View; MT.commentIds = [];

Un caffè per il Talvera

user-pic
Vote 0 Votes

via fiume.jpgUn euro per salvare le passeggiate

Il Comitato " Salviamo le passeggiate del Talvera- Gegen die Tiefgaragen unter der Wassermauerpromenade" torna alla carica!

Tutti i venerdì pomeriggio saremo nuovamente davanti ai ponti del Museion, questa volta ai 3000 cittadini firmatari della petizione e a chiunque voglia contribuire a fermare lo scempio delle passeggiate, chiediamo di rinunciare ad un caffè!

Da adesso raccogliamo fondi per un ricorso a vie legali.Nonostante il parere contrario della commissione mobilità, le 3200 firme di cittadini e i molteplici rischi che il progetto comporta, il sindaco Spagnolli non retrocede ma anzi rilancia. Il parcheggio s'ha da fare!

Da una lettera http://www.ambientesalute.org/images/stories/urbanistica_territorio/lettera%20e%20volantino%20confcoop.pdf di Natale firmata da Ferrari e Grata (per la pubblicazione della quale abbiamo ottenuto la liberatoria dal destinatario, ndr), rispettivamente presidente della cooperativa Parkfiume e della Confcoop, si comunica ai soci " i numerosi contatti a più riprese con la commissione preposta alla Tutela degli insiemi" fino ad ottenere che l' interpretazione sul vincolo riguardi solo l'alveo (che invece è di pertinenza provinciale) e non le passeggiate.

Trionfanti dichiarano che "non ci sono più ostacoli di natura tecnica o infrastrutturale".

Bene, la macchina approvativa è ben oliata e Bolzano deve rinunciare alla sua bellissima passeggiata?

I cittadini del quartiere devono rassegnarsi all' aumento di traffico e della pericolosità di due piccole stradelle come via Gorizia e via Fiume, magari in cambio di una ciclabile in via Fiume e qualche posto macchina sulla strada in meno, per indorare la pillola?

I frontisti delle passeggiate rassegnarsi a 2 anni di scavi e di danni alle case?

I bambini e gli anziani dovranno rinunciare ad un tratto di passeggiata tra i più belli e storici di Bolzano che diventerà una desolata superficie di garages interrati come mostra il vicino ParkDruso, arido, incolto parcheggio?

100 privati cittadini iscritti alla Confcoop contano più degli altri?

Il comitato da otto mesi fa informazione, raccoglie firme, spiega i rischi idrogeologici di una costruzione a ridosso di un argine storico, difende un patrimonio di tutta la città quale è il parco delle rive del Talvera.
Ci pare di comprendere invece che un atteggiamento pacato, alla ricerca di un confronto democratico, non abbia fin' ora prodotto alcun effetto o reazione da parte della maggioranza che governa la città.

Sindaco e giunta (perché chi tace acconsente!) paiono essere più sensibili alle esternazioni del progettista, che non lesina aperte minacce di ritorsioni economiche, oppure alle amichevoli pressioni del presidente della cooperativa.

In seguito alle lettere inviate agli iscritti da parte del "ParkFiume" e dalle Confcooperative, lettere nelle quali si rassicurano i soci con pareri di parte, per garantire loro il positivo proseguimento del progetto, noi del Comitato abbiamo chiesto ed ottenuto autorevoli pareri ed interpretazioni di articoli e norme in materia di demanio idrico e tutela degli insiemi per dimostrare che l'opera è in netto contrasto con le leggi vigenti.

Inoltre, dal punto di vista tecnico, continuiamo a sostenere e dimostrare l'inadeguata scelta del posto che è costituito da un argine artificiale che risulta per di più stretto e che ha indotto i progettisti ad alterare quote, distanze e spazi per inserite i garages.

Dalla lettera ai soci della Confcoop si capisce che sono altri i metodi e le procedure per ottenere soddisfazioni. Adesso basta.

Per il comitato

Francesco Ingannamorte

M. Teresa Fortini

Natalina Fioretto

Edes Massaro

Enzo Dionisio