MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Acqua Libera


Budrio - 

Gli Italiani non hanno capito!


Con queste parole si difendeva Silvio Berlusconi in una conferenza stampa per spiegare alcune norme contenute in un pacchetto anti-crisi varato il 13 agosto 2011: "Gli Italiani non hanno ben capito cosa andavano ad abrogare col referendum... non era stato ben spiegato" E chi lo doveva spiegare se non il Governo ai suoi concittadini cosa diceva la Legge?
In sostanza, con queste norme il Governo Berlusconi cercava di forzare quanto emerso dai referendum di giugno 2011, obbligando le amministrazioni comunali a cedere buona parte dei loro asset nelle società di gestione dei servizi pubblici locali.
Con le ultime "liberalizzazioni" del Governo Monti, non solo si rende più "incisivo" quanto elaborato nell'agosto scorso, ma con il famigerato articolo 20 si va ad incidere direttamente sul TUEL (Testo Unico Enti Locali), eliminando di fatto la possibilità di creare "enti di diritto pubblico" come ad esempio dei consorzi, per la gestione di servizi di rilevanza economica generale: tradotto dal politichese, significa che se alcuni comuni o cittadini volessero creare un consorzio per la gestione dell'acqua (come proclamato dai referendum di giugno 2011) non lo potranno fare, perché la gestione dovrà per forza essere affidata a società private.
Da Mercoledì 18 Gennaio sono partite in tutta Italia (Bologna compresa) diverse manifestazioni per protestare contro una norma che sembra voler far prevalere gli interessi di pochi ai danni della cittadinanza, aggravato dal fatto che stiamo parlando di acqua, un bene irrinunciabile e vitale per tutti.
Nei giorni scorsi il Forum italiano dei movimenti per l'acqua ha lanciato un appello all'esecutivo chiedendo di eliminare gli articoli contestati sulle privatizzazioni e ha raccolto le adesioni di decine di migliaia di cittadini. Tra i primi firmatari hanno aderito Stefano Rodotà, Roberto Vecchioni, Gaetano Azzariti, Alberto Lucarelli, Gino Strada, Don Andrea Gallo, Dario Fo.
Cliccando questo link, potrete sentire l'appello di Padre Alex Zanotelli in merito a questa "liberalizzazione"

I candidati a Budrio


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons