View; MT.commentIds = [];

tutto il consiglio minxmin di novembre. varianti edilizie, surroghe e la Saga di via della Vigna

user-pic
Vote 0 Votes

sedute del 09/16/18.11.2010

09.11.2010

Varianti e surroghe

Due varianti al centro della serata .

La prima per risistemare un tratto di via Maso della Pieve compreso fra la zona sportiva e il Cimitero.

In quella zona si vuol costruire sotto la montagna , creare un parcheggio interrato per i residenti e per la zona sportiva, spazi per associazioni, ma bisogna trovare una collocazione per la famiglia ivi residente.

La cons. Tomada sottolinea che il maso antico non si può toccare, anzi si dovrebbe restaurare e che la montagna è geologicamente instabile.

Il cons. Repetto afferma che l' area sarà disponibile fra 3-4 anni e che vi sono 1000 famiglie che hanno fatto domanda per la casa a Bolzano ( fonti Coop) . La città non può rimanere bloccata per altri 4 anni, al fine di non creare un' emergenza casa.

Filippi : stop al consumo di territorio. La stima del fabbisogno manca. Le proiezioni dell' assoimprenditori sono di convenienza. Aumentano gli alloggi sfitti e vuoti. Ci vuole il censimento degli alloggi sfitti. Il cemento danneggia ed è insostituibile. Non si può continuare a cementificare, se non c'è n'è bisogno. Come nel caso delle Cantine di Gries si aumenta la densificazione. Bisogna pensare alla città. IL cemento non si tira più via, il cemento fa danno, il cemento diventa rifiuto. Bisogna aumentare il verde. Abbiamo bisogni di alberi per respirare meglio.

Pasquali : L' indice di crescita statistica determina per il 2020 un incremento di famiglie di 6153 nuclei familiari. Le richieste dell' Ipes sono di 100 nuovi alloggi all'anno ( alcune sono rassegnazioni di alloggi svuotati); le cooperative riferiscono 1200 domande ( di fatto 600 ). Con i nuovi quartieri si è superta l' emergenza casa, anzi avanzano 79 alloggi IPES.

Entro il 2013 servono 400 ( 630 previsti) alloggi per il ceto medio. Bisogna ragionare per il futuro, la cons Pasquali afferma di non riferirsi solo al consumo di nuovo suolo ma soprattutto al riutilizzo di aree all' interno della città( areale, via Druso).

La seconda variante si riferisce ad un area in via Macello trasformata da produttiva ad abitativa. Si tratta, afferma l' ass. Pasquali, di edificare allloggi agevolati sociali, là dove attualmente vi è una carrozzeria.

La cons . Tomada si dice contraria alla variante perché la zona è inadatta alla residenza , mancando servizi e infrastrutture. Secondo il cons. Mayr invece si tratta di zona produttiva ma anche residenziale, inoltre sarà compresa nel progetto dell' areale. In quella zona, chiamata Siberia, non è più così freddo come una volta ( effetto CO2 ?).

Il cons. Filippi afferma che indubbiamente siamo difronte ad una zona degradata, una zona che andrebbe completamente bonificata anche per la presenza di amianto( ethernit). Bisogna censire l'amianto presente in città ed eliminarlo.

L' assessora Pasquali riferisce che anche un'altra zona vicino a quella in discussione ( zona ex emporio) è da recuperare trasformandola in alloggi pubblici con servizi, spazi pubblici di relazione.

L' ass. Pasquali ha inoltre affermato che con il censimento del 2011 sarà anche possibile censire il bisogno di alloggi in città. Esiste comunque dal 1999 l' Osservatorio casa.

Alla fine le due varianti sono state approvate. Noi abbiamo votato contro, perché se è vero che si tratta di due zone piuttosto degradate e che meritano una sistemazione, non è obbligatorio continuare ad edificare.

Di seguito si è surrogato la cons. Hofer S. nel cda del Teatro. La consigliera si era dimessa per potere essere eletta in consiglio comunale ( vedi caso Rizzoli). Diversi consiglieri dell' opposizione hanno ricordato che il sindaco aveva detto che non sarebbe stato compatibile il ruolo di consigliere comunale e la presenza in un cda.

A dimostrazione che non esistono regole e che vige la legge del più forte la surroga è passata con i voti della maggioranza, compreso il cons. Margheri che pure si era dichiarato contrario al doppio incarico.

Per ultimo si è votata la delibera che concede all' associazione calcio Bozner F.C. la gestione dei campi da calcio Talvera A e B fino al 2012 e un contributo di 60.000 euro. Come per il palaonda , al di là del fatto in sé, non esiste un regolamento di gestione degli impianti sportivi , ne i criteri per le assegnazioni delle gestioni.

16.11.2010

"Poca roba " . Ancora un po' di nomine , asili innanzitutto. E di soppiatto Ecocenter ( un rappresentante, l' altro verrà scelto d' ufficio dal Sindaco)

Funivia del Colle approvata la delibera che designa l' amministratore unico. ( colle_12 11 2010)

Da segnalare che un art. 31 presentato dal cons . Forest per discutere sulla situazione edilizia di Bolzano è stato bocciato dall' assemblea. Peccato, era un buon argomento, sul quale comunque ci sarà occasione di discutere nelle prossime sedute.

18.11.2010

Eureka !! Sembra finita l'epopea delle nomine. Ora si può parlare dei problemi grandi e piccoli della città.

Alcune interrogazioni del cons. Schiatti sulle condizioni delle scalinate delle scuole Longon e sullo stato di degrado del Premsthallerhof ( chi deve gestire la struttura : una parcellizzazione delle responsabilità, della serie : tanti responsabili, nessun responsabile).