View; MT.commentIds = [];

L' ennesima puntata della saga della lista che non c'è.

starwaes.jpg(Antefatto: La lista che non c'è)

Ad una semplice richiesta da parte di un consigliere comunale delle preziosa lista dei soci del Park Fiume, si risponde dopo più di 3 mesi con una missiva del legale della coop, che allego. (Allegato 1 - allegato 2)

Nemmeno il coraggio di una risposta, da parte del presidente della Cooperativa. Bei tempi in cui le cose si affrontavano da uomo a uomo, a quattrocchi, senza mettere di mezzo carte e legali.

Altri tempi.

Non aggiungo null'altro, perché quando entrano in ballo i legali, tutto si contorce, bisogna stare attenti, c'è sempre la possibilità di urtare anime sensibili. Non si può nemmeno pensare che se una banale lista fa così fatica a comparire, forse non tutto è in ordine.

E come si sa la gente mormora, e si sentono in giro le ipotesi più inverosimili, più fantasiose sulla semplice lista che sembra diventato il codice da Vinci.

L' ipotesi più accreditata nei salotti cittadini è che nella lista ci sia il padre del nostro sindaco, abitante della zona (Personalmente credo non ci sarebbe nulla di male, non ho mai pensato che chi vuole il garage in via Fiume sia una cattiva persona, certo il ruolo del sindaco sarebbe un po' particolare); a ruota segue l' ipotesi della presenza di noti personaggi della Bolzano bene; ancora che la lista non esista o che contenga solo il nome di Biancaneve e i sette nani. Seguono molte altre ipotesi che non cito per mancanza di spazio e perché non tutte sono riportabili pubblicamente.

Ma io non credo a queste voci, penso si tratti di fantasia popolare che però è il caso di frenare con una sana azione di trasparenza totale, in sintesi : fateci vedere questa lista.

Claudio Vedovelli