View; MT.commentIds = [];

AREALE FERROVIARIO

user-pic
Vote 0 Votes

AREALE FERROVIARIO - un parco cittadino
In un vivace incontro con il Prof. Sbetti, coordinatore del gruppo di lavoro del Masterplan, circa un anno fa, mi sentii dire: <>. Se volete la crescita di Bolzano si può andare oltre via Resia, oltre via Einstein, si può costruire nel "cuneo verde" di Gries, si possono edificare le pendici, si può costruire nell'areale ferroviario. Ma se volete, si può anche non fare niente di tutto questo. Sono i cittadini a decidere. E' la Democrazia, Signori! Punto. .. In teoria. In realtà il Cittadino è distratto, oberato di impegni e problemi di lavoro, famigliari, ecc. Di solito non ha tempo per queste cose e scopre troppo tardi progetti che hanno deciso "gli altri". Così sta succedendo per l'areale ferroviario, ma per fortuna qualcuno dei cittadini si sta svegliando come chi, scrivendo ai giornali, si lamenta per la futura "ennesima colata di cemento", e punzecchia gli ambientalisti, a suo dire, rilassati o freddini. Sull'areale ferroviario noi daremo battaglia: non vogliamo case di cui non si avverte il bisogno (aspettiamo con ansia il censimento delle case sfitte), ma vogliamo alberi (270 alberi di alto fusto sono stati abbattuti nel 2009 e molti anche nel 2010) e sogniamo un grande parco cittadino per la nostra città. Proprio oggi abbiamo spedito al noto architetto Renzo Piano una lettera (allegata), nella quale gli chiediamo di fare un progetto per un bosco nell'areale ferroviario. Non so se ci risponderà, comunque l'idea è quella. E per la città di Bolzano, che aspira a diventare capitale europea della cultura e CO2 neutrale entro il 2020, che cosa d'altro si potrebbe fare di meglio?
Per il Movimento 5 stelle, Pierluigi Gaianigo

I media locali snobbano l'articolo mentre viene pubblicato sul sito nazionale dell'ANSA

http://www.unonotizie.it/14069-bolzano-cittadini-contro-ennesima-colata-di-cemento-nell-areale-ferroviario-alberi-e-non-altre-case.php