Trasporti: Giugno 2010 Archives

Bolzano, 5.6.2010

La Lista appoggia e condivide le motivazioni che stanno spingendo centinaia di cittadini a firmare e a manifestare contro la costruzione di garages interrati in via Fiume e via Gorizia.

L' ambiente e la salute dei cittadini devono essere priorità assolute in qualsiasi decisione comunale.

Con la realizzazione di centinaia di garages interrati l'ambiente delle passeggiate del Talvera verrebbe completamente sconvolto sia nella fase dei lavori, che successivamente con la scomparsa di un tratto alberato delle passeggiate molto utilizzato e apprezzato da tutta la cittadinanza; il ripristino della situazione attuale, richiederebbe, se mai possibile, non anni ma decenni.

I progettati garages confinano strettamente con gli argini del torrente Talvera.

Wassermauerpromede si chiamano queste passeggiate, il muro, argine originario del torrente, è presente, interrato, all' altezza della ciclabile e la costruzione del garage andrebbe proprio a toccare questo argine, con rischi che vanno valutati attentamente, al fine di non dover di seguito parlare dei soliti eventi imprevedibili o di tragiche disgrazie.

Inoltre la costruzione di garages, con i lavori di palificazione e di scavo, così vicini ad abitazioni che risalgono agli anni 40, ne pone a rischio stabilità e integrità; questo problema è stato valutato?

Viale Venezia è diventata una delle principali vie di afflusso al Centro e di direttrice verso Gries.

La proposta di molti cittadini di impedire l'accesso al Centro con una svolta ad U non è stata presa in considerazione dal Comune, perché?

Il già notevole problema traffico verrebbe senz'altro aumentato dalla costruzione di centinaia di posti macchina, messi a disposizione non solo per gli abitanti della via, ma anche di vie distanti fino a 350 metri (es via Rosmini ecc.), portando inoltre ad un aumento dell' inquinamento e i rischi di incidenti in una zona scolastica che vede la presenza di una scuola materna, un asilo nido e una scuola elementare.

Certamente il problema del parcheggio esiste in viale Venezia e in via S.Quirino, ma la soluzione non può essere il parcheggio sotto le passeggiate del Talvera. Il Comune si è mai preoccupato di trovare proposte alternative, ha mai studiato la situazione traffico e parcheggi in viale Venezia?

I parcheggi di via Fiume e via Gorizia sono frutto di queste riflessioni o unicamente una mera accettazione di un progetto imprenditoriale delle cooperative e quindi frutto della volontà di pochi?

Il problema parcheggi va affrontato in un' ottica generale di rilancio del quartiere e non con soluzioni che sacrificano l' ambiente e la salute dei cittadini, oltreché creare dannose conflittualità fra gli stessi, questo a causa di decisioni non partecipate, con le quali il Comune risponde solo ad interessi di pochi, senza aver chiamato tutti i cittadini interessati a dire la loro su problemi del loro quartiere e sulla destinazione di un pezzo di terra comunale che a tutti loro appartiene.