ai cittadini di partecipare 1 volta ogni 5 anni (diversamente dal M5S che propone ad es. il bilancio partecipativo e l'apertura delle porte del Comune 365 giorni l'anno ai cittadini). I partiti poi hanno talmente tante proposte...che sentono la necessità di prendersi anche le nostre (http://tinyurl.com/oxdzhb9). Tanto meglio. Ci fa piacere sapere di essere rincorsi sui temi che da anni portiamo avanti (es. opposizione ai pirogassificatori) e ci fa altrettanto piacere sapere che Cavicchioli si sia impegnato a sottoscrivere due nostre proposte (http://tinyurl.com/q8od2ns), ossia l'istruttoria pubblica (consigli comunali pubblici) e a mettere nelle società partecipate dal Comune persone valutate in base alle competenze e non politici o amici degli amici. Senza il M5S questo sarebbe successo? Ne dubitiamo. Va comunque riconosciuto a Cavicchioli di essere l'unico candidato a essersi espresso in proposito finora.

Purtroppo il PD non vuole (o forse non può) sottoscrivere anche il terzo punto (metterà in lista anche chi siede su una poltrona pubblica da più di 10 anni) che è forse il più importante: come potranno infatti essere rispettati gli altri due se si metteranno in consiglio comunale le stesse persone che in questi anni li hanno regolarmente disattesi? Come si può inoltre proporre di rilanciare il commercio locale, per fare un esempio, se si continua ad essere d'accordo con logiche di interesse come quella dei centri commerciali (http://tinyurl.com/oe2gcwo) che ogni anno impoveriscono drammaticamente Biella di decine di milioni di euro (soldi che non rimangono nel tessuto economico locale)? Sia ben chiaro questo vale per tutti i partiti, e in particolare per quelli che hanno sostenuto le giunte fallimentari delle scorse legislature.

E' ora di cambiare seriamente la politica, e per farlo è necessario cambiare i nostri rappresentanti. Con Antonella Buscaglia possiamo avere la prima donna Sindaco e probabilmente il Sindaco più giovane della storia di Biella. Per la prima volta possiamo essere rappresentati da noi stessi, cittadini liberamente organizzati che a differenza dei partiti non hanno debiti di riconoscenza con lobby e caste varie.

Sul terreno delle proposte abbiamo già vinto, visto che i temi del nostro programma (http://www.biella5stelle.it/content/programma) sono ormai spunto di quasi tutti i candidati Sindaco (liste civiche che spuntano come funghi dopo che non hanno fatto praticamente nulla per Biella in questi anni) i quali, giusto sotto elezioni, si improvvisano pro-turismo sostenibile, pro-ecologia, pro-rilancio del commercio locale, pro-tariffa puntuale sui rifiuti, ecc. Non solo questa classe politica ci ha derubato del nostro presente (e ipotecato il futuro), ma ora vorrebbero derubarci anche delle parole e delle idee raccolte dai cittadini in anni di vero ascolto, per poi rivenderle ai media. Per il M5S il primo passo è l'onestà. Per questo tutti i candidati del M5S devono avere il certificato penale pulito come condizione necessaria per candidarsi. La nostra credibilità è quella di cittadini attivi che da anni si impegnano su ogni materia indicata nel programma. Copiateci se volete nelle parole, ma soprattuto fatelo nelle azioni concrete. Delle promesse elettorali mai mantenute ne hanno le tasche piene il 100% dei biellesi, al di là di ogni schieramento.

La verità è che non vi crediamo più, come aveva già smesso di credere alla classe politica quel 27% di persone che nel 2009 alle amministrative locali non erano andate a votare. E' proprio a questi concittadini sfiduciati che ci rivolgiamo: leggete il nostro programma partecipativo, fatevi un'opinione e poi scegliete chi ritenete più preparato per governare e rilanciare Biella. Noi siamo pronti, le elezioni di maggio sono un referendum: o #vinciamonoi cittadini onesti che abbiamo una Biella diversa in testa e nel cuore, oppure vincono i partiti e le cose restano uguali per altri cinque lunghissimi anni. Il futuro è adesso, ed è nelle nostre mani.

Link di approfondimento:
link: http://www.biella5stelle.it/forum/download/file.php?id=961

TROVI TUTTI GLI ARTICOLI DEL M5S BIELLA ANCHE SU WWW.BIELLA5STELLE.IT


Biella - 

Continuano senza sosta le iniziative del M5S Biella. Ieri pomeriggio eravamo a Palazzo Ferrero, in presenza dei parlamentari Mirko Busto, Manlio Di Stefano e Paola Carinelli(Federica Daga è rimasta impegnata a Roma per la giornata mondiale sull'acqua) per presentare il M5S Biella e le iniziative locali, oltre a spiegare le attività svolte in Parlamento dai nostri portavoce a Roma. In tale occasione si sono presentati anche Giovanni Zarrillo e Marcello Tescari, i candidati biellesi per le elezioni regionali del 25 maggio 2014.

Tanti i cittadini pieni di domande e proposte. E' stata inoltre l'occasione per il nostro Candidato Sindaco Antonella Buscaglia di proporre un impegno alla cittadinanza - denominato "Un impegno per il bene comune, un impegno per Biella" - che è anche una sfida ai diversi Candidati Sindaci e ci attendiamo una risposta in merito. Lo riportiamo a seguire. Non sono slogan, ma proposte semplici e molto concrete, alla base, secondo noi, di una buona politica ed amministrazione.

Un impegno per il bene comune, un impegno per Biella
Ecco l'impegno che noi come MoVimento 5 Stelle Biella ci prendiamo e di cui attendiamo la sottoscrizione dei Candidati Sindaci per la Città di Biella. #FirmateQui:

- Rinnovamento per Biella: mi impegno a non candidare in lista chi ha già fatto attività politica da 2 o più legislature. Il cambiamento deve essere non solo a parole, ma anche nei fatti.

- Partecipazione: mi impegno ad attuare l'istruttoria pubblica, la quale prevede - su un determinato argomento - di avere sedute pubbliche a cui può partecipare la cittadinanza con diritto di intervento. Possono inoltre essere depositati documenti e interpellati esperti. Viene quindi redatto un verbale con le conclusioni dell'istruttoria pubblica e questo viene consegnato ai consiglieri comunali come base per la loro discussione in aula rispetto all'argomento. Il Comune di Biella deve avere le porte aperte al cittadino.

- Società partecipate libere da conflitti di interessi e da lobbies: mi impegno a mettere alla guida delle società partecipate del Comune di Biella persone senza conflitti di interessi e fuori dalle lobbies (troppo spesso accade invece che a guidare le società partecipate ci siano esponenti politici). Le nomine verranno fatte in base ai Curriculum Vitae e consultando anche i dipendenti delle società partecipate.

Antonella Buscaglia, Candidato Sindaco del MoVimento 5 Stelle Biella

#FIRMATEQUI

Link di approfondimento:
http://www.paolomichelotto.it/blog/2013/09/09/istruttoria-pubblica-cose-come-funziona-come-puo-essere-introdotta-nello-statuto-dei-comuni/

Il parlamentare M5S Manlio Di Stefano si è inoltre fermato dopo la serata a parlare con l'associazione Vedo Voci per portare in Parlamento la questione del progetto LIS a cui stanno drammaticamente tagliando i fondi, un esempio a nostro parere invece virtuoso che dovrebbe non solo essere mantenuto, ma replicato in tutta Italia.

Link di approfondimento:
http://www.biella5stelle.it/forum/download/file.php?id=952

I candidati a Biella

  • user-pic
    Antonella Buscaglia
  • user-pic
    GIOVANNI RINALDI