Trasporti: Gennaio 2013 Archives

L'AREALE FERROVIARIO
Sabato 12/01/2013 è stato presentato pubblicamente il progetto di trasformazione dell'areale ferroviario secondo il progetto dell'architetto Podrecca.

areale.jpg

E' un progetto importante che noi del Movimento 5 stelle bocciamo. Ecco alcune perplessità e motivazioni di contrarietà: 1) E' fondamentale che i rumorosi treni merci non passino più in città. E' necessaria la costruzione del passante ferroviario in galleria Ora - Cardano, giudicato però dai progettisti della nuova linea del Brennero "non prioritario" e proiettato in un lontano futuro (2025- 2050?). 2) Bolzano è una città assai calda durante l'estate (è un catino con pareti di porfido). Per migliorare il microclima locale è opportuno avere un bosco di alberi e non un bosco di cemento. 3) Il Sindaco di Bolzano ha l'ambizione di far diventare la città "CO2 neutrale" entro il 2020 (poi i furbetti del Comune hanno spostato la data al 2030) per le note problematiche dell'effetto serra, ecc. Mi devono però spiegare come pensano di fare, visto che a mega quantità di cemento corrispondono mega quantità di CO2 prodotta. Inoltre, vista la strage di 500 alberi di alto fusto fatta nel 2009 e 2010 e mai sostituiti, vorrei sapere quanti alberi vogliono piantare e dove. 4) Bolzano ha un bisogno urgente, per la mobilità pubblica, del "terzo binario", che permetterebbe l'uso tranviario della ferrovia, nel tratto Terlano - Bolzano e Salorno (Trento) - Bolzano. Ma la galleria del Virgolo - già costruita per il terzo binario - non può essere completata se non dopo la costruzione del nuovo fascio dei binari del progetto Podrecca (questioni tecniche di quota dei binari e di direzione, dicono) E vai .. al 2050!! 5) Già oggi c'è un surplus di case sfitte (3.000 - 4.000?). Non abbiamo bisogno di nuovi alloggi per almeno 20 anni. Nel progetto di Podrecca si prevedono 4.000 nuovi alloggi "di pregio". Domanda: e chi può comprarli? Qualche giovane coppia? ...? Dovremmo forse poi sopportare scheletri vuoti tipo l'edificio di Tosolini al Firmian? 6) Ci sarà spazio in quantità per il terziario! Forse che a Bolzano mancano gli spazi per uffici? 7) Il Sindaco è preoccupato per la sostenibilità economica dell'opera e fa bene, soprattutto in questi anni di vacche magre, e spera negli investitori privati. Aspetta e spera, Gigi!
A questo punto suggerisco di fermare tutto, di ringraziare l'architetto Podrecca, di sciogliere la società ARBO, che gestisce l'operazione e che è già costata un bel po' di soldi pubblici e di mettere tutto in un cassetto. Poi, forse, un domani si vedrà.
Alternative? Non fare niente, oppure progettare un bosco, un parco, degli orti urbani. Insomma dare un respiro ad una città povera di verde. Circa 1 anno fa abbiamo scritto all'architetto Renzo Piano per chiedere una consulenza gratuita per un'operazione del genere. Ci ha risposto con cortesia, rifiutando perché pieno di impegni. Ma con lui o con altri si potrebbe ritentare, magari pagando la giusta parcella, anche se sarebbe bello e assai "civico" che un gruppo di giovani architetti di Bolzano si facesse avanti per darci una mano.
E poi, per favore, quando si vuole ridisegnare la città in maniera così importante, è doveroso sottoporre il progetto (qualsiasi progetto) al vaglio dei cittadini con un referendum. Se non altro per evitare l'accusa di voler fare solo speculazione edilizia.
Per il Movimento5 Stelle, Pierluigi Gaianigo