View; MT.commentIds = [];

crisi di nervi

user-pic
Vote 0 Votes

Una maggioranza sull' orlo di una crisi di nervi
Etichette: Consiglio comunale Bolzano, Degli Agostini, Fondazione castelli, IdV, Rizzolli, Spagnolli

nervoso.png

Questa sera abbiamo assistito alla chiara dimostrazione di quello che significa democrazia per il sindaco Spagnolli e per la sua maggioranza (o almeno gran parte di essa).

Non era mai successo in Consiglio Comunale che la maggioranza si auto bocciasse una propria delibera. Ebbene questo è accaduto stasera.

Il motivo è abbastanza banale: si trattava di eleggere i rappresentanti all' interno del CDA della fondazione castelli, la fondazione diretta da Helmuth Rizzoli ( delegato del sindaco) che spesso ha fatto discutere in consiglio.

Due i posti a disposizione, due candidati della maggioranza e uno dell' opposizione. Le solite nomine, senza alcuna presentazione, senza mostrare un curiculum o delle competenze, prendere o lasciare a scatola chiusa.

Tutto organizzato al fine di avere solo rappresentanti di maggioranza nel CDA.

Ma qualcosa non è andato per il verso giusto, qualche " franco tiratore" nella maggioranza, e alla fine viene eletto un rappresentante della maggioranza e uno dell' opposizione.

Non sembra di per se un grosso guaio, la maggioranza consigliare mantiene nettamente una maggioranza nel CDA, e un rappresentante dell' opposizione tanto male non può fare.

Ma invece: apriti cielo.

Il sindaco rimane sbigottito e dopo un attimo di sbandamento, e dopo sussurato confabulo con il fido vicepresidente, lo stesso Degli Agostini convoca una riunione dei capigruppo della maggioranza.

Ma cosa sarà successo di così grave? Un rappresentante dell'opposizione, numericamente ininfluente, può dare così fastidio? Perché si vuole la maggioranza assoluta? O forse è il pensiero del candidato perdente( proposto dall' IDV) a fare agitare Spagnolli e compagni? Non lo sapremo mai, di fatto i capigruppo della maggioranza decidono l' incredibile, l' assoluto assurdo: bocciano l' intera delibera sulla fondazione castelli da loro stessi presentata.

Non tutti sono felici neanche nella maggioranza e il capogruppo SVP "sgrida" pubblicamente i suoi al grido: " Ich bin der Capogruppo!!!".

Si sono auto bocciati e dovrebbero di conseguenza anche auto dimettersi e andare a casa.

Questa è la Democrazia della maggioranza attuale ben rappresentata dal sindaco: niente cittadini che protestano, presi a malaparole, niente posti nei CDA all' opposizione, che, messa all' angolo non le vengono riservate nemmeno le briciole sono state riservate.

Un potere assoluto, per fare quello che si vuole, senza controllo e senza confronto; un potere assoluto per accontentare tutti, ma come si è visto stasera, una maggioranza sull' orlo di una crisi di nervi.

Claudio Vedovelli

MoVimento5stelle Bolzano